Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Zaccaria 1:1-21

1  Nell’ottavo mese del secondo anno di Dario+ la parola di Geova fu rivolta a Zaccaria+ figlio di Berechia* figlio di Iddo+ il profeta, dicendo:  “Geova si indignò contro i vostri padri, moltissimo.+  “E devi dire loro: ‘Geova degli eserciti* ha detto questo: “‘Tornate a me’,+ è l’espressione di Geova* degli eserciti, ‘e io tornerò a voi’,+ ha detto Geova* degli eserciti”’.  “‘Non divenite come i vostri padri,+ che i precedenti profeti chiamarono,+ dicendo: “Geova* degli eserciti ha detto questo: ‘Tornate, suvvia, dalle vostre cattive vie e dalle vostre cattive azioni’”’.+ “‘Ma non ascoltarono, e non mi prestarono attenzione’,+ è l’espressione di Geova.  “‘In quanto ai vostri padri, dove sono?+ E in quanto ai profeti,+ continuarono forse a vivere a tempo indefinito?  Comunque, riguardo alle mie parole e ai miei regolamenti che comandai ai miei servitori, i profeti,+ non raggiunsero essi i vostri padri?’+ Tornarono, dunque, e dissero: ‘Secondo ciò che Geova degli eserciti aveva pensato di farci,+ secondo le nostre vie e secondo le nostre azioni, così ci ha fatto’”.+  Il ventiquattresimo giorno dell’undicesimo mese, cioè il mese di sebat, nel secondo anno di Dario,+ la parola di Geova fu rivolta a Zaccaria+ figlio di Berechia* figlio di Iddo+ il profeta, dicendo:  “Vidi nella notte, ed ecco, un uomo*+ che cavalcava un cavallo rosso,+ e stava fermo fra i mirti+ che erano nel luogo profondo;* e dietro a lui c’erano cavalli [di colore] rosso, rosso vivo, e bianco”.+  E dunque dissi: “Chi sono questi, mio signore?”*+ Allora l’angelo* che parlava con me mi disse:+ “Io stesso ti mostrerò chi sono questi medesimi”. 10  Quindi l’uomo che stava fermo fra i mirti rispose e disse: “Questi sono quelli che Geova ha mandato a percorrere la terra”.*+ 11  Ed essi rispondevano all’angelo di Geova che stava fra i mirti e dicevano: “Abbiamo percorso la terra,+ ed ecco, l’intera terra sta quieta e non ha disturbo”.+ 12  L’angelo di Geova dunque rispose e disse: “O Geova degli eserciti, fino a quando tu stesso non mostrerai misericordia a Gerusalemme e alle città di Giuda,+ le quali hai denunciato in questi settant’anni?”+ 13  E Geova rispondeva all’angelo che parlava con me, con buone parole, parole di conforto;+ 14  e l’angelo che parlava con me mi diceva: “Grida, dicendo: ‘Geova degli eserciti ha detto questo: “Sono stato geloso di Gerusalemme e di Sion con grande gelosia.+ 15  Con grande indignazione mi sento indignato contro le nazioni che sono a loro agio;+ perché io, da parte mia, mi sentii indignato solo per un poco,+ ma esse, da parte loro, aiutarono alla calamità”’.+ 16  “Perciò Geova ha detto questo: ‘“Certamente tornerò a Gerusalemme con misericordie.+ La mia propria casa sarà edificata in essa”,+ è l’espressione di Geova degli eserciti, “e la stessa corda per misurare sarà stesa su Gerusalemme”’.+ 17  “Grida ancora, dicendo: ‘Geova degli eserciti ha detto questo: “Le mie città traboccheranno ancora di bontà;+ e Geova certamente proverà ancora rammarico per Sion+ e ancora sceglierà realmente Gerusalemme”’”.+ 18  E alzavo gli occhi e vedevo; ed ecco, c’erano quattro corna.+ 19  Dissi dunque all’angelo che parlava con me: “Che sono queste?” A sua volta mi disse: “Queste sono le corna che dispersero Giuda,+ Israele+ e Gerusalemme”.+ 20  Inoltre, Geova mi mostrò quattro artefici. 21  Allora dissi: “Che vengono a fare questi?” Ed egli proseguì, dicendo: “Queste sono le corna+ che dispersero Giuda a tal punto che nessuno alzò affatto la testa; e questi altri verranno a farle tremare, ad abbattere le corna delle nazioni che alzano un corno contro il paese di Giuda,* per disperderlo”.+

Note in calce

“Berechia”: ebr. Berekhyàh, come in 1Cr 3:20; 9:16; Ne 3:4, 30; 6:18.
“Geova degli eserciti”: ebr. Yehwàh tsevaʼòhth. In Zaccaria questa espressione ricorre 53 volte.
Vedi App. 1C (2).
Vedi App. 1C (2).
Vedi App. 1C (2).
“Berechia”: ebr. Berekhyàhu, come in 1Cr 6:39; 15:17; 2Cr 28:12.
“Un uomo”: ebr. ʼish.
O, “nell’abisso”. Ebr. bammetsulàh; lat. in profundo; T, “a Babele (Babilonia)”.
“Mio signore”: ebr. ʼadhonì; gr. kỳrie; lat. domine.
O, “il messaggero”. Ebr. hammalʼàkh; gr. ho àggelos; lat. angelus.
O, “il [lett. “nel”] paese”. Ebr. baʼàrets.
“Giuda”, MSyVg; LXX, “Geova”.