Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Salmo 31:1-24

Al direttore. Melodia di Davide. 31  In te, o Geova,* mi sono rifugiato.+ Oh, che io non provi mai vergogna.+ Nella tua giustizia provvedimi scampo.+   Porgimi il tuo orecchio.+ Liberami rapidamente.+ Divieni per me una fortezza rocciosa,+ Una casa di fortezze per salvarmi.+   Poiché tu sei la mia rupe e la mia fortezza;+ E per amore del tuo nome+ mi guiderai e mi condurrai.+   Mi farai uscire dalla rete che hanno nascosto per me,+ Poiché tu sei la mia fortezza.+   Nella tua mano affido il mio spirito.+ Mi hai redento,+ o Geova,* Dio di verità.*+   Davvero odio quelli che mostrano riguardo a idoli vani,* inutili;+ Ma in quanto a me, confido davvero in Geova.*+   Certamente gioirò e mi rallegrerò nella tua amorevole benignità,*+ In quanto hai visto la mia afflizione;+ Hai saputo delle angustie della mia anima,+   E non mi hai ceduto in mano al nemico.+ Hai fatto stare i miei piedi in un luogo spazioso.+   Mostrami favore, o Geova,* poiché sono in grave angustia.+ Per la vessazione si è indebolito il mio occhio,+ la mia anima e il mio ventre.+ 10  Poiché con mestizia la mia vita è pervenuta alla fine,+ E i miei anni nei sospiri.+ A causa del mio errore la mia potenza ha inciampato,+ E le mie medesime ossa si sono indebolite.+ 11  Dal punto di vista di tutti quelli che mi mostrano ostilità+ son divenuto un biasimo,+ E molto grande ai miei vicini,+ E un terrore ai miei conoscenti.+ Quando mi hanno visto fuori delle porte, sono fuggiti da me.+ 12  Come qualcuno morto [e che] non è nel cuore, sono stato dimenticato;+ Son divenuto come un vaso danneggiato;*+ 13  Poiché ho udito la notizia malevola da molti,+ Essendo lo spavento da tutte le parti.+ Quando si ammassano come un sol uomo contro di me,+ È per togliere la mia anima* che in effetti tramano.+ 14  Ma io, in te ho confidato, o Geova.+ Ho detto: “Tu sei il mio Dio”.*+ 15  I miei tempi sono nella tua mano.+ Liberami dalla mano dei miei nemici e da quelli che mi inseguono.+ 16  Fa splendere sul tuo servitore la tua faccia.+ Salvami nella tua amorevole benignità.+ 17  O Geova, che io non provi vergogna, poiché ti ho invocato.+ Provino vergogna i malvagi;+ Tacciano nello Sceol.+ 18  Divengano senza parola le labbra false,+ Che parlano contro il giusto,+ senza restrizione in superbia e disprezzo.+ 19  Com’è abbondante la tua bontà,+ che hai riservato a quelli che ti temono!+ [Che] hai reso a quelli che si rifugiano in te, Di fronte ai figli degli uomini.*+ 20  Li occulterai nel luogo segreto della tua persona*+ Dall’assembramento degli uomini.*+ Li nasconderai nella tua capanna dalla lite delle lingue.+ 21  Benedetto sia Geova,*+ Poiché mi ha reso meravigliosa amorevole benignità+ in una città alle strette.+ 22  In quanto a me, allorché provai panico+ dissi: “Certamente sarò sterminato d’innanzi ai tuoi occhi”.+ Di sicuro hai udito la voce delle mie suppliche quando ho invocato il tuo aiuto.+ 23  Oh amate Geova,* voi tutti suoi leali.+ Geova* salvaguarda i fedeli,+ Ma ricompensa ampiamente chiunque mostra superbia.+ 24  Siate coraggiosi, e sia forte il vostro cuore,+ Voi tutti che aspettate Geova.*+

Note in calce

Vedi App. 1C (10).
Vedi App. 1C (10).
“Dio di verità”: o, “il vero Dio”. Ebr. ʼEl ʼemèth.
Lett. “vanità”.
Vedi App. 1C (10).
O, “amore leale”.
Vedi App. 1C (10).
O, “perso”.
O, “la mia vita”. Ebr. nafshì; gr. psychèn; lat. animam.
“Il mio Dio”: ebr. ʼElohài.
O, “uomini terreni”. Ebr. ʼadhàm.
Lett. “faccia”. Cfr. nt. a 2Sa 17:11, “persona”.
“Uomini”: ebr. ʼish.
Vedi App. 1C (10).
Vedi App. 1C (10).
Vedi App. 1C (10).
Vedi App. 1C (10).