Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Salmo 10:1-18

ל [Làmedh]* 10  Perché, o Geova, continui a stare lontano?+ [Perché] ti tieni nascosto* in tempi di angustia?+   Nella sua superbia il malvagio insegue accanitamente l’afflitto;+ Sono presi dalle idee che hanno escogitato.+   Poiché il malvagio si è lodato per la brama egoistica della sua anima,+ E chi fa indebito profitto+ si è benedetto;נ [Nun]Ha mancato di rispetto a Geova.+   Il malvagio secondo la sua alterigia* non fa nessuna ricerca;+ Tutte le sue idee sono: “Non c’è Dio”.*+   Le sue vie continuano a prosperare* in ogni tempo.+ Le tue decisioni giudiziarie sono alte, al di fuori della sua portata;+ In quanto a tutti quelli che gli mostrano ostilità, egli soffia su di loro.+   Ha detto nel suo cuore: “Non mi si farà vacillare;+ Di generazione in generazione [sarò] senza calamità”.+ פ [Peʼ]   La sua bocca è piena di giuramenti e di inganni e di oppressione.+ Sotto la sua lingua sono affanno e ciò che è nocivo.+   Si apposta in un’imboscata negli abitati;* Da luoghi nascosti ucciderà qualche innocente.+ע [ʽÀyin]I suoi occhi sono in guardia per qualche sfortunato.*+   Continua a stare in agguato nel luogo nascosto come un leone nella sua tana.+ Continua a stare in agguato+ per portare via a forza qualche afflitto. Porta via l’afflitto a forza quando tira la sua rete e la chiude.+ 10  È affranto, si inchina, E l’esercito degli avviliti* deve cadere nei suoi forti [artigli].+ 11  Ha detto nel suo cuore:+ “Dio ha dimenticato.+ Ha nascosto la sua faccia.+ Certamente non [lo] vedrà mai”.+ ק [Qohf] 12  Sorgi,+ o Geova. O Dio,* alza la tua mano.+ Non dimenticare gli afflitti.+ 13  Perché il malvagio ha mancato di rispetto a Dio?*+ Ha detto nel suo cuore: “Tu non chiederai conto”.+ ר [Rehsh] 14  Poiché tu stesso hai visto l’affanno e la vessazione. Continui a guardare, per prender[li] nella tua mano.+ A te [si] affida lo sfortunato,+ l’orfano di padre. Tu stesso sei divenuto il [suo] soccorritore.+ ש [Shin] 15  Rompi il braccio del malvagio e del cattivo.+ Voglia tu ricercarne la malvagità [finché] non ne trovi più.+ 16  Geova è Re a tempo indefinito, sì, per sempre.+ Le nazioni sono perite dalla sua terra.+ ת [Taw] 17  Certamente udrai il desiderio dei mansueti,+ o Geova. Preparerai il loro cuore.+ Presterai attenzione col tuo orecchio,+ 18  Per giudicare l’orfano di padre e l’oppresso,+ Affinché l’uomo mortale che è della terra non faccia più tremare.*+

Note in calce

In LXXVg questo salmo è unito al precedente così da formare un unico salmo di 39 vv. Nel M l’acrostico alfabetico continua dal Sl 9 a tutto il Sl 10, che comincia con la 12a lettera dell’alfabeto ebr., làmedh.
“Ti tieni nascosto”, in armonia con T.
Lett. “secondo l’altezza del suo naso”.
“Dio”: ebr. ʼElohìm.
“Prosperare”, con una correzione; M, “persistere”.
“Abitati”, M; con un lieve cambiamento di puntazione vocalica, “erba verde”.
“Qualche sfortunato”: nel M il significato è incerto. Alcuni leggono: “le tue forze militari”, ma questa versione non si adatta al contesto.
“L’esercito degli avviliti”: nel M il significato è incerto.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Dio”: ebr. ʼElohìm, pl. di ʼElòhah.
O, “affinché l’uomo mortale non continui più a uscire tremando dalla terra”.