Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Proverbi 18:1-24

18  Chi si isola cercherà [la sua propria] brama egoistica;+ irromperà contro ogni saggezza.+  Chi è stupido non prova diletto nel discernimento,+ salvo che il suo cuore si scopra.+  Quando entra un malvagio, deve anche entrare il disprezzo;+ e insieme al disonore+ c’è il biasimo.  Le parole della bocca dell’uomo sono acque profonde.+ La fonte della sapienza è un torrente che esce gorgogliando.+  Non è bene mostrare parzialità al malvagio,+ né respingere il giusto in giudizio.+  Le labbra di chi è stupido entrano in lite,+ e la sua medesima bocca chiama pure le percosse.+  La bocca dello stupido è la sua rovina,+ e le sue labbra sono un laccio per la sua anima.+  Le parole del calunniatore sono come cose da inghiottire con avidità,+ che in effetti scendono nelle parti più interne del ventre.+  Inoltre, chi si mostra indolente nel suo lavoro+ è fratello di chi causa rovina.*+ 10  Il nome di Geova è una forte torre.+ Il giusto vi corre e gli è data protezione.*+ 11  Le cose di valore del ricco sono la sua città forte,+ e nella sua immaginazione sono come un muro protettivo.+ 12  Prima del crollo il cuore dell’uomo è altero,+ e prima della gloria c’è l’umiltà.+ 13  Quando qualcuno risponde a una questione prima di aver[la] udita,+ questo da parte sua è stoltezza e umiliazione.+ 14  Lo spirito di un uomo* può sostenere la sua malattia,+ ma in quanto a uno spirito abbattuto, chi lo può sollevare?+ 15  Il cuore di chi ha intendimento acquista conoscenza,+ e l’orecchio dei saggi cerca di trovare conoscenza.+ 16  Il dono dell’uomo* farà una larga apertura per lui,+ e lo condurrà perfino davanti ai grandi.+ 17  Chi è il primo nella sua causa è giusto;+ entra il suo compagno e certamente lo scruta.+ 18  La sorte mette a riposo anche le contese,+ e separa l’uno dall’altro anche i potenti.+ 19  Il fratello contro cui si trasgredisce è più di una città forte;+ e ci sono contese come la sbarra di una torre di dimora.+ 20  Dal frutto della bocca di un uomo* si sazierà il suo ventre;+ egli si sazierà anche del prodotto delle sue labbra.+ 21  Morte e vita sono in potere* della lingua,+ e chi l’ama ne mangerà i frutti.+ 22  Si è trovata una [buona]* moglie?+ Si è trovata una cosa buona,+ e si ottiene buona volontà da Geova.+ 23  Chi ha pochi mezzi pronuncia suppliche,+ ma chi è ricco risponde in maniera vigorosa.+ 24  Esistono* compagni disposti a spezzarsi l’un l’altro,+ ma esiste un amico che si tiene più stretto di un fratello.+

Note in calce

Lett. “del signore della rovina”.
Lett. “è posto in alto”, cioè fuori portata, al sicuro.
“Lo spirito di un uomo”: ebr. ruach-ʼìsh.
Lett. “Un dono di un uomo terreno”. Ebr. mattàn ʼadhàm.
“Uomo”: ebr. ʼish.
Lett. “in mano di”. Ebr. beyàdh.
“Buona”, LXXSyVgc e un ms. ebr.; il M omette.
“Esistono”, TSy; M, “Un uomo di”.