Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Salmo 78:1-72

Maschil.* Di Asaf.+ 78  Presta orecchio, o mio popolo, alla mia legge;+ Porgete orecchio ai detti della mia bocca.+   In un’espressione proverbiale certamente aprirò la mia bocca;+ Di sicuro farò sgorgare enigmi di molto tempo fa,+   Che abbiamo udito e conosciamo,+ E che i nostri propri padri ci hanno narrato;+   Che noi non occultiamo ai loro figli,+ Narrando[li] anche alla generazione avvenire,+ Le lodi di Geova e la sua forza+ E le sue cose meravigliose che egli ha fatto.+   E suscitava un rammemoratore in Giacobbe,+ E pose una legge in Israele,+ Cose che comandò ai nostri antenati,+ Perché le facessero conoscere ai loro figli;+   Affinché la generazione avvenire, i figli che dovevano nascere, [le] conoscessero,+ Perché si levassero e [le] narrassero ai loro figli,+   E perché riponessero la loro fiducia in Dio* stesso+ E non dimenticassero le pratiche di Dio,*+ ma osservassero i suoi propri comandamenti.+   E non dovevano divenire come i loro antenati,+ Una generazione ostinata e ribelle,+ Una generazione che non aveva preparato il cuore+ E il cui spirito non era degno di fede presso Dio.*+   I figli di Efraim, benché armati tiratori d’arco,+ Si ritirarono nel giorno del combattimento.+ 10  Non osservarono il patto di Dio,*+ E si rifiutarono di camminare nella sua legge.+ 11  Dimenticavano anche le sue gesta+ E le sue meravigliose opere che aveva fatto loro vedere.+ 12  Di fronte ai loro antenati aveva operato in maniera meravigliosa+ Nel paese d’Egitto,+ il campo di Zoan.+ 13  Divise il mare, per farli passare,+ E fece fermare le acque come una diga.+ 14  E continuò a guidarli con una nuvola di giorno+ E l’intera notte con una luce di fuoco.+ 15  Spaccava le rocce nel deserto,+ Per far bere [loro] un’abbondanza proprio come le acque degli abissi.*+ 16  E faceva uscire ruscelli dalla rupe+ E faceva scendere acque proprio come fiumi.+ 17  Ed essi peccavano ancora di più contro di lui,+ Ribellandosi contro l’Altissimo nella regione arida;+ 18  E mettevano alla prova Dio* nel loro cuore,+ Chiedendo qualcosa da mangiare per la loro anima.+ 19  Parlavano dunque contro Dio.*+ Dissero: “Può Dio imbandire una tavola nel deserto?”+ 20  Ecco, egli colpì la roccia+ Perché acque sgorgassero e torrenti stessi inondassero.+ “Può anche dare lo stesso pane,+ O può preparare sostentamento per il suo popolo?”+ 21  Per questo Geova udì e si infuriava;+ E il fuoco stesso si accese contro Giacobbe,+ E anche l’ira ascese contro Israele.+ 22  Poiché non riposero fede in Dio,+ E non confidarono nella salvezza da lui.+ 23  Ed egli comandava ai cieli nuvolosi di sopra, E aprì le medesime porte del cielo.+ 24  E faceva piovere su di loro la manna da mangiare,+ E diede loro il grano del cielo.+ 25  Gli uomini* mangiarono il medesimo pane dei potenti;*+ Mandò loro provviste a sazietà.+ 26  Faceva levare un vento orientale nei cieli+ E faceva soffiare un vento meridionale mediante la sua propria forza.+ 27  E faceva piovere su di loro il sostentamento proprio come la polvere,+ Anche creature volatili alate proprio come i granelli di sabbia dei mari.+ 28  E [le] faceva cadere in mezzo al suo campo,+ Tutt’intorno ai suoi tabernacoli.+ 29  E si misero a mangiare e si saziarono molto,+ E ciò che desiderarono portava loro.+ 30  Non si erano distolti dal loro desiderio, Mentre il loro cibo era ancora nella loro bocca,+ 31  Quando la stessa ira di Dio ascese contro di loro.+ Ed egli si mise a uccidere fra i loro vigorosi;+ E fece crollare i giovani d’Israele. 32  Nonostante tutto ciò peccarono ancora+ E non riposero fede nelle sue meravigliose opere.+ 33  Pose dunque fine ai loro giorni come a un semplice soffio,+ E ai loro anni mediante il turbamento. 34  Tutte le volte che li uccideva, domandavano quindi di lui,+ E tornavano a cercare Dio.*+ 35  E si ricordavano che Dio* era la loro Roccia,+ E che Dio l’Altissimo era il loro Vendicatore.+ 36  E cercarono d’ingannarlo con la loro bocca;+ E con la loro lingua cercarono di dirgli menzogne.+ 37  E il loro cuore non fu saldo verso di lui;+ E non si mostrarono fedeli al suo patto.+ 38  Ma egli fu misericordioso;+ copriva il loro errore+ e non causava rovina.+ E molte volte fece ritrarre la sua ira,+ E non destava tutto il suo furore. 39  E si ricordava che erano carne,+ Che lo spirito* esce e non torna.+ 40  Quante volte si ribellavano contro di lui nel deserto,+ Lo contristavano nella steppa!+ 41  E ripetutamente mettevano Dio* alla prova,+ E addolorarono anche il Santo d’Israele.+ 42  Non si ricordarono della sua mano,+ Del giorno che li redense dall’avversario,+ 43  Di come pose i suoi segni nello stesso Egitto+ E i suoi miracoli nel campo di Zoan;+ 44  E di come cambiava in sangue i loro canali del Nilo,+ Così che non potevano bere dai loro propri corsi d’acqua.+ 45  Mandava su di loro i tafani, perché questi li divorassero;+ E le rane, perché queste li riducessero in rovina.+ 46  E dava agli scarafaggi il loro prodotto, E la loro fatica alle locuste.+ 47  Uccideva la loro vite anche con la grandine+ E i loro sicomori con i chicchi di grandine.+ 48  E consegnava le loro bestie da soma anche alla grandine+ E il loro bestiame alla febbre bruciante. 49  Mandava su di loro la sua ira ardente,+ Furore e denuncia e angustia,+ Delegazioni di angeli che recavano calamità.+ 50  Preparava un sentiero alla sua ira.+ Non trattenne la loro anima dalla stessa morte; E la loro vita diede pure alla pestilenza.*+ 51  Infine abbatté tutti i primogeniti d’Egitto,+ Il principio del loro potere generativo* nelle tende di Cam.+ 52  Fece poi partire il suo popolo proprio come un gregge,+ E li condusse come un branco nel deserto.+ 53  E continuò a guidarli al sicuro, e non provarono terrore;+ E il mare coprì i loro stessi nemici.+ 54  Ed egli li portava al suo santo territorio,+ Questa regione montagnosa che la sua destra acquistò.+ 55  E a motivo loro cacciò gradualmente le nazioni,+ E con la corda per misurare ripartiva loro un’eredità,+ Così che fece risiedere le tribù d’Israele nelle loro proprie case.*+ 56  E mettevano alla prova Dio l’Altissimo e si ribellavano contro di lui,+ E non osservarono i suoi rammemoratori.+ 57  Continuarono anche a volgersi indietro e ad agire slealmente come i loro antenati;+ Si rivoltarono come un arco lento.+ 58  E lo offendevano con i loro alti luoghi,+ E con le loro immagini scolpite lo incitavano a gelosia.+ 59  Dio udì+ e si infuriava,+ E così disprezzò molto Israele.+ 60  E infine abbandonò il tabernacolo di Silo,+ La tenda in cui risiedette fra gli uomini terreni.+ 61  E dava la sua forza perfino alla cattività+ E la sua bellezza in mano all’avversario.+ 62  E consegnava il suo popolo alla stessa spada,+ E si infuriava contro la sua eredità.+ 63  Un fuoco divorò i suoi giovani, E le sue vergini non furon lodate.*+ 64  In quanto ai suoi sacerdoti, caddero mediante la stessa spada,+ E le loro* proprie vedove non si diedero al pianto.+ 65  Quindi Geova* si svegliava come dal sonno,+ Come un potente che torna in sé dal vino.+ 66  E abbatteva i suoi avversari da dietro;+ Diede loro un biasimo di durata indefinita.+ 67  E rigettava la tenda di Giuseppe;+ E non scelse la tribù di Efraim.+ 68  Ma scelse la tribù di Giuda,+ Il monte Sion, che egli amò.+ 69  Ed edificava il suo santuario proprio come le altezze,+ Come la terra che ha fondato a tempo indefinito.+ 70  E scelse dunque Davide suo servitore+ E lo prese dai recinti del gregge.+ 71  Dal seguire le femmine che allattavano+ Lo condusse per esser pastore su Giacobbe suo popolo+ E su Israele sua eredità.+ 72  Ed egli li pasceva secondo l’integrità del suo cuore,+ E li guidava con la destrezza delle sue mani.+

Note in calce

Vedi nt. a 32:sopr.
“In Dio”: ebr. vEʼlohìm.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Dio”: ebr. ʼElohìm.
O, “proprio come ondeggianti acque”. Ebr. kithhomòhth. Vedi nt. a 33:7, “acque”.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Contro Dio”: ebr. bEʼlohìm.
“Uomini”: ebr. ʼish.
“Potenti”, cioè sovrumani. Ebr. ʼabbirìm; LXXSyVg, “angeli”; T, “(che discese) dall’abitazione degli angeli”.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Dio”: ebr. ʼElohìm.
O, “un vento”. Ebr. rùach.
“Dio”: ebr. ʼEl.
O, “peste (bubbonica)”.
Lett. “dei poteri generativi”, M; Sy, “della loro progenie”; TLXXVg, “del loro travaglio”.
Lett. “tende”.
“Lodate”, cioè in canti nuziali.
“Loro”, LXXSyVg; MT, “sue”.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.