Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Amos 8:1-14

8  Questo è ciò che il Sovrano Signore Geova mi mostrò: ecco, c’era un cesto di frutti estivi.  Allora mi chiese: “Che cosa vedi, Àmos?” Risposi: “Un cesto di frutti estivi”. E Geova aggiunse: “È venuta la fine* per il mio popolo, Israele. Non li perdonerò più.+  ‘In quel giorno i canti del tempio si muteranno in lamenti’,+ dichiara il Sovrano Signore Geova. ‘Ci saranno molti cadaveri ovunque.+ Si faccia silenzio!’   Ascoltate questo, voi che calpestate il poveroe che sopprimete il mansueto del paese,+   voi che dite: ‘Quando finirà la Festa della Luna Nuova+ così che potremo vendere il nostro grano? E quando finirà il Sabato+ così che potremo mettere in vendita il grano? In questo modo potremo diminuire l’efa,*aumentare il siclo*e manomettere le bilance per ingannare;+   potremo comprare chi è misero in cambio di argentoe chi è povero per un paio di sandali,+e vendere gli scarti del grano’.   Geova ha giurato sull’Orgoglio di Giacobbe:+ ‘Non dimenticherò mai tutte le loro azioni.+   A motivo di ciò il paese* tremerà,e ogni suo abitante farà lutto.+ Non si solleverà forse tutto il paese come fa il Nilo? Non si gonfierà e non si abbasserà come il Nilo d’Egitto quando è in piena?’+   ‘In quel giorno’, dichiara il Sovrano Signore Geova,‘farò tramontare il sole a mezzogiorno,e in pieno giorno farò oscurare il paese.+ 10  Trasformerò le vostre feste in lutto+e tutti i vostri canti in lamento. Coprirò di sacco tutti i fianchi e farò diventare calva ogni testa;renderò quel giorno come il lutto per un figlio unico,e la sua fine sarà amara’. 11  ‘Ecco’, dichiara il Sovrano Signore Geova, ‘verranno i giorniin cui manderò la carestia nel paese:una carestia non di pane, e una sete non di acqua,ma delle parole di Geova.+ 12  Avanzeranno barcollando da un mare all’altroe da nord a est. Vagheranno in cerca della parola di Geova, ma non la troveranno. 13  In quel giorno le belle ragazze e anche i ragazzisverranno per la sete. 14  Quelli che giurano sul peccato di Samarìa+ e che dicono: “O Dan,+ com’è vero che il tuo dio vive!”,e: “Com’è vero che esiste la via di Beèr-Seba!”,+cadranno e non si alzeranno più’”.+

Note in calce

Nel testo originale c’è un gioco di parole fra i termini “fine” e “frutti estivi”, che in ebraico sono molto simili.
O “la terra”.

Approfondimenti

Galleria multimediale