Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Proverbi 3:1-35

3  Figlio mio, non dimenticare la mia legge,+ e il tuo cuore osservi i miei comandamenti,+  perché ti saranno aggiunti* lunghezza di giorni e anni di vita+ e pace.+  L’amorevole benignità* e la verità* stesse non ti lascino.+ Legatele intorno alla gola.+ Scrivile sulla tavoletta del tuo cuore,+  e trova dunque favore e buona perspicacia agli occhi di Dio* e dell’uomo terreno.*+  Confida in Geova con tutto il tuo cuore+ e non ti appoggiare al tuo proprio intendimento.+  In tutte le tue vie riconoscilo,+ ed egli stesso renderà diritti i tuoi sentieri.+  Non divenire saggio ai tuoi propri occhi.+ Temi Geova e allontanati dal male.+  Divenga salute+ per il tuo ombelico e ristoro* per le tue ossa.+  Onora Geova con le tue cose di valore+ e con le primizie di tutti i tuoi prodotti.+ 10  Quindi saranno pieni di abbondanza i tuoi depositi di provviste;+ e i tuoi propri tini traboccheranno* di vino nuovo.+ 11  Non rigettare, o figlio mio, la disciplina di Geova;+ e non aborrire la sua riprensione,+ 12  perché Geova riprende colui che ama,+ come fa anche il padre col figlio di cui si compiace.+ 13  Felice è l’uomo che ha trovato la sapienza,+ e l’uomo che ottiene discernimento,+ 14  poiché averla come guadagno è meglio che avere come guadagno l’argento e averla come prodotto che l’oro*+ stesso. 15  Essa* è più preziosa dei coralli+ e tutti gli altri tuoi diletti non si possono uguagliare ad essa. 16  Lunghezza di giorni è nella sua destra;+ nella sua sinistra sono ricchezze e gloria.*+ 17  Le sue vie sono vie di piacevolezza, e tutti i suoi sentieri sono pace.+ 18  È un albero di vita+ per quelli che l’afferrano, e quelli che la ritengono saldamente+ devono chiamarsi felici.+ 19  Geova stesso fondò la terra con sapienza.+ Solidamente fissò i cieli con discernimento.+ 20  Mediante la sua conoscenza le stesse acque degli abissi* furono divise,+ e i cieli nuvolosi continuano a far gocciolare leggera pioggia.+ 21  Figlio mio, non si dipartano dai tuoi occhi.+ Salvaguarda la saggezza e la capacità di pensare,+ 22  ed esse saranno vita per la tua anima+ e fascino per la tua gola.+ 23  In tal caso camminerai al sicuro+ per la tua via, e pure il tuo piede non urterà contro alcuna cosa.+ 24  Quando giacerai non proverai terrore;+ e certamente giacerai, e il tuo sonno dovrà essere piacevole.+ 25  Non avrai bisogno di temere all’improvviso alcuna cosa terribile,+ né la bufera sui malvagi, perché viene.+ 26  Poiché Geova stesso mostrerà d’essere, in effetti, la tua fiducia,*+ e certamente preserverà il tuo piede dalla cattura.+ 27  Non trattenere il bene da quelli cui è dovuto,*+ quando è in potere della tua mano far[lo].+ 28  Non dire al tuo prossimo: “Va, e torna e domani darò”, quando c’è qualcosa presso di te.+ 29  Non architettare contro il tuo prossimo nessuna cosa cattiva,+ quando egli dimora con un senso di sicurezza presso di te.+ 30  Non litigare senza motivo con un uomo,*+ se non ti ha fatto nessun male.+ 31  Non divenire invidioso dell’uomo* di violenza,+ e non scegliere nessuna delle sue vie.+ 32  Poiché la persona tortuosa+ è detestabile a Geova,+ ma la Sua intimità è con i retti.+ 33  La maledizione di Geova è sulla casa del malvagio,+ ma egli benedice il luogo di dimora dei giusti.+ 34  Se ha a che fare con gli schernitori,+ egli stesso deriderà;+ ma ai mansueti mostrerà favore.+ 35  I saggi possederanno onore,*+ ma gli stupidi esaltano il disonore.+

Note in calce

Lett. “ti aggiungeranno”. Il verbo ebr. è alla terza persona masch. pl. (non è femm. come “legge” e “comandamenti” del v. 1), e si riferisce a un soggetto imprecisato.
O, “amore leale”.
O, “e la fedeltà (veracità)”. Ebr. weʼemèth.
“Agli occhi di Dio”: ebr. beʽehnèh ʼElohìm.
“E dell’uomo terreno”: ebr. weʼadhàm.
O, “bevanda; innaffiamento”. Cfr. Sl 102:9.
Lett. “scoppieranno”.
“E . . . che l’oro”: ebr. umecharùts.
Riferito alla “sapienza” del v. 13.
O, “onore”.
O, “ondeggianti acque”. Ebr. tehohmòhth. Cfr. nt. a Sl 33:7, “acque”; nt. a Sl 42:7, “abisso”.
Lett. “mostrerà d’essere nella tua fiducia”, M; LXX, “sarà su tutte le tue vie”.
Lett. “dai suoi proprietari”. Ebr. mibbeʽalàv, pl. di bàʽal.
O, “un uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
“Dell’uomo di”: ebr. beʼìsh.
O, “gloria”.