Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Numeri 18:1-32

18  Geova disse poi ad Aronne: “Tu e i tuoi figli e la tua casa paterna risponderete di qualunque errore contro il santuario,+ e tu e i tuoi figli risponderete di qualunque errore contro il vostro sacerdozio.+  Inoltre fa’ avvicinare i tuoi fratelli della tribù di Levi, la tribù dei tuoi padri, perché si uniscano a te e rendano servizio a te+ e ai tuoi figli davanti alla tenda della Testimonianza.+  Devono assolvere le loro responsabilità verso di te e verso l’intera tenda;+ però non si devono avvicinare agli utensili del luogo santo e all’altare, così che né loro né voi moriate.+  Si uniranno a te e assolveranno le loro responsabilità relative alla tenda dell’incontro e a tutto il servizio presso la tenda, e nessuna persona non autorizzata* potrà avvicinarsi a voi.+  Dovete assolvere la vostra responsabilità verso il luogo santo+ e verso l’altare,+ così che non ci sia ulteriore indignazione+ contro il popolo d’Israele.  Io stesso ho preso i vostri fratelli, i leviti, tra gli israeliti come dono per voi.+ Sono dati a Geova per svolgere il servizio presso la tenda dell’incontro.+  Tu e i tuoi figli siete responsabili degli incarichi sacerdotali che riguardano l’altare e ciò che è al di là della cortina;+ siete voi a dover svolgere questo servizio.+ Ho dato a voi il sacerdozio come un dono, e qualunque persona non autorizzata* che si avvicini dev’essere messa a morte”.+  Geova disse inoltre ad Aronne: “Io stesso ti affido la responsabilità delle contribuzioni fatte a me.+ Ho dato a te e ai tuoi figli una porzione di tutte le cose sante offerte dagli israeliti; ti spetterà su base permanente.+  Diventerà tua dalle offerte santissime fatte mediante il fuoco, ovvero da ogni offerta che fanno, incluse le offerte di cereali+ e le offerte per il peccato+ e le offerte per la colpa+ che mi portano. È qualcosa di santissimo per te e per i tuoi figli. 10  La dovete mangiare in un luogo santissimo.+ Ne mangerà ogni maschio. Sarà per te qualcosa di santo.+ 11  Anche questo appartiene a te: i doni che gli israeliti offrono+ e tutte le loro offerte agitate.+ Li ho dati a te e ai tuoi figli e alle tue figlie; ti spetteranno su base permanente.+ Ne può mangiare chiunque è puro nella tua casa.+ 12  “Do a te tutto il meglio dell’olio e tutto il meglio del vino nuovo e del grano, le loro primizie che danno a Geova.+ 13  I primi frutti maturi di tutto ciò che viene dalla loro terra, che porteranno a Geova, diventeranno tuoi.+ Chiunque è puro nella tua casa può mangiarne. 14  “Ogni cosa dedicata incondizionatamente* in Israele deve diventare tua.+ 15  “Il primogenito di ogni essere vivente,*+ sia degli uomini che degli animali, che sarà presentato a Geova deve diventare tuo. Comunque, devi assolutamente riscattare il primogenito degli esseri umani+ e anche il primogenito degli animali impuri.+ 16  Lo devi riscattare con il prezzo di riscatto quando ha un mese o più, secondo il valore stimato di 5 sicli* d’argento,+ in base al siclo ufficiale del luogo santo,* che è 20 ghera.* 17  Ma non devi riscattare il toro primogenito, l’agnello primogenito o il capretto primogenito.+ Sono qualcosa di santo. Devi spruzzarne il sangue sull’altare+ e devi farne fumare il grasso come offerta fatta mediante il fuoco, odore gradito* a Geova.+ 18  E la loro carne deve diventare tua. Come il petto dell’offerta agitata e come la coscia destra, deve diventare tua.+ 19  Tutte le contribuzioni sante che gli israeliti offriranno a Geova+ le ho date a te, ai tuoi figli e alle tue figlie; ti spetteranno su base permanente.+ È un patto di sale* permanente davanti a Geova a favore tuo e dei tuoi discendenti”. 20  Geova proseguì dicendo ad Aronne: “Nella loro terra non avrai eredità, e nessuna porzione di terra diventerà tua in mezzo a loro.+ Io sono la tua porzione e la tua eredità in mezzo agli israeliti.+ 21  “Ecco, ho dato ai figli di Levi ogni decima parte+ in Israele come eredità in cambio del servizio che svolgono, il servizio presso la tenda dell’incontro. 22  Che gli israeliti non si avvicinino più alla tenda dell’incontro, altrimenti commetteranno peccato e moriranno. 23  Solo i leviti devono svolgere il servizio presso la tenda dell’incontro; saranno loro a portare la colpa dell’errore del popolo.+ Non devono entrare in possesso di un’eredità tra gli israeliti: è un decreto permanente per tutte le vostre generazioni.+ 24  Ai leviti, infatti, ho dato come eredità la decima che gli israeliti offriranno a Geova. Per questo ho detto loro: ‘In mezzo agli israeliti non devono entrare in possesso di un’eredità’”.+ 25  Poi Geova disse a Mosè: 26  “Devi dire ai leviti: ‘Riceverete dagli israeliti la decima che da loro ho dato a voi come eredità,+ e voi dovete offrire la decima parte della decima come contribuzione a Geova.+ 27  E sarà considerata come vostra contribuzione, come se fosse il grano della vostra aia+ o l’abbondante prodotto del vostro torchio per il vino o per l’olio. 28  Così anche voi offrirete una contribuzione a Geova da tutte le decime che riceverete dagli israeliti, e da queste dovete dare la contribuzione per Geova al sacerdote Aronne. 29  Qualunque tipo di contribuzione facciate a Geova dovrà essere il meglio di tutti i doni fatti a voi+ come qualcosa di santo’. 30  “E devi dire loro: ‘Una volta che ne avrete offerto il meglio, il resto apparterrà a voi leviti come se fosse il prodotto della vostra aia e il prodotto del vostro torchio per il vino o per l’olio. 31  Voi e la vostra casa lo potete mangiare ovunque, perché è il vostro salario in cambio del servizio che svolgete presso la tenda dell’incontro.+ 32  Finché ne offrirete il meglio, non commetterete peccato sotto questo aspetto, e non dovete profanare le cose sante degli israeliti, o morirete’”.+

Note in calce

Lett. “estraneo”, cioè non appartenente alla famiglia di Aronne.
Lett. “estraneo”, cioè non appartenente alla famiglia di Aronne.
Cioè ogni cosa consacrata a Dio in modo irrevocabile e senza possibilità di essere riscattata.
Lett. “carne”.
Un siclo corrispondeva a 11,4 g. Vedi App. B14.
O “in base al siclo santo”.
Una ghera corrispondeva a 0,57 g. Vedi App. B14.
O “che placa”, “che calma”. Lett. “riposante”.
Cioè un patto vincolante e immutabile.

Approfondimenti

Galleria multimediale