Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione per lo studio)

Primo libro dei Re 11:1-43

11  Il re Salomone amò molte donne straniere+ oltre alla figlia del faraone:+ donne moabite,+ ammonite,+ edomite,* ittite+ e di Sidóne.+  Provenivano dalle nazioni delle quali Geova aveva detto agli israeliti: “Non dovete andare in mezzo a loro* e loro non devono venire in mezzo a voi, perché sicuramente svieranno il vostro cuore facendovi seguire i loro dèi”.+ Salomone però si legò a loro e le amò.  Ebbe 700 mogli, che erano principesse, e 300 concubine; e un po’ alla volta le sue mogli sviarono il suo cuore.*  Quando Salomone fu vecchio,+ le sue mogli sviarono il suo cuore facendogli seguire altri dèi,+ e il suo cuore non fu completo* verso Geova suo Dio come il cuore di suo padre Davide.  Salomone seguì Àstoret,*+ la dea dei sidoni, e Milcòm,+ il disgustoso dio degli ammoniti.  Così Salomone fece ciò che era male agli occhi di Geova e non seguì pienamente Geova come aveva fatto suo padre Davide.+  Fu allora che Salomone costruì sul monte che era di fronte a Gerusalemme un alto luogo+ a Chèmos, il disgustoso dio di Mòab, e uno a Mòloc,*+ il disgustoso dio degli ammoniti.+  E così fece per tutte le sue mogli straniere che offrivano fumo di sacrificio e sacrificavano ai loro dèi.  Geova si infuriò con Salomone, perché il suo cuore si era sviato da Geova,+ l’Iddio d’Israele, che gli era apparso due volte+ 10  e lo aveva avvertito proprio di questo, cioè di non seguire altri dèi.+ Salomone però non aveva ubbidito al comando di Geova. 11  Geova allora gli disse: “Visto che hai fatto questo e non hai osservato il mio patto e i decreti che ti diedi, di sicuro ti strapperò via il regno e lo darò a uno dei tuoi servitori.+ 12  Tuttavia, per amore di tuo padre Davide, non lo farò mentre sei in vita; lo strapperò dalle mani di tuo figlio.+ 13  Comunque non gli strapperò via tutto il regno.+ Darò a tuo figlio una tribù,+ per amore del mio servitore Davide e per amore di Gerusalemme, che io ho scelto”.+ 14  Geova suscitò uno che oppose resistenza a Salomone,+ cioè Adàd l’edomita, della famiglia reale di Èdom.+ 15  Quando Davide aveva sconfitto Èdom,+ Giòab capo dell’esercito era salito a seppellire gli uccisi e aveva cercato di sterminare ogni maschio di Èdom. 16  (Giòab e tutto Israele, infatti, erano rimasti lì per sei mesi, finché non ebbero sterminato ogni maschio di Èdom.) 17  Ma Adàd era fuggito insieme ad alcuni servitori edomiti di suo padre per andare in Egitto. A quel tempo Adàd era un ragazzino. 18  Erano quindi partiti da Màdian ed erano arrivati a Pàran. Avevano preso con sé degli uomini di Pàran+ ed erano arrivati in Egitto dal faraone, re d’Egitto, che aveva garantito ad Adàd vitto, alloggio e terreni. 19  Adàd aveva ottenuto il favore del faraone, tanto che questi gli aveva dato in sposa la sorella di sua moglie, la sorella della regina* Tahpenès. 20  La sorella di Tahpenès gli aveva poi partorito un figlio, Ghenubàt, che Tahpenès aveva cresciuto* nella casa del faraone; Ghenubàt era rimasto nella casa del faraone, tra i figli del faraone. 21  In Egitto, Adàd seppe che Davide era morto*+ e che anche Giòab, capo dell’esercito, era morto.+ Disse quindi al faraone: “Lasciami andare via; fammi tornare nel mio paese”. 22  Ma il faraone gli chiese: “Che cosa ti manca qui da me che ora cerchi di tornare nel tuo paese?” “Niente”, rispose Adàd, “ma, ti prego, lasciami andare”. 23  Dio suscitò anche un altro che oppose resistenza a Salomone,+ cioè Rezòn figlio di Eliàda, che era fuggito dal suo signore Adadèzer,+ re di Zoba. 24  In seguito alla sconfitta inflitta da Davide,*+ Rezòn aveva radunato degli uomini intorno a sé ed era diventato capo di una banda di predoni. Erano andati a Damasco,+ dove si erano stabiliti e avevano cominciato a regnare. 25  Rezòn oppose resistenza a Israele per tutti i giorni di Salomone, accrescendo il male fatto da Adàd. Detestò Israele per tutto il tempo in cui regnò sulla Siria. 26  Contro il re si ribellò* anche Geroboàmo,+ figlio di Nebàt, efraimita di Zèreda e servitore di Salomone,+ la cui madre era vedova e si chiamava Zerùa. 27  Ecco il motivo per cui si ribellò contro il re. Salomone aveva costruito il Terrapieno*+ e chiuso la breccia della Città di Davide suo padre.+ 28  Geroboàmo era un uomo capace. E Salomone, vedendo che il giovane era un grande lavoratore, lo aveva nominato sorvegliante+ di tutto il servizio obbligatorio della casa di Giuseppe. 29  In quel tempo Geroboàmo era uscito da Gerusalemme, e il profeta Ahìa,+ il silonita, lo aveva incontrato per la strada. Ahìa indossava una veste nuova, e i due erano soli in campagna. 30  Ahìa aveva afferrato la veste nuova che aveva addosso e l’aveva strappata in 12 pezzi. 31  Poi aveva detto a Geroboàmo: “Prenditi 10 pezzi, perché questo è ciò che Geova, l’Iddio d’Israele, dice: ‘Ecco, strapperò il regno dalle mani di Salomone, e ti darò 10 tribù.+ 32  Ma una tribù resterà sua+ per amore del mio servitore Davide+ e per amore di Gerusalemme, la città che ho scelto fra tutte le tribù d’Israele.+ 33  Farò questo perché mi hanno lasciato+ e si sono inchinati davanti ad Àstoret dea dei sidoni, a Chèmos dio di Mòab e a Milcòm dio degli ammoniti, e non hanno camminato nelle mie vie facendo ciò che è giusto ai miei occhi e osservando i miei decreti e le mie decisioni giudiziarie come fece Davide, padre di Salomone. 34  Ma non gli toglierò di mano tutto il regno, e lo manterrò nella posizione di capo per tutti i giorni della sua vita, per amore del mio servitore Davide, che io scelsi,+ perché Davide osservò i miei comandamenti e i miei decreti. 35  Toglierò il regno dalle mani di suo figlio e lo darò a te; ti darò 10 tribù.+ 36  A suo figlio darò una tribù, così che il mio servitore Davide abbia sempre una lampada davanti a me a Gerusalemme,+ città che mi sono scelto per stabilirvi il mio nome. 37  Prenderò te, e tu regnerai su tutto quello che vorrai;* diventerai re su Israele. 38  E se ubbidirai a tutto quello che ti comanderò e camminerai nelle mie vie e farai ciò che è giusto ai miei occhi osservando i miei decreti e i miei comandamenti, proprio come fece il mio servitore Davide,+ allora anch’io sarò con te. Ti edificherò una casa duratura, proprio come l’ho edificata a Davide,+ e ti darò Israele. 39  E per questo motivo umilierò la discendenza di Davide,+ ma non per sempre’”.+ 40  Allora Salomone cercò di mettere a morte Geroboàmo, che però fuggì in Egitto da Sisàc,+ re d’Egitto,+ e restò là fino alla morte di Salomone. 41  Quanto al resto della storia di Salomone, tutto quello che fece e la sua sapienza, non è forse riportato nel libro della storia di Salomone?+ 42  La durata* del regno di Salomone a Gerusalemme su tutto Israele fu di 40 anni. 43  Alla fine Salomone morì,* e fu sepolto nella Città di Davide suo padre; e suo figlio Roboàmo+ diventò re al suo posto.

Note in calce

O “idumee”.
O “contrarre matrimoni misti con loro”.
O “esercitarono una notevole influenza su di lui”.
O “completamente devoto”.
O “Astàrte”.
O “Mòlec”.
Regina che non esercitava il potere sovrano.
O forse “svezzato”.
Lett. “giaceva con i suoi padri”.
O “quando Davide li uccise”.
Lett. “alzò la mano”.
O “Millo”, termine ebraico che significa “riempire”.
O “che la tua anima vorrà”.
Lett. “giorni”.
Lett. “giacque con i suoi padri”.

Approfondimenti

Galleria multimediale