Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Secondo libro delle Cronache 7:1-22

7  Non appena Salomone ebbe finito di pregare,+ dai cieli+ scese fuoco che consumò l’olocausto e i sacrifici, e la gloria di Geova riempì la casa.+  I sacerdoti non potevano entrare nella casa di Geova, perché la gloria di Geova aveva riempito la casa di Geova.+  Quando scese il fuoco e la gloria di Geova fu sulla casa, tutti gli israeliti erano lì a guardare; quindi si inginocchiarono con il viso a terra sul lastricato e ringraziarono Geova, “perché è buono; il suo amore leale dura per sempre”.  Allora il re e tutto il popolo offrirono sacrifici davanti a Geova.+  Il re Salomone offrì in sacrificio 22.000 bovini e 120.000 pecore. Così il re e tutto il popolo inaugurarono la casa del vero Dio.+  I sacerdoti stavano in piedi ai loro posti, come anche i leviti che avevano gli strumenti usati per accompagnare il canto a Geova.+ (Il re Davide aveva fatto quegli strumenti per ringraziare Geova — “perché il suo amore leale dura per sempre” — quando offriva lodi insieme a loro.*) E i sacerdoti suonavano forte le trombe+ di fronte ai leviti, mentre tutti gli israeliti stavano in piedi.  Quindi Salomone consacrò il centro del cortile che era davanti alla casa di Geova, perché lì doveva offrire gli olocausti+ e i pezzi grassi dei sacrifici di comunione, dato che l’altare di rame+ che Salomone aveva fatto non poteva contenere tutti gli olocausti, le offerte di cereali+ e i pezzi grassi.+  A quel tempo Salomone tenne la festa per sette giorni+ insieme a tutto Israele, una grandissima congregazione da Lebo-Àmat* al Torrente* d’Egitto.+  Ma l’ottavo giorno* tennero un’assemblea solenne,+ perché avevano celebrato l’inaugurazione dell’altare per sette giorni e la festa per sette giorni. 10  E il 23o giorno del 7o mese congedò il popolo, che tornò a casa felice+ e con il cuore gioioso per la bontà che Geova aveva mostrato a Davide, a Salomone e al suo popolo Israele.+ 11  Così Salomone finì la casa di Geova e la casa* del re;+ e realizzò con successo tutto quello che si era proposto di fare riguardo alla casa di Geova e alla propria casa.+ 12  Geova apparve poi a Salomone+ durante la notte e gli disse: “Ho ascoltato la tua preghiera, e mi sono scelto questo luogo come casa per i sacrifici.+ 13  Quando chiuderò i cieli e non ci sarà pioggia, e quando comanderò alle locuste di divorare il paese, e quando manderò un’epidemia in mezzo al mio popolo, 14  se il mio popolo su cui è stato invocato il mio nome+ si umilierà,+ pregherà, ricercherà la mia faccia e abbandonerà la sua malvagia condotta,+ allora io ascolterò dai cieli, perdonerò il suo peccato e sanerò il suo paese.+ 15  I miei occhi saranno aperti e i miei orecchi attenti alla preghiera pronunciata in questo luogo.+ 16  E ora ho scelto e santificato questa casa perché il mio nome vi rimanga in modo permanente;+ i miei occhi e il mio cuore saranno sempre lì.+ 17  “Quanto a te, se camminerai davanti a me proprio come camminò tuo padre Davide, facendo tutto quello che ti ho comandato, e se ubbidirai alle mie norme e alle mie decisioni giudiziarie,+ 18  allora stabilirò il trono del tuo regno,+ secondo il patto che feci con tuo padre Davide,+ dicendo: ‘Nella tua discendenza non mancherà mai un uomo che governi Israele’.+ 19  Ma se vi allontanerete e lascerete i decreti e i comandamenti che vi ho posto davanti, e andrete a servire altri dèi e a inchinarvi davanti a loro,+ 20  allora vi sradicherò dal mio paese, che vi ho dato,+ e respingerò dalla mia vista questa casa che ho santificato per il mio nome, e la renderò oggetto di disprezzo* e di scherno fra tutti i popoli.+ 21  Questa casa diventerà mucchi di rovine. Chiunque vi passerà accanto rimarrà stupito+ e dirà: ‘Perché Geova ha trattato così questo paese e questa casa?’+ 22  Allora si risponderà: ‘Perché hanno abbandonato Geova,+ l’Iddio dei loro antenati, che li aveva fatti uscire dal paese d’Egitto,+ e hanno accettato altri dèi, si sono inchinati davanti a loro e li hanno serviti.+ Ecco perché ha fatto abbattere su di loro tutta questa calamità’”.+

Note in calce

Forse i leviti.
O “entrata di Àmat”.
O “Uadi”, vedi Glossario.
Ovvero il 15o giorno, il giorno successivo al secondo periodo di 7 giorni.
O “palazzo”.
Lett. “un proverbio”.

Approfondimenti

Galleria multimediale