Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Esodo 11:1-10

11  E Geova disse a Mosè: “Porterò ancora una piaga sul faraone e sull’Egitto. Dopo ciò lui vi manderà via di qui.+ E quando vi manderà via, letteralmente vi caccerà.+  Ora parla a tutto il popolo e di’ che ogni uomo e ogni donna chieda al proprio vicino oggetti d’argento e d’oro”.+  (Geova fece in modo che il popolo incontrasse il favore degli egiziani. Lo stesso Mosè era arrivato a godere di grande considerazione nel paese d’Egitto tra i servitori e il popolo del faraone.)  Mosè allora disse: “Geova ha detto questo: ‘Verso mezzanotte passerò per tutto l’Egitto,+  e ogni primogenito nel paese d’Egitto morirà,+ dal primogenito del faraone che siede sul suo trono al primogenito della serva che lavora alla macina a mano, fino a ogni primogenito del bestiame.+  In tutto il paese d’Egitto si leverà un grande grido, come non ce n’è mai stato prima e come non ce ne sarà più.+  Ma nemmeno un cane abbaierà* agli israeliti, né agli uomini né ai loro animali, perché sappiate che Geova può fare una distinzione fra gli egiziani e gli israeliti’.+  E tutti i tuoi servitori certamente verranno da me e si inchineranno davanti a me, dicendo: ‘Vattene, tu e tutto il popolo che ti segue’.+ Dopodiché me ne andrò”. Detto questo, pieno di collera, uscì dal cospetto del faraone.  Geova disse poi a Mosè: “Il faraone non vi ascolterà,+ affinché i miei miracoli si moltiplichino nel paese d’Egitto”.+ 10  Mosè e Aronne compirono tutti questi miracoli davanti al faraone,+ ma Geova lasciò che il cuore del faraone diventasse ostinato, così che lui non mandò via gli israeliti dal suo paese.+

Note in calce

Lett. “affilerà la sua lingua”.

Approfondimenti

Galleria multimediale