Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Salmi 74:1-23

Maschìl.* Di Àsaf.+ 74  Perché, o Dio, ci hai respinto per sempre?+ Perché sei adirato* con il gregge del tuo pascolo?+   Ricordati del popolo* che acquistasti molto tempo fa,+della tribù che riscattasti come tua eredità.+ Ricordati del monte Sìon, in cui hai posto la tua dimora.+   Dirigi i tuoi passi verso queste rovine perenni.+ Il nemico ha devastato ogni cosa nel luogo santo.+   I tuoi avversari hanno ruggito nel tuo luogo di adorazione;*+lì hanno messo i loro stendardi.   Come uomini che brandiscono asce contro una fitta foresta,   ne hanno frantumato tutte le decorazioni+ con asce e sbarre di ferro.   Hanno incendiato il tuo santuario.+ Hanno profanato il tabernacolo che porta il tuo nome, demolendolo.   Loro e i loro discendenti si son detti: “Siano dati alle fiamme tutti i luoghi in cui si adora Dio nel paese!”   Non vediamo più i nostri stendardi,non ci sono più profetie nessuno fra noi sa quanto durerà. 10  O Dio, fino a quando l’avversario continuerà a offenderti?+ Il nemico disprezzerà per sempre il tuo nome?+ 11  Perché trattieni la tua mano, la tua destra?+ Tirala fuori dalle pieghe della tua veste e distruggili! 12  Ma Dio è il mio Re dai tempi antichi,colui che compie atti di salvezza sulla terra.+ 13  Tu, con la tua forza, agitasti il mare;+spaccasti le teste dei mostri marini. 14  Fracassasti le teste di Leviatàn;*lo desti in pasto al popolo, agli abitanti dei deserti. 15  Facesti sgorgare sorgenti e torrenti;+seccasti fiumi perenni.+ 16  Il giorno appartiene a te, e così anche la notte;tu creasti la luce* e il sole.+ 17  Tu stabilisti tutti i confini della terra;+fissasti l’estate e l’inverno.+ 18  O Geova, ricordati delle offese del nemicoe del disprezzo che un popolo stolto ha per il tuo nome.+ 19  Non lasciare la tua tortora* in pasto agli animali selvatici. Non dimenticare per sempre la vita del tuo popolo afflitto. 20  Ricordati del patto,perché i luoghi tenebrosi della terra si sono riempiti di covi di violenza. 21  Non permettere che l’oppresso rimanga deluso;+fa’ che il misero e il povero lodino il tuo nome.+ 22  Agisci, o Dio, e difendi la tua causa! Ricordati delle offese che gli stolti ti rivolgono tutto il giorno.+ 23  Non dimenticare quello che dicono i tuoi avversari. Il frastuono di quelli che ti sfidano continua a salire al cielo.

Note in calce

Lett. “la tua ira fuma”.
Lett. “tua assemblea”.
O “di assemblea”.
O “luminare”.
O “l’anima della tua tortora”.

Approfondimenti

Galleria multimediale