Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Proverbi 22:1-29

22  Un nome* è da scegliere più delle abbondanti ricchezze;+ il favore è migliore anche dell’argento e dell’oro.+  Il ricco e chi ha pochi mezzi si sono incontrati.+ Il Fattore di tutti loro è Geova.+  Accorto è chi ha visto la calamità e va a nascondersi,+ ma gli inesperti son passati oltre e devono subire la pena.+  Il risultato dell’umiltà [e] del timore di Geova è ricchezze e gloria e vita.+  Spine [e] trappole sono nella via del perverso;+ chi custodisce la sua anima se ne sta lontano.+  Addestra il ragazzo secondo la* via per lui;+ anche quando sarà invecchiato non se ne allontanerà.+  Il ricco è quello che domina su chi ha pochi mezzi,+ e chi prende a prestito è servitore dell’uomo che fa il prestito.+  Chi semina ingiustizia mieterà ciò che è nocivo,+ ma la medesima verga del suo furore perverrà alla fine.+  Chi è di occhio benigno sarà benedetto, poiché ha dato del suo cibo al misero.+ 10  Caccia lo schernitore, perché esca la contesa e perché cessino la controversia giudiziaria e il disonore.+ 11  Chi ama la purezza di cuore,*+ per il fascino delle sue labbra il re gli sarà compagno.+ 12  Gli occhi di Geova stesso hanno salvaguardato la conoscenza,+ ma egli sovverte le parole* dello sleale.+ 13  Il pigro ha detto:+ “Fuori c’è un leone!+ Sarò assassinato in mezzo alle pubbliche piazze!” 14  La bocca delle donne estranee è una fossa profonda.+ Chi è denunciato da Geova vi cadrà.+ 15  La stoltezza è legata al cuore del ragazzo;+ la verga della disciplina è ciò che l’allontanerà da lui.+ 16  Chi defrauda il misero per provvedersi molte cose,+ anche chi dà al ricco, è sicuramente destinato all’indigenza.+ 17  Porgi l’orecchio e odi le parole dei saggi,+ per applicare il tuo medesimo cuore alla mia conoscenza.+ 18  Poiché è piacevole che tu le custodisca nel tuo ventre,+ perché insieme si stabiliscano fermamente sulle tue labbra.+ 19  Perché la tua fiducia sia in Geova stesso+ ti ho dato oggi conoscenza, sì, a te.* 20  Non ti ho precedentemente* scritto con consigli e conoscenza,+ 21  per mostrarti la veracità* dei detti veritieri, in modo da riportare detti che sono verità, a chi ti manda?+ 22  Non derubare il misero perché è misero,+ e non schiacciare l’afflitto alla porta.+ 23  Poiché Geova stesso perorerà la loro causa,+ e certamente deruberà dell’anima* quelli che li derubano.+ 24  Non ti accompagnare con chi si dà all’ira;+ e non entrare con l’uomo che ha accessi di furore, 25  per non imparare i suoi sentieri e prendere certamente un laccio per la tua anima.+ 26  Non essere fra quelli che danno strette di mano,+ fra quelli che si fanno garanti per i prestiti.+ 27  Se non hai nulla per pagare, perché deve egli prendere il tuo letto di sotto a te? 28  Non spostare indietro una linea di confine di molto tempo fa, che i tuoi antenati hanno fatto.+ 29  Hai guardato un uomo abile nel suo lavoro? Si porrà davanti ai re;+ non si porrà davanti a uomini comuni.

Note in calce

“Un nome”, M(ebr. shem)Sy; TLXXVg, “Un buon nome”.
Lett. “alla bocca (apertura) della”.
“Dio ama il puro di cuore”, TSy; LXX, “Geova ama i cuori puri”.
O, “gli affari”.
“Ti ho fatto conoscere oggi i tuoi sentieri”, con una correzione del M, in armonia con i LXXB.
O, “in trenta sezioni (parti)”. Il M non è chiaro.
‘Veracità di’: ebr. qosht, parola che si trova nell’aram. biblico, come in Da 2:47.
O, “vita”. Ebr. nàfesh; gr. psychèn; lat. animam. Vedi App. 4A.