Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Secondo libro dei Re 10:1-36

10  Àcab+ aveva 70 figli a Samarìa. Perciò Ieu scrisse lettere e le mandò a Samarìa ai principi di Izreèl, agli anziani+ e ai tutori dei figli di Àcab,* dicendo:  “Quando vi arriverà questa lettera, con voi ci saranno i figli del vostro signore e avrete a disposizione carri da guerra, cavalli, una città fortificata e armi.  Scegliete il migliore e più adatto* dei figli del vostro signore e mettetelo sul trono di suo padre. Quindi combattete per la casa del vostro signore”.  Ma loro furono presi da una grandissima paura e dissero: “Se due re non sono riusciti a tenere testa a Ieu,+ come ci riusciremo noi?”  Quindi il responsabile del palazzo,* il governatore della città, gli anziani e i tutori mandarono a dirgli: “Siamo tuoi servitori, e faremo tutto quello che ci dirai. Non metteremo nessuno sul trono. Fa’ quello che ti sembra giusto”.  Allora Ieu scrisse loro una seconda lettera, che diceva: “Se siete dalla mia parte e volete ubbidirmi, domani a quest’ora portatemi a Izreèl le teste dei figli del vostro signore”. I 70 figli del re erano con gli uomini importanti della città che li educavano.  Questi, appena ricevuta la lettera, presero i figli del re e li scannarono tutti e 70,+ dopodiché misero le loro teste in ceste e le mandarono a Ieu a Izreèl.  Un messaggero entrò e gli riferì: “Hanno portato le teste dei figli del re”. Allora lui disse: “Mettetele in due mucchi davanti alla porta della città e lasciatele lì fino a domattina”.  La mattina dopo uscì, si fermò davanti a tutto il popolo e disse: “Voi siete innocenti.* Sì, io ho cospirato contro il mio signore e l’ho ucciso,+ ma chi ha ucciso tutti questi? 10  Sappiate, quindi, che nemmeno una delle parole di Geova che Geova ha pronunciato contro la casa di Àcab rimarrà inadempiuta;*+ Geova ha fatto quello che aveva dichiarato per mezzo del suo servitore Elìa”.+ 11  Ieu eliminò poi tutti quelli che restavano della casa di Àcab a Izreèl, e tutti i suoi uomini importanti, i suoi amici e i suoi sacerdoti;+ non ne lasciò in vita nemmeno uno.+ 12  In seguito partì per andare a Samarìa. Lungo la strada c’era la casa per legare* usata dai pastori. 13  Là Ieu incontrò i fratelli di Acazìa,+ re di Giuda, e chiese loro: “Chi siete?” Gli risposero: “Siamo i fratelli di Acazìa, e scendiamo per sentire se stanno bene i figli del re e i figli della regina madre”.* 14  Immediatamente disse: “Prendeteli vivi!” Li presero vivi e li scannarono alla cisterna della casa per legare. Erano 42, e non ne lasciò in vita nemmeno uno.+ 15  Mentre se ne andava da là, Ieu trovò Giònadab,*+ figlio di Rècab,+ che gli veniva incontro. Lo salutò* e gli chiese: “Il tuo cuore è pienamente* con me, come il mio cuore lo è con il tuo?” Giònadab rispose: “Sì”. “Allora dammi la mano”. Gli diede dunque la mano, e Ieu lo fece salire con sé sul carro. 16  Quindi disse: “Vieni con me e guarda come non tollero nessuna rivalità verso* Geova”.+ E lo fecero stare con lui sul suo carro da guerra. 17  Ieu arrivò a Samarìa e colpì tutti quelli della casa di Àcab che erano rimasti là finché non li ebbe sterminati,+ proprio come Geova aveva dichiarato a Elìa.+ 18  Inoltre Ieu radunò tutto il popolo e disse: “Àcab ha adorato Bàal un poco;+ Ieu lo adorerà molto di più. 19  Chiamatemi tutti i profeti di Bàal,+ tutti i suoi adoratori e tutti i suoi sacerdoti.+ Non ne manchi nemmeno uno, perché intendo offrire un grande sacrificio a Bàal. Chiunque mancherà non sarà lasciato in vita”. Ieu, in realtà, stava agendo con scaltrezza per distruggere gli adoratori di Bàal. 20  Ieu continuò: “Annunciate* un’assemblea solenne a Bàal”. Pertanto la proclamarono. 21  Ieu mandò quindi messaggeri per tutto Israele, e vennero tutti gli adoratori di Bàal. Non ne mancò nemmeno uno. Entrarono nel tempio di Bàal,+ e il tempio di Bàal si riempì completamente. 22  Ieu disse all’incaricato del guardaroba: “Tira fuori gli abiti per tutti gli adoratori di Bàal”. Tirò dunque fuori gli abiti per loro. 23  Quindi Ieu entrò nel tempio di Bàal con Giònadab,+ figlio di Rècab, e disse agli adoratori di Bàal: “Controllate attentamente che qui non ci sia nessun adoratore di Geova, ma solo adoratori di Bàal”. 24  Poi quelli entrarono per offrire sacrifici e olocausti. All’esterno Ieu aveva piazzato 80 dei suoi uomini e aveva detto loro: “Chi si lascerà scappare anche uno solo degli uomini che consegnerò nelle vostre mani dovrà dare la propria vita* in cambio di quella del fuggitivo”. 25  Appena ebbe finito di offrire l’olocausto, Ieu disse alle guardie* e agli aiutanti: “Entrate, uccideteli! Non ve ne sfugga nemmeno uno”.+ Così le guardie e gli aiutanti li uccisero con la spada e li gettarono fuori; si inoltrarono fino alla parte più interna* del tempio di Bàal. 26  Quindi portarono fuori le colonne sacre+ del tempio di Bàal e le bruciarono.+ 27  Inoltre abbatterono la colonna sacra+ di Bàal, e demolirono il tempio di Bàal+ e ne fecero latrine, che ci sono ancora oggi. 28  Così Ieu annientò Bàal da Israele. 29  Tuttavia non abbandonò i peccati che Geroboàmo, figlio di Nebàt, aveva fatto commettere a Israele in relazione ai vitelli d’oro, che erano a Bètel e a Dan.+ 30  Allora Geova disse a Ieu: “Dato che hai agito bene e hai fatto ciò che è giusto ai miei occhi, realizzando tutto quello che intendevo fare alla casa di Àcab,+ i tuoi figli siederanno per quattro generazioni sul trono d’Israele”.+ 31  Ma Ieu non si preoccupò di seguire la Legge di Geova, l’Iddio d’Israele, con tutto il cuore.+ Non abbandonò i peccati che Geroboàmo aveva fatto commettere a Israele.+ 32  In quei giorni Geova cominciò a ridurre* il territorio d’Israele un pezzo alla volta. Azaèl continuò ad attaccarli in tutto il territorio d’Israele,+ 33  a partire dal Giordano verso est, tutto il paese di Gàlaad (dei gaditi, dei rubeniti e dei manassiti),+ da Aroèr, presso la Valle* dell’Àrnon, fino a Gàlaad e a Bàsan.+ 34  Quanto al resto della storia di Ieu, tutto quello che fece e tutta la sua potenza, non è forse riportato nel libro dei fatti storici dei re d’Israele? 35  Alla fine Ieu morì,* e fu sepolto a Samarìa; e suo figlio Iòacaz+ diventò re al suo posto. 36  La durata* del regno di Ieu a Samarìa su Israele fu di 28 anni.

Note in calce

Lett. “tutori di Àcab”.
O “retto”.
Lett. “casa”.
O “giusti”.
Lett. “cadrà a terrà”.
Evidentemente un luogo dove le pecore venivano legate per essere tosate.
O “della signora”.
O “Iònadab”.
O “benedisse”.
Lett. “retto”.
O “guarda il mio zelo per”.
Lett. “santificate”.
O “anima”.
Lett. “corrieri”.
Lett. “fino alla città”, forse una struttura fortificata.
O “recidere”.
O “Uadi”, vedi Glossario.
Lett. “giacque con i suoi padri”.
Lett. “giorni”.

Approfondimenti

Galleria multimediale