Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Osea 1:1-11

1  La parola di Geova+ che fu rivolta a Osea+ figlio di Beeri ai giorni+ di Uzzia,+ Iotam,+ Acaz+ [ed] Ezechia,+ re di Giuda, e ai giorni di Geroboamo+ figlio di Joas,+ re d’Israele.  Ci fu un inizio della parola di Geova mediante Osea, e Geova diceva a Osea: “Va,+ prenditi una moglie di fornicazione* e figli di fornicazione, perché mediante la fornicazione il paese si distoglie positivamente dal seguire Geova”.+  Ed egli andava e prendeva Gomer figlia di Diblaim, così che essa rimase incinta e a suo tempo gli partorì un figlio.+  E Geova gli diceva: “Mettigli nome Izreel,+ poiché ancora un poco e devo chiedere conto degli atti di spargimento di sangue di Izreel* alla casa di Ieu,+ e devo far cessare il governo reale della casa d’Israele.+  E deve accadere in quel giorno che devo rompere l’arco+ d’Israele nel bassopiano* di Izreel”.  Ed essa rimaneva incinta un’altra volta e partoriva una figlia. Ed Egli* gli diceva: “Mettile nome Lo-Ruama,*+ poiché non mostrerò più misericordia+ alla casa d’Israele, perché positivamente li toglierò.*+  Ma mostrerò misericordia alla casa di Giuda,+ e certamente li salverò mediante Geova loro Dio;*+ ma non li salverò mediante arco o mediante spada o mediante guerra, mediante cavalli o mediante cavalieri”.+  Ed essa gradualmente svezzò Lo-Ruama, e rimaneva incinta e partoriva un figlio.  Così Egli disse: “Mettigli nome Lo-Ammi,* perché non siete mio popolo* e io stesso non sarò vostro.* 10  “E il numero dei figli d’Israele deve divenire come i granelli di sabbia del mare che non si possono misurare né contare.+ E deve avvenire che nel luogo in cui si diceva loro: ‘Voi non siete mio popolo’,+ si dirà loro: ‘I figli dell’Iddio vivente’.*+ 11  E i figli di Giuda e i figli d’Israele saranno certamente radunati insieme in unità*+ e in effetti si costituiranno un solo capo e saliranno dal paese,+ perché grande sarà il giorno di Izreel.*+

Note in calce

Lett. “fornicazioni; prostituzioni”. Ebr. zenunìm, pl. Vedi Ge 38:24; Ez 23:11, 29.
La città reale dove risiedevano i re del regno settentrionale d’Israele, benché la loro capitale fosse Samaria. Vedi 2Re 8:29; 9:15, 25, 30-37; 10:1-11.
O, “nella valle”.
“Egli”, MLXXVg; Sy, “Geova”.
Significa “non le è stata mostrata misericordia”. Ebr. Loʼ ruchàmah.
O, “che io li debba positivamente perdonare”.
“Loro Dio”: ebr. ʼElohehhèm.
Significa “non mio popolo”. Ebr. Loʼ ʽammì.
Non . . . mio popolo”: ebr. loʼ ʽammì.
MLXX fanno terminare qui il cap. 1; TSyVg continuano per altri due vv.
Iddio vivente”: ebr. ʼEl-chài.
“In unità”: ebr. yachdàw.
Significa “Dio seminerà seme”. Ebr. Yizreʽèʼl.