Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Proverbi 28:1-28

28  I malvagi in effetti fuggono quando non c’è inseguitore,+ ma i giusti confidano come un giovane leone.+  A causa della trasgressione di un paese molti sono i suoi principi [che si susseguono],+ ma mediante un uomo di discernimento* che ha conoscenza del diritto [il principe]* rimarrà a lungo.+  L’uomo robusto che ha pochi mezzi e che defrauda+ i miseri è come una pioggia che spazza via così che non c’è cibo.  Quelli che lasciano la legge lodano il malvagio,+ ma quelli che osservano la legge si eccitano contro di loro.+  Gli uomini dediti al male non possono capire il giudizio, ma quelli che cercano Geova possono capire ogni cosa.+  È meglio chi ha pochi mezzi e cammina nella sua integrità che uno perverso nelle [sue] vie, benché sia ricco.+  Il figlio che ha intendimento osserva la legge,+ ma chi è compagno dei ghiottoni umilia suo padre.+  Chi moltiplica le sue cose di valore mediante interesse+ e usura le raduna semplicemente per chi mostra favore ai miseri.+  Chi distoglie l’orecchio dall’udire la legge,+ perfino la sua preghiera è qualcosa di detestabile.+ 10  Chi fa sviare i retti+ verso la cattiva via cadrà lui stesso nella sua propria fossa,+ ma gli irriprovevoli stessi verranno in possesso del bene.+ 11  L’uomo ricco è saggio ai suoi propri occhi,+ ma il misero che ha discernimento lo scruta.+ 12  Quando i giusti esultano,+ c’è abbondanza di bellezza; ma quando i malvagi si levano, l’uomo si nasconde.+ 13  Chi copre le sue trasgressioni non riuscirà,+ ma a chi [le] confessa e [le] lascia sarà mostrata misericordia.+ 14  Felice è l’uomo che prova terrore di continuo,+ ma chi indurisce il suo cuore cadrà nella calamità.+ 15  Come un leone ruggente e un orso che infuria è il governante malvagio sul popolo misero.+ 16  Un condottiero che manca di vero discernimento abbonda anche di pratiche fraudolente,+ ma chi odia il profitto ingiusto+ prolungherà i [suoi] giorni. 17  L’uomo gravato della colpa di sangue per un’anima fuggirà lui stesso fino alla fossa.+ Non lo afferrino. 18  Chi cammina senza difetto sarà salvato,+ ma chi si rende perverso nelle [sue] vie ad un tratto cadrà.+ 19  Chi coltiva il suo proprio terreno avrà abbastanza pane,+ e chi insegue cose senza valore avrà abbastanza povertà.+ 20  L’uomo di atti fedeli* avrà molte benedizioni,+ ma chi si affretta a guadagnar ricchezze non rimarrà innocente.+ 21  Mostrare parzialità* non è bene,+ né che l’uomo robusto trasgredisca per un semplice pezzo di pane. 22  L’uomo dall’occhio invidioso si dà da fare dietro alle cose di valore,+ ma non sa che l’indigenza stessa verrà su di lui. 23  Chi riprende un uomo+ troverà poi più favore di chi fa l’adulatore con la sua lingua.* 24  Chi deruba suo padre e sua madre+ e dice: “Non è una trasgressione”,+ è compagno dell’uomo che causa rovina. 25  Chi ha l’anima arrogante suscita contesa,+ ma chi confida in Geova sarà reso grasso.+ 26  Chi confida nel suo proprio cuore è stupido,+ ma chi cammina nella sapienza scamperà.+ 27  Chi dà a uno di pochi mezzi non sarà nel bisogno,+ ma chi nasconde gli occhi avrà molte maledizioni.+ 28  Quando i malvagi si levano, l’uomo* si nasconde;+ ma quando periscono, i giusti divengono molti.+

Note in calce

Lett. “ma mediante un uomo terreno che discerne”. Ebr. uveʼadhàm mevìn.
Lett. “egli”.
“L’uomo di atti fedeli”: ebr. ʼish ʼemunòhth.
Lett. “Discernere le facce”.
Lett. “chi rende una lingua liscia”. O, “chi usa una lingua liscia”.
Lett. “un uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.