Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Deuteronomio 27:1-26

27  Allora Mosè insieme agli anziani d’Israele comandò al popolo: “Osservate ogni comandamento che oggi vi do.  E quando avrete attraversato il Giordano per entrare nel paese che Geova vostro Dio sta per darvi, dovrete erigere grandi pietre e coprirle d’intonaco.*+  Scrivici sopra tutte le parole di questa Legge una volta che avrai attraversato il Giordano per entrare nel paese che Geova tuo Dio sta per darti, un paese dove scorrono latte e miele, proprio come Geova, l’Iddio dei tuoi antenati, ti ha promesso.+  Quando avrete attraversato il Giordano, dovrete erigere queste pietre sul monte Èbal+ e coprirle d’intonaco,* proprio come oggi vi comando.  Là devi erigere anche un altare a Geova tuo Dio, un altare di pietre sulle quali non devi usare strumenti di ferro.+  Devi erigere l’altare di Geova tuo Dio con pietre intatte e offrirvi sopra olocausti a Geova tuo Dio.  E offrirai sacrifici di comunione+ e li mangerai là,+ e gioirai davanti a Geova tuo Dio.+  E scrivi sulle pietre in modo chiaro tutte le parole di questa Legge”.+  Quindi Mosè e i sacerdoti levitici dissero a tutto Israele: “Fa’ silenzio e ascolta, o Israele. In questo giorno sei diventato il popolo di Geova tuo Dio.+ 10  Devi ascoltare la voce di Geova tuo Dio e mettere in pratica i suoi comandamenti+ e le sue norme che oggi ti do”. 11  Quel giorno Mosè diede al popolo anche questo comando: 12  “Quando avrete attraversato il Giordano, le tribù che staranno sul monte Gherizìm+ per benedire il popolo saranno queste: Simeone, Levi, Giuda, Ìssacar, Giuseppe e Beniamino. 13  E quelle che staranno sul monte Èbal+ per pronunciare la maledizione saranno queste: Ruben, Gad, Àser, Zàbulon, Dan e Nèftali. 14  E i leviti risponderanno ad alta voce a ogni israelita:+ 15  “‘Maledetto è l’uomo che fa un’immagine scolpita+ o una statua di metallo,*+ cosa detestabile per Geova,+ opera delle mani di un artigiano,* e la nasconde’. (E tutto il popolo risponderà: ‘Amen!’*) 16  “‘Maledetto è chi tratta suo padre o sua madre con disprezzo’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 17  “‘Maledetto è chi sposta il segno del confine del suo vicino’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 18  “‘Maledetto è chi fa sbagliare strada a un cieco’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 19  “‘Maledetto è chi calpesta i diritti+ dello straniero residente, dell’orfano* e della vedova’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 20  “‘Maledetto è chi ha rapporti sessuali con la moglie di suo padre, perché disonora suo padre’.*+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 21  “‘Maledetto è chi ha rapporti sessuali con un animale’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 22  “‘Maledetto è chi ha rapporti sessuali con sua sorella, figlia di suo padre o figlia di sua madre’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 23  “‘Maledetto è chi ha rapporti sessuali con sua suocera’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 24  “‘Maledetto è chi tende un agguato al suo prossimo e lo uccide’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 25  “‘Maledetto è chi accetta regali* per uccidere* un innocente’.*+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’) 26  “‘Maledetto è chi non si attiene alle parole di questa Legge mettendole in pratica’.+ (E tutto il popolo dirà: ‘Amen!’)

Note in calce

O “imbiancarle con la calce”.
O “imbiancarle con la calce”.
O “metallo fuso”.
O “lavoratore del legno e del metallo”.
O “Così sia!”
O “orfano di padre”.
O “solleva la veste di suo padre”.
Cioè regali fatti allo scopo di corrompere.
O “colpire”.
O “un’anima dal sangue innocente”.

Approfondimenti

Galleria multimediale