Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Ezechiele 19:1-14

19  “Intona un canto funebre riguardo ai capi d’Israele  e di’: ‘Che cos’era tua madre? Una leonessa fra i leoni. Accovacciata fra possenti leoni,* crebbe i suoi piccoli.   Allevò uno dei suoi piccoli, che diventò un possente leone,+imparò a sbranare la predae divorò uomini.   Le nazioni sentirono parlare di lui e lo catturarono nella loro fossa;lo portarono con uncini nel paese d’Egitto.+   Lei lo attese invano e, persa ogni speranza, prese un altro dei suoi piccoli per farlo diventare un possente leone.   Anche lui camminò fra i leoni e diventò un leone possente. Imparò a sbranare la preda e divorò uomini.+   Si aggirò fra le loro torri fortificate e devastò le loro città;nel paese desolato risuonarono i suoi ruggiti.+   Le nazioni vennero contro di lui dalle regioni circostanti. Tesero su di lui la loro rete e lo catturarono nella loro fossa.   Con uncini lo misero in una gabbia e lo portarono dal re di Babilonia. Là lo rinchiusero, perché sui monti d’Israele non si sentisse più la sua voce. 10  Tua madre era come una vite+ nel tuo sangue,* piantata vicino alle acque. Diventò fruttuosa e piena di tralci per l’abbondanza d’acqua. 11  I suoi rami* diventarono robusti, adatti per essere scettri da governante. Crebbe e sovrastò le altre piante;diventò visibile a motivo della sua altezza e del suo fitto fogliame. 12  Ma fu sradicata+ con furia e gettata a terra,e un vento orientale ne seccò i frutti. I suoi robusti rami furono strappati via e si seccarono;+ il fuoco li divorò.+ 13  Ora è piantata nel deserto,in una terra arida e assetata.+ 14  Dai suoi rami* divampò un fuoco che consumò i suoi germogli e i suoi frutti;non le rimase nessun ramo, nessuno scettro per governare.+ “‘Questo è un canto funebre, e tale rimarrà’”.

Note in calce

O “giovani leoni con la criniera”.
O forse “nella tua vigna”.
O “bastoni”.
O “bastoni”.

Approfondimenti

Galleria multimediale