Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Isaia 5:1-30

5  Permettetemi, vi prego, di intonare un canto per colui che amo,un canto riguardo a lui e alla sua vigna.+ Colui che amo aveva una vigna sul fianco di un fertile colle.   La vangò e ne tolse le pietre,vi piantò una vite rossa pregiata,vi costruì una torre nel mezzoe vi scavò un torchio* per il vino.+ Sperava che desse uva buona,ma la vigna produsse solo uva immangiabile.+   “E ora, abitanti di Gerusalemme e uomini di Giuda,vi prego, giudicate fra me e la mia vigna.+   Cos’altro potevo fare per la mia vignache non abbia già fatto?+ Perché ha prodotto soltanto uva immangiabile,quando invece speravo che producesse uva buona?   E ora, vi prego, fatemi direcosa farò alla mia vigna:ne sradicherò la siepe,e sarà completamente bruciata;+abbatterò il suo muro di pietra,e sarà calpestata.   Ne farò terra incolta:+non sarà potata né zappata,sarà invasa da rovi ed erbacce,+e darò ordine alle nubi di non far cadere pioggia su di essa.+   Ebbene, la vigna di Geova degli eserciti è la casa d’Israele;+sono gli uomini di Giuda la piantagione a cui teneva tanto. Egli si aspettava di trovare giustizia+ma, ecco, c’era solo ingiustizia;si aspettava rettitudinema, ecco, solo un grido di angoscia”.+   Guai a voi che aggiungete casa a casa+e unite campo a campo+finché non rimane più spazioe restate i soli a vivere nel paese!   Ho udito Geova degli eserciti giurareche molte case, benché grandi e belle,diverranno qualcosa di cui inorridire,rimarranno disabitate.+ 10  Dieci iugeri* di vigna non produrranno che un bat,*e un hòmer* di seme non produrrà che un’efa.*+ 11  Guai a quelli che si alzano la mattina presto in cerca di bevande forti,+e non smettono di bere finché cala l’oscurità della sera, finché il vino li infiamma! 12  Hanno cetra e arpa,tamburello, flauto e vino alle loro feste;ma non si curano di ciò che fa Geova,e non vedono l’opera delle sue mani. 13  Perciò il mio popolo andrà in esilio,perché manca di conoscenza;+i suoi grandi patiranno la fame+e la sua gente sarà arsa dalla sete. 14  Perciò la Tomba* si è allargata*e ha spalancato la sua bocca a dismisura;+e i nobili* di Gerusalemme, la sua folla rumorosa e la sua gente che ama festeggiarecertamente vi scenderanno. 15  L’uomo sarà piegato,l’uomo sarà abbassato,e gli occhi dei superbi si dovranno abbassare. 16  Geova degli eserciti sarà esaltato nel suo giudizio;il vero Dio, il Santo,+ si santificherà nella giustizia.+ 17  E là brucheranno gli agnelli come se fossero nei propri pascoli;nei luoghi abbandonati dagli animali ben pasciuti mangeranno gli stranieri. 18  Guai a quelli che tirano la propria colpa con le funi dell’ingannoe il proprio peccato con corde da carro, 19  a quelli che dicono: “Faccia presto a compiere la sua opera;l’affretti, così che la vediamo. Si adempia il proposito* del Santo d’Israele,così che ne veniamo a conoscenza!”+ 20  Guai a quelli che dicono che il bene sia male e che il male sia bene,+a quelli che presentano le tenebre come luce e la luce come tenebre,a quelli che fanno passare l’amaro per dolce e il dolce per amaro! 21  Guai a quelli che sono saggi ai propri occhie si considerano assennati!+ 22  Guai ai grandi bevitori di vinoe agli uomini che sono maestri nel mescolare bevande forti,+ 23  a quelli che assolvono il malvagio in cambio di un regalo+e rifiutano di rendere giustizia al giusto!+ 24  Perciò proprio come la lingua di fuoco divora la paglia*e l’erba secca si consuma tra le fiamme,così le loro radici marcirannoe i loro fiori si disperderanno come polvere,perché hanno respinto la legge* di Geova degli esercitie hanno disprezzato la parola del Santo d’Israele.+ 25  Ecco perché l’ira di Geova arde contro il suo popoloed egli stenderà la mano contro di loro e li colpirà.+ I monti tremeranno,e i loro cadaveri saranno come spazzatura in mezzo alle strade.+ A motivo di tutto ciò che è accaduto la sua ira non si è placata,e la sua mano è ancora stesa per colpire. 26  Ha alzato un segnale* per una nazione lontana;+ha fischiato per farla venire dalle estremità della terra;+ed eccola arrivare in fretta!+ 27  Nessuno dei suoi è stanco o inciampa. Nessuno è assonnato o dorme. La cintura che hanno in vita non è slacciata,e i lacci dei loro sandali non sono strappati. 28  Le loro frecce sono tutte appuntitee i loro archi sono tutti tesi.* Gli zoccoli dei loro cavalli sono come la selce,e le ruote dei loro carri come l’uragano.+ 29  Il loro ruggito è come quello del leone:ruggiscono come giovani leoni.*+ Ruggiranno e afferreranno la preda,e la porteranno via senza che nessuno possa salvarla. 30  Quel giorno ruggiranno su di essacome ruggisce il mare.+ Chiunque scruterà il paese vedrà paurose tenebre;perfino la luce sarà oscurata dalle nuvole.+

Note in calce

Uno iugero corrispondeva al terreno arato in un giorno da una coppia di buoi.
Un bat corrispondeva a 22 l. Vedi App. B14.
Un hòmer corrispondeva a 220 l. Vedi App. B14.
Un’efa corrispondeva a 22 l. Vedi App. B14.
O “Scèol”, cioè il luogo simbolico in cui si trovano i morti. Vedi Glossario.
O “ha allargato la sua anima”.
O “lo splendore”.
O “decisione”, “consiglio”.
O “stoppia”.
O “insegnamento”.
Lett. “asta”, “palo”.
O “pronti per tirare”.
O “giovani leoni con la criniera”.

Approfondimenti

Galleria multimediale