VISUALIZZA

Geova Dio ha il diritto di regnare. Il suo modo di governare è il migliore. Il suo proposito per la terra e per gli esseri umani si realizzerà.

Dopo il 4026 a.E.V.

Il “serpente” contesta il diritto e il modo di governare di Geova. Quindi Geova promette di suscitare una “discendenza”, o “seme”, che alla fine distruggerà il serpente, Satana (Genesi 3:1-5, 15, nota in calce). Concede comunque del tempo affinché gli uomini si governino sotto l’influenza del serpente.

1943 a.E.V.

Geova dice ad Abraamo che la “discendenza” promessa verrà da lui (Genesi 22:18).

Dopo il 1070 a.E.V.

Geova assicura al re Davide e poi a suo figlio Salomone che la “discendenza” promessa sarebbe venuta dalla loro linea genealogica (2 Samuele 7:12, 16; 1 Re 9:3-5; Isaia 9:6, 7).

29 E.V.

Geova rivela che Gesù è la “discendenza” promessa che eredita il trono di Davide (Galati 3:16; Luca 1:31-33; 3:21, 22).

33 E.V.

Il serpente, Satana, causa una ferita temporanea alla “discendenza” promessa facendo uccidere Gesù. Geova riporta in vita Gesù, che ascende al cielo. Accettando il valore della sua vita perfetta, Geova crea i presupposti per perdonare i peccati e dare ai discendenti di Adamo la vita eterna (Genesi 3:15; Atti 2:32-36; 1 Corinti 15:21, 22).

1914 E.V. ca.

Gesù scaglia il serpente, Satana, sulla terra confinandolo lì per un breve periodo di tempo (Rivelazione 12:7-9, 12).

Futuro

Gesù imprigiona Satana per 1.000 anni e poi lo distrugge schiacciandogli simbolicamente la testa. Il proposito originale di Geova per la terra e l’umanità si adempie, il suo nome è liberato dal disonore a esso arrecato e la sua sovranità, o modo di governare, viene rivendicata (Rivelazione 20:1-3, 10; 21:3, 4).