Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Salmo 79:1-13

Melodia di Asaf. 79  O Dio, le nazioni sono entrate nella tua eredità;+Hanno contaminato il tuo santo tempio;+Hanno ridotto Gerusalemme a un mucchio di rovine.+   Hanno dato il corpo morto dei tuoi servitori in pasto ai volatili dei cieli,+La carne dei tuoi leali alle bestie selvagge della terra.+   Hanno versato il loro sangue come acquaTutt’intorno a Gerusalemme, e non c’è nessuno per fare la sepoltura.+   Siamo divenuti un biasimo ai nostri vicini,+Una derisione e una burla a quelli intorno a noi.+   Fino a quando, o Geova, sarai adirato? Per sempre?+Fino a quando brucerà il tuo ardore proprio come un fuoco?+   Versa il tuo furore sulle nazioni che non ti hanno conosciuto,+E sui regni che non hanno invocato il tuo proprio nome.+   Poiché hanno divorato Giacobbe,+E hanno fatto divenire desolato+ il suo proprio luogo di dimora.   Non ricordare contro di noi gli errori dei progenitori.+Affrettati! Si presentino a noi le tue misericordie,+Poiché ci siamo grandemente impoveriti.+   Aiutaci, o Dio della nostra salvezza,+Per amore della gloria del tuo nome;+E liberaci e copri i nostri peccati a motivo del tuo nome.+ 10  Perché dovrebbero dire le nazioni: “Dov’è il loro Dio?”+Fra le nazioni sia conosciuta davanti ai nostri occhi+La vendetta del sangue dei tuoi servitori che è stato versato.+ 11  I sospiri del prigioniero vengano pure dinanzi a te.+Secondo la grandezza del tuo braccio conserva* quelli designati alla morte.*+ 12  E ripaga ai nostri vicini sette volte nel loro seno+Il biasimo col quale ti hanno biasimato, o Geova.*+ 13  In quanto a noi tuo popolo e gregge del tuo pascolo,+Ti renderemo grazie a tempo indefinito;Di generazione in generazione dichiareremo la tua lode.+

Note in calce

O, “lascia rimanere”. Sy, “rendi liberi”.
Lett. “i figli della morte”.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.