Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Numeri 18:1-32

18  E Geova diceva ad Aaronne: “Tu e i tuoi figli e la casa di tuo padre con te risponderete dell’errore contro il santuario,+ e tu e i tuoi figli con te risponderete dell’errore contro il vostro sacerdozio.+  E inoltre fa avvicinare i tuoi fratelli della tribù di Levi, il clan di tuo padre, con te, perché siano uniti a te e ti rendano servizio,+ sia a te che ai tuoi figli con te, dinanzi alla tenda della Testimonianza.+  E devono osservare il loro obbligo verso di te e il loro obbligo verso l’intera tenda.+ Solo non si devono avvicinare agli utensili del luogo santo e all’altare affinché non muoiano,+ né loro né voi.  E devono essere uniti a te e devono osservare il loro obbligo verso la tenda di adunanza rispetto a tutto il servizio della tenda, e nessun estraneo si avvicini a voi.+  E dovete osservare il vostro obbligo verso il luogo santo+ e il vostro obbligo verso l’altare,+ perché non vi sia ulteriore indignazione+ contro i figli d’Israele.  E io, ecco, io ho preso i vostri fratelli, i leviti, di tra i figli d’Israele,+ come un dono per voi,+ come quelli dati a Geova per compiere il servizio della tenda di adunanza.+  E tu e i tuoi figli con te dovete salvaguardare il vostro sacerdozio in quanto a tutto ciò che concerne l’altare e in quanto a ciò che è dentro la cortina;+ e dovete rendere servizio.+ Come servizio di dono io darò il vostro sacerdozio, e l’estraneo che si avvicini dev’essere messo a morte”.+  E Geova parlò ancora ad Aaronne: “In quanto a me, ecco, io ti ho affidato la custodia delle contribuzioni fatte a me.+ Di tutte le cose sante dei figli d’Israele io le ho date a te e ai tuoi figli come porzione, come parte assegnata a tempo indefinito.+  Questo deve divenire tuo dalle cose santissime, dall’offerta fatta mediante il fuoco, ogni loro offerta insieme ad ogni loro offerta di cereali+ e ogni loro offerta per il peccato+ e ogni loro offerta per la colpa,+ che mi renderanno. È qualcosa di santissimo per te e per i tuoi figli. 10  Lo dovete mangiare in luogo santissimo.+ Lo deve mangiare ogni maschio.+ Deve divenire per te qualcosa di santo.+ 11  E questo appartiene a te: la contribuzione+ del loro dono insieme a tutte le offerte agitate+ dei figli d’Israele. Io le ho date a te e ai tuoi figli e alle tue figlie con te,+ come parte assegnata a tempo indefinito. Lo può mangiare ogni puro+ nella tua casa. 12  “Tutto il meglio* dell’olio e tutto il meglio del vino nuovo e del grano, le loro primizie,+ che daranno a Geova, li ho dati a te.+ 13  I primi frutti maturi di tutto ciò che è nella loro terra, che porteranno a Geova, devono divenire tuoi.+ Ogni puro nella tua casa può mangiarlo. 14  “Ogni cosa votata* in Israele deve divenire tua.+ 15  “Tutto ciò che apre il seno,+ di ogni sorta di carne, che presenteranno a Geova, fra l’uomo e fra la bestia, deve divenire tuo. Comunque, devi redimere immancabilmente il primogenito del genere umano;+ e devi redimere il primogenito della bestia impura.+ 16  E lo devi redimere con un prezzo di redenzione per esso da un mese in su, secondo il valore stimato, cinque sicli d’argento secondo il siclo del luogo santo.+ Esso è venti ghera.+ 17  Solo non devi redimere il toro primogenito o l’agnello primogenito o il primogenito della capra.+ Sono qualcosa di santo. Devi aspergerne il sangue+ sull’altare, e devi farne fumare il grasso come offerta fatta mediante il fuoco in odore riposante a Geova.+ 18  E la loro carne deve divenire tua. Come il petto dell’offerta agitata e come la coscia destra, deve divenire tua.+ 19  Tutte le sante contribuzioni,+ che i figli d’Israele offriranno a Geova, le ho date a te e ai tuoi figli e alle tue figlie con te, come parte assegnata a tempo indefinito.+ È un patto di sale a tempo indefinito dinanzi a Geova per te e per la tua progenie con te”.+ 20  E Geova proseguì, dicendo ad Aaronne: “Nella loro terra non avrai eredità, e nessuna parte diverrà tua in mezzo a loro.+ Io sono la tua parte e la tua eredità in mezzo ai figli d’Israele.+ 21  “E ai figli di Levi, ecco, ho dato ogni decima+ parte in Israele come eredità in cambio del servizio che compiono, il servizio della tenda di adunanza. 22  E i figli d’Israele non devono più avvicinarsi alla tenda di adunanza per incorrere nel peccato così da morire.+ 23  E i leviti stessi devono compiere il servizio della tenda di adunanza, ed essi sono quelli che devono rispondere del loro errore.+ È uno statuto a tempo indefinito durante le vostre generazioni che in mezzo ai figli d’Israele non devono ottenere il possesso di un’eredità.+ 24  Poiché ai leviti ho dato come eredità la decima parte dei figli d’Israele, che offriranno a Geova come contribuzione. Perciò ho detto loro: ‘In mezzo ai figli d’Israele non devono ottenere il possesso di un’eredità’”.+ 25  Quindi Geova parlò a Mosè, dicendo: 26  “E devi parlare ai leviti, e devi dire loro: ‘Riceverete dai figli d’Israele la decima parte che vi ho dato da essi come vostra eredità,+ e voi dovete offrire come contribuzione a Geova la decima parte della decima parte.+ 27  E vi dev’essere attribuita come vostra contribuzione, come il grano dell’aia+ e come il pieno prodotto dello strettoio del vino o dell’olio. 28  In questo modo anche voi stessi offrirete una contribuzione a Geova da tutte le vostre decime parti che avrete ricevuto dai figli d’Israele, e da esse dovete dare la contribuzione per Geova ad Aaronne il sacerdote. 29  Da tutti i doni [fatti] a voi, offrirete ogni sorta di contribuzione a Geova, del meglio d’essa,+ come qualcosa di santo proveniente da essi’. 30  “E devi dire loro: ‘Quando ne date in contributo il meglio,+ sarà certamente attribuito ai leviti come il prodotto dell’aia e come il prodotto dello strettoio del vino o dell’olio. 31  E lo dovete mangiare in ogni luogo, voi e la vostra casa, perché è il vostro salario in cambio del vostro servizio nella tenda di adunanza.+ 32  E non dovete incorrere nel peccato per questo quando ne date in contributo il meglio, e non dovete profanare le cose sante dei figli d’Israele, affinché non moriate’”.+

Note in calce

Lett. “grasso”.
Cioè ogni cosa consacrata a Dio mediante bando.