Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Salmo 59:1-17

Al direttore. “Non ridurre in rovina”. Di Davide. Mictam.* Quando Saul mandò, e sorvegliavano la casa, per metterlo a morte.+ 59  Liberami dai miei nemici, o mio Dio;+ Da quelli che si levano contro di me voglia tu proteggermi.+   Liberami da quelli che praticano ciò che è nocivo,+ E salvami dagli uomini colpevoli di sangue.   Poiché, ecco, hanno teso un agguato alla mia anima;+ I forti sferrano un attacco contro di me,+ Non per alcuna rivolta da parte mia, né per alcun peccato da parte mia, o Geova.+   Benché non ci sia errore, corrono e si preparano.+ Sì, déstati alla mia chiamata e vedi.+   E tu, o Geova Dio degli eserciti, sei l’Iddio d’Israele.+ Svegliati per rivolgere la tua attenzione a tutte le nazioni.+ Non mostrar favore ad alcuno degli iniqui traditori.+ Sela.   Essi continuano a tornare la sera;+ Continuano ad abbaiare come un cane+ e vanno tutt’intorno alla città.+   Ecco, gorgogliano con la loro bocca;+ Spade sono sulle loro labbra,+ Poiché chi ascolta?+   Ma tu stesso, o Geova, riderai di loro;+ Ti farai beffe di tutte le nazioni.+   O mia Forza,* verso di te certamente mi manterrò in guardia;+ Poiché Dio è la mia sicura altezza.+ 10  L’Iddio di amorevole benignità* verso di me* si presenterà lui stesso dinanzi a me;+ Dio stesso mi farà guardare sui miei nemici.+ 11  Non ucciderli, affinché il mio popolo non dimentichi.+ Mediante la tua energia vitale falli vagare,+ E abbattili, o nostro scudo Geova,*+ 12  [Per] il peccato della loro bocca, la parola delle loro labbra;+ E siano presi nel loro orgoglio,+ Anche per la maledizione e l’inganno che ripetono. 13  Poni [loro] fine nel furore;+ Poni [loro] fine, perché non siano; E sappiano che Dio governa in Giacobbe fino alle estremità della terra.+ Sela. 14  E tornino la sera; Abbàino come un cane e vadano tutt’intorno alla città.+ 15  Vaghino quei medesimi per qualcosa da mangiare;+ Non si sazino né passino la notte.+ 16  Ma in quanto a me, canterò la tua forza,+ E al mattino annuncerò con gioia la tua amorevole benignità.+ Poiché hai mostrato d’essere per me una sicura altezza+ E un luogo a cui fuggire nel giorno della mia angustia.+ 17  O mia Forza, a te innalzerò melodie,+ Poiché Dio è la mia sicura altezza, l’Iddio di amorevole benignità verso di me.+

Note in calce

Vedi nt. a 16:sopr.
“Mia Forza”, TLXXVg e parecchi mss. ebr.; M, “sua Forza”.
O, “amore leale”.
“Verso di me”, MmargineT e molti mss. ebr.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.