Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Salmo 82:1-8

Melodia di Asaf. 82  Dio* si pone nell’assemblea+ del Divino;*+In mezzo agli dèi* giudica:+   “Fino a quando continuerete a giudicare con ingiustizia+E a mostrare parzialità agli* stessi malvagi?+ Sela.   Siate giudici per il misero e per l’orfano di padre.+All’afflitto e a chi ha pochi mezzi fate giustizia.+   Provvedete scampo al misero e al povero;+Dalla mano dei malvagi liberate[li]”.+   Essi non hanno conosciuto e non comprendono;+Nelle tenebre continuano a camminare;+Son fatte vacillare tutte le fondamenta della terra.+   “Io stesso ho detto: ‘Voi siete dèi,*+E voi tutti siete figli dell’Altissimo.+   Sicuramente morirete proprio come muoiono gli uomini;*+E cadrete come uno qualsiasi dei principi!’ ”+   Sorgi, o Dio,* giudica la terra;+Poiché tu stesso devi prendere* possesso di tutte le nazioni.+

Note in calce

“Dio”: ebr. ʼElohìm.
O, “Dio”. Ebr. ʼEl; LXXVg, “dèi”; Sy, “angeli”.
O, “quelli simili a Dio”. Ebr. ʼelohìm; LXXVgc, “dèi”; Sy, “angeli”; T, “giudici”.
Lett. “e alzerete le facce degli”.
O, “quelli simili a Dio”. Ebr. ʼelohìm; gr. theòi; sir. daʼlahin; lat. dii; T, “come angeli”.
O, “proprio come l’uomo terreno”. Ebr. keʼadhàm.
“Dio”: ebr. ʼElohìm.
O, “prenderai”.