Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Osea 5:1-15

5  “Udite questo, o sacerdoti,+ e presta attenzione, o casa d’Israele, e voi, o casa del re,+ prestate orecchio, poiché con voi ha a che fare il giudizio; perché siete divenuti una trappola+ a Mizpa e come una rete stesa sul Tabor.+  E nell’opera di scannare, quelli che apostatano sono scesi molto in basso,+ e io fui un’esortazione per tutti loro.+  Ho conosciuto personalmente Efraim,+ e Israele stesso non mi è stato occultato.+ Poiché ora, o Efraim, hai trattato [le donne] come meretrici;+ Israele si è contaminato.+  Le loro azioni non permettono di tornare al loro Dio,*+ perché in mezzo a loro c’è uno spirito di fornicazione;+ e non hanno riconosciuto Geova stesso.+  E l’orgoglio d’Israele gli ha attestato in faccia;+ e Israele ed Efraim stessi son fatti inciampare nel loro errore.+ Giuda ha anche inciampato con loro.+  Con il loro gregge e con la loro mandria andavano a cercare Geova, ma non [lo] potevano trovare.+ Si era ritirato da loro.  Hanno agito slealmente verso Geova stesso,+ poiché hanno generato figli estranei.+ Ora un mese li divorerà con le loro porzioni.+  “Suonate il corno*+ in Ghibea,+ la tromba* in Rama! Emettete un grido di guerra a Bet-Aven,+ dietro di te, o Beniamino!+  O Efraim, diverrai un semplice oggetto di stupore nel giorno del rimprovero.+ Fra le tribù d’Israele ho fatto conoscere parole degne di fiducia.+ 10  I principi di Giuda son divenuti proprio come quelli che spostano indietro una linea di confine.+ Su di loro verserò il mio furore proprio come acqua. 11  Efraim è oppresso, schiacciato nel diritto,+ poiché si era assunto l’impegno di camminare dietro al suo avversario.*+ 12  E io ero come la tignola*+ per Efraim e proprio come il marciume per la casa di Giuda. 13  “Ed Efraim vedeva la sua infermità, e Giuda la sua ulcera.+ Ed Efraim andava in Assiria+ e mandava a [chiamare] un gran re.*+ Ma quello stesso non vi poté sanare,+ e non vi poté togliere un’ulcera con alcuna cura.+ 14  Poiché io sarò come un giovane leone per Efraim+ e come un giovane leone fornito di criniera per la casa di Giuda. Io, io stesso sbranerò e andrò [e] porterò via, e non ci sarà liberatore.+ 15  Andrò, certamente tornerò al mio luogo finché portino la loro colpa;+ e certamente cercheranno la mia faccia.+ Quando saranno in grave angustia,+ mi cercheranno”.+

Note in calce

“Loro Dio”: ebr. ʼElohehhèm.
O, “shofar”. Ebr. shohfàr.
Cioè una tromba diritta. Ebr. chatsotseràh; non lo shofar, che era un corno ricurvo di montone. Vedi Nu 10:2.
“Al suo avversario”, con una correzione; M, “a un comandamento”; LXXSy, “a vanità”, pl.; Vg, “al sudiciume”.
Forse, “putrefazione”. LXX, “disturbo”.
O, “re Iareb”. Lett. “un re [che] dovrebbe contendere”.