Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Secondo libro dei Re 14:1-29

14  Nel secondo anno di Iòas,+ figlio di Iòacaz, re d’Israele, Amazìa, figlio di Iòas, re di Giuda, diventò re.  Aveva 25 anni quando diventò re, e regnò 29 anni a Gerusalemme. Sua madre era Ieoaddìn di Gerusalemme.+  Amazìa continuò a fare ciò che era giusto agli occhi di Geova, ma non come il suo antenato Davide.+ In tutto quello che fece, agì come suo padre Iòas.+  Tuttavia gli alti luoghi non furono eliminati,+ e il popolo continuò a sacrificare e a offrire fumo di sacrificio sugli alti luoghi.+  Appena ebbe il pieno controllo del regno, Amazìa mise a morte i suoi servitori che avevano ucciso suo padre, il re.+  Ma non mise a morte i figli di quegli assassini, in armonia con il comando di Geova scritto nel libro della Legge di Mosè: “I padri non devono essere messi a morte per colpa dei figli, e i figli non devono essere messi a morte per colpa dei padri; ognuno dev’essere messo a morte per il proprio peccato”.+  Sconfisse gli edomiti+ nella Valle del Sale,+ uccidendone 10.000.+ Durante quella guerra conquistò Sela, che fu chiamata Iocteèl, nome che ha tuttora.  In seguito Amazìa mandò messaggeri a Iòas, figlio di Iòacaz, figlio di Ieu, re d’Israele, per dirgli: “Vieni, affrontiamoci in battaglia”.*+  Iòas, re d’Israele, mandò a dire ad Amazìa, re di Giuda: “L’erbaccia spinosa che era nel Libano mandò a dire al cedro che era nel Libano: ‘Da’ tua figlia in moglie a mio figlio’. Ma passò un animale selvatico del Libano e calpestò l’erbaccia spinosa. 10  Hai sconfitto Èdom,+ è vero, e per questo il tuo cuore si è insuperbito. Goditi pure la gloria, ma restatene a casa* tua. Perché dovresti provocare un disastro e una disfatta in cui trascineresti con te anche Giuda?” 11  Ma Amazìa non ascoltò.+ Quindi Iòas, re d’Israele, si mise in marcia, e lui e Amazìa, re di Giuda, si affrontarono in battaglia a Bet-Sèmes,+ nel territorio di Giuda.+ 12  Giuda fu sconfitto da Israele, e ognuno fuggì a casa* sua. 13  Iòas, re d’Israele, catturò Amazìa, re di Giuda, figlio di Iòas, figlio di Acazìa, a Bet-Sèmes; dopodiché arrivò a Gerusalemme e aprì una breccia di 400 cubiti* nelle mura della città, dalla Porta di Èfraim+ fino alla Porta dell’Angolo.+ 14  Prese tutto l’oro e l’argento e tutti gli oggetti che si trovavano nella casa di Geova e nei tesori della casa* del re; prese anche alcuni ostaggi, e tornò a Samarìa. 15  Quanto al resto della storia di Iòas, quello che fece e la sua potenza e come combatté contro Amazìa, re di Giuda, non è forse riportato nel libro dei fatti storici dei re d’Israele? 16  Alla fine Iòas morì,* e fu sepolto a Samarìa+ con i re d’Israele; e suo figlio Geroboàmo*+ diventò re al suo posto. 17  Amazìa,+ figlio di Iòas, re di Giuda, visse altri 15 anni dopo la morte di Iòas,+ figlio di Iòacaz, re d’Israele.+ 18  Quanto al resto della storia di Amazìa, non è forse riportato nel libro dei fatti storici dei re di Giuda? 19  In seguito, a Gerusalemme cospirarono contro Amazìa,+ e lui fuggì a Làchis. Degli uomini, però, furono mandati a inseguirlo fino a Làchis, dove lo misero a morte. 20  Poi lo portarono indietro su cavalli, e fu sepolto a Gerusalemme con i suoi antenati nella Città di Davide.+ 21  Quindi tutto il popolo di Giuda prese Azarìa,*+ che aveva 16 anni,+ e lo fece re al posto di suo padre Amazìa.+ 22  Fu lui a ricostruire Elàt+ e a restituirla a Giuda dopo che il re* era morto.*+ 23  Nel 15o anno di Amazìa, figlio di Iòas, re di Giuda, Geroboàmo,+ figlio di Iòas, re d’Israele, diventò re a Samarìa, e regnò per 41 anni. 24  Continuò a fare ciò che era male agli occhi di Geova. Non si allontanò da tutti i peccati che Geroboàmo, figlio di Nebàt, aveva fatto commettere a Israele.+ 25  Ripristinò il confine d’Israele da Lebo-Àmat*+ fino al Mare dell’Àraba,*+ proprio come Geova, l’Iddio d’Israele, aveva dichiarato per mezzo del suo servitore Giona,+ figlio di Amittài, il profeta di Gat-Hèfer.+ 26  Infatti Geova aveva visto quanto era amara l’afflizione d’Israele.+ Non erano rimasti nemmeno gli indifesi e i deboli; non c’era nessuno che potesse aiutare Israele. 27  Geova però aveva promesso di non cancellare il nome di Israele sotto il cielo.+ Perciò li salvò tramite Geroboàmo, figlio di Iòas.+ 28  Quanto al resto della storia di Geroboàmo, tutto quello che fece e la sua potenza, come combatté e come restituì Damasco+ e Àmat+ a Giuda in Israele, non è forse riportato nel libro dei fatti storici dei re d’Israele? 29  Alla fine Geroboàmo morì,* e fu sepolto con i re d’Israele; e suo figlio Zaccarìa+ diventò re al suo posto.

Note in calce

O “incontriamoci faccia a faccia”.
O “palazzo”.
Lett. “tenda”.
Circa 178 m. Vedi App. B14.
O “palazzo”.
Lett. “giacque con i suoi padri”.
Cioè Geroboàmo II.
Significa “Geova ha aiutato”. Chiamato Uzzìa in 2Re 15:13; 2Cr 26:1-23; Isa 6:1; Zac 14:5.
Cioè suo padre Amazìa.
Lett. “giacque con i suoi padri”.
O “entrata di Àmat”.
Cioè il Mar Salato, o Mar Morto.
Lett. “giacque con i suoi padri”.

Approfondimenti

Galleria multimediale