Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Numeri 32:1-42

32  Ora i figli di Ruben+ e i figli di Gad+ erano venuti in possesso di numeroso bestiame, moltissimo, infatti. E vedevano il paese di Iazer+ e il paese di Galaad, ed ecco, il luogo era un luogo da bestiame.  Perciò i figli di Gad e i figli di Ruben vennero e dissero questo a Mosè e ad Eleazaro il sacerdote e ai capi principali dell’assemblea:  “Atarot+ e Dibon+ e Iazer e Nimra+ ed Esbon+ ed Eleale+ e Sebam e Nebo+ e Beon,+  il paese che Geova sconfisse+ davanti all’assemblea d’Israele, è un paese da bestiame, e i tuoi servitori hanno bestiame”.+  E proseguirono, dicendo: “Se abbiamo trovato favore ai tuoi occhi, sia dato questo paese ai tuoi servitori come possedimento. Non farci passare il Giordano”.+  Quindi Mosè disse ai figli di Gad e ai figli di Ruben: “Devono i vostri fratelli andare alla guerra mentre voi stessi continuate a dimorare qui?+  E perché dovete scoraggiare i figli d’Israele dal passare nel paese che Geova certamente darà loro?  In questo modo fecero i vostri padri+ quando li mandai da Cades-Barnea+ a vedere il paese.  Quando furono saliti alla valle del torrente di Escol+ ed ebbero visto il paese, scoraggiarono i figli d’Israele, perché non entrassero nel paese che Geova avrebbe certamente dato loro.+ 10  Di conseguenza quel giorno divampò l’ira di Geova tanto che giurò,+ dicendo: 11  ‘Gli uomini che sono saliti dall’Egitto dai vent’anni in su+ non vedranno il suolo circa il quale ho giurato* ad Abraamo, a Isacco e a Giacobbe,+ perché non mi hanno seguito pienamente, 12  eccetto Caleb+ figlio di Iefunne il chenizeo e Giosuè+ figlio di Nun, perché essi hanno seguito Geova pienamente’. 13  L’ira di Geova divampò dunque contro Israele e li fece vagare nel deserto per quarant’anni,+ finché tutta la generazione che faceva il male agli occhi di Geova giunse alla sua fine.+ 14  Ed ecco, voi siete sorti in luogo dei vostri padri come stirpe di uomini peccatori per accrescere ancora* l’ardente ira di Geova+ contro Israele. 15  Nel caso che vi volgeste dal seguirlo,+ allora, ancora una volta, egli certamente li farebbe stare più a lungo nel deserto,+ e voi avreste agito rovinosamente verso tutto questo popolo”.+ 16  Più tardi gli si accostarono e dissero: “Lasciaci edificare qui per il nostro bestiame recinti di pietra per i greggi e città per i nostri piccoli. 17  Ma noi stessi andremo equipaggiati in formazione di battaglia+ davanti ai figli d’Israele fino a quando non li avremo condotti al loro luogo, mentre i nostri piccoli devono dimorare nelle città con fortificazioni lontano dalla faccia degli abitanti del paese. 18  Non torneremo alle nostre case finché i figli d’Israele non si siano provveduti di proprietà terriera, ciascuno della sua propria eredità.+ 19  Poiché noi non otterremo eredità con loro dal lato del Giordano in là, perché la nostra eredità ci è venuta dal lato del Giordano verso levante”.+ 20  A ciò Mosè disse loro: “Se fate questa cosa, se vi equipaggiate dinanzi a Geova per la guerra,+ 21  e ogni equipaggiato dei vostri realmente passa il Giordano dinanzi a Geova, finché cacci d’innanzi a sé i suoi nemici,+ 22  e il paese sia realmente soggiogato dinanzi a Geova,+ e poi tornate,+ allora voi mostrerete realmente d’essere senza colpa contro Geova e contro Israele; e questo paese dovrà divenire vostro come possedimento dinanzi a Geova.+ 23  Ma se non farete in questo modo, allora voi peccherete certamente contro Geova.+ In tal caso sappiate che il vostro peccato vi raggiungerà.+ 24  Edificatevi città per i vostri piccoli e recinti di pietra per i vostri greggi, e ciò che è uscito dalla vostra bocca dovete fare”.+ 25  Quindi i figli di Gad e i figli di Ruben dissero questo a Mosè: “I tuoi servitori faranno proprio come il mio signore comanda.+ 26  I nostri piccoli, le nostre mogli, il nostro bestiame e tutti i nostri animali domestici staranno là nelle città di Galaad,+ 27  ma i tuoi servitori passeranno, ognuno equipaggiato per l’esercito,+ dinanzi a Geova per la guerra, proprio come proferisce il mio signore”. 28  Pertanto Mosè diede riguardo a loro comando a Eleazaro il sacerdote e a Giosuè figlio di Nun e ai capi dei padri delle tribù dei figli d’Israele. 29  Mosè dunque disse loro: “Se i figli di Gad e i figli di Ruben passano con voi il Giordano, ognuno equipaggiato per la guerra,+ dinanzi a Geova, e il paese è realmente soggiogato davanti a voi, allora dovete dare loro il paese di Galaad come possedimento.+ 30  Ma se non passano equipaggiati con voi,* si devono stabilire in mezzo a voi nel paese di Canaan”.+ 31  A ciò i figli di Gad e i figli di Ruben risposero, dicendo: “Faremo come Geova ha parlato ai tuoi servitori.+ 32  Noi stessi certamente passeremo equipaggiati dinanzi a Geova nel paese di Canaan,+ e il possedimento della nostra eredità sarà con noi* da questa parte del Giordano”.+ 33  A ciò Mosè diede loro, cioè ai figli di Gad+ e ai figli di Ruben+ e a mezza tribù di Manasse+ figlio di Giuseppe, il regno di Sihon+ re degli amorrei e il regno di Og+ re di Basan, il paese appartenente alle sue città nei territori, e le città del paese all’intorno.* 34  E i figli di Gad edificavano Dibon+ e Atarot+ e Aroer,+ 35  e Atrot-Sofan e Iazer+ e Iogbea,+ 36  e Bet-Nimra+ e Bet-Haran,+ città con fortificazioni,+ e recinti di pietra per i greggi.+ 37  E i figli di Ruben edificarono Esbon+ ed Eleale+ e Chiriataim,+ 38  e Nebo+ e Baal-Meon+ — i loro nomi furono cambiati — e Sibma; e chiamavano con i loro propri nomi* i nomi delle città che edificarono. 39  E i figli di Machir+ figlio di Manasse marciavano fino a Galaad e lo catturavano e cacciavano gli amorrei che c’erano. 40  Mosè diede dunque Galaad a Machir figlio di Manasse, ed egli prese a dimorarvi.+ 41  E Iair figlio di Manasse marciò e catturava i loro villaggi di tende, e li chiamava Avvot-Iair.+ 42  E Noba marciò e catturava Chenat+ e le sue borgate dipendenti;* e la chiamava Noba secondo il suo proprio nome.

Note in calce

“Il suolo che ho promesso sotto giuramento”, Vg.
“Per accrescere ancora”, LXXSyVg; MSam possono voler dire la stessa cosa.
I LXX aggiungono: “per la guerra dinanzi a Geova, allora porterete di là le loro masserizie [il loro bagaglio] e le loro mogli e il loro bestiame davanti a voi nel paese di Canaan”.
“E il possedimento della nostra eredità sarà con noi”, M; LXX, “e tu ci darai il possedimento”. Una lezione proposta per il M è: “e tu dacci in effetti il possedimento della nostra eredità”.
“Il paese e le città con le sue linee di confine, città del paese tutt’intorno”, LXX; Vg, “e il loro paese con le loro città tutt’intorno”.
“Con i loro propri nomi”, LXXSy; MSam, “con nomi”.
Lett. “e le sue figlie”.