Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Numeri 15:1-41

15  E Geova parlò ancora a Mosè, dicendo:  “Parla ai figli d’Israele, e devi dire loro: ‘Quando alla fine siete entrati nel paese dei vostri luoghi di dimora, che sto per darvi,+  e dovete offrire a Geova un’offerta+ fatta mediante il fuoco, un olocausto+ o un sacrificio per adempiere un voto speciale o volontariamente*+ o durante le vostre feste periodiche,+ al fine di fare un odore riposante a Geova,+ dalla mandria o dal gregge,  colui che presenta la sua offerta deve anche presentare a Geova un’offerta di cereali di fior di farina,+ un decimo di efa,* intrisa con un quarto di hin d’olio.  E devi offrire vino come libazione,+ un quarto di hin, insieme all’olocausto o per il sacrificio di ciascun agnello.  O per un montone devi offrire un’offerta di cereali di due decimi di fior di farina, intrisa con un terzo di hin d’olio.  E devi presentare vino come libazione, un terzo di hin, come odore riposante a Geova.  “‘Ma nel caso che tu offra un maschio della mandria* come olocausto+ o sacrificio per adempiere un voto+ speciale o sacrifici di comunione a Geova,+  si deve anche presentare insieme al maschio della mandria un’offerta di cereali+ di tre decimi di fior di farina, intrisa con mezzo hin d’olio. 10  E devi presentare vino come libazione,+ mezzo hin, come offerta fatta mediante il fuoco, di odore riposante a Geova. 11  Questo è il modo in cui si deve fare per ciascun toro o per ciascun montone o per un capo fra gli agnelli o fra le capre. 12  Qualunque sia il numero che offriate, questo è il modo in cui dovete fare per ciascuno secondo il numero d’essi. 13  Ogni nativo li deve offrire in questo modo nel presentare un’offerta fatta mediante il fuoco, di odore riposante a Geova.+ 14  “‘E nel caso che con voi risieda come forestiero un residente forestiero o uno che sia in mezzo a voi per generazioni di voi, e debba presentare un’offerta fatta mediante il fuoco, di odore riposante a Geova, proprio come dovete fare voi, così deve fare lui.+ 15  Voi che siete della congregazione e il residente forestiero che risiede come forestiero avrete un solo statuto.+ Sarà uno statuto a tempo indefinito per le vostre generazioni. Il residente forestiero dev’essere come voi* dinanzi a Geova.+ 16  Ci dev’essere un’unica legge e un’unica decisione giudiziaria per voi e per il residente forestiero che risiede come forestiero con voi’”.+ 17  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo: 18  “Parla ai figli d’Israele, e devi dire loro: ‘Al vostro entrare nel paese dove io vi conduco,+ 19  deve anche avvenire che quando mangiate del pane del paese,+ dovete fare una contribuzione a Geova. 20  Dovete fare una contribuzione delle primizie+ della vostra farina grossa come focacce a ciambella. Come la contribuzione dell’aia, in questo modo dovete offrirla. 21  Parte delle primizie della vostra farina grossa dovete darla come contribuzione a Geova per tutte le vostre generazioni. 22  “‘Ora nel caso che facciate uno sbaglio e non mettiate in pratica tutti questi comandamenti,+ che Geova ha pronunciato a Mosè, 23  tutto ciò che Geova vi ha comandato per mezzo di Mosè dal giorno in cui Geova comandò in poi per le vostre generazioni, 24  deve quindi accadere che se è stato fatto lontano dagli occhi dell’assemblea per sbaglio, l’intera assemblea deve offrire un giovane toro come olocausto in odore riposante a Geova, e la sua offerta di cereali e la sua libazione conforme al procedimento regolare,+ e un capretto come offerta per il peccato.+ 25  E il sacerdote deve fare espiazione+ per l’intera assemblea dei figli d’Israele, e dev’essere loro perdonato; perché era uno sbaglio,+ ed essi, da parte loro, portarono come loro offerta un’offerta fatta a Geova mediante il fuoco e la loro offerta per il peccato dinanzi a Geova per il loro sbaglio. 26  E si deve perdonare+ all’intera assemblea dei figli d’Israele e al residente forestiero che risiede come forestiero in mezzo a loro, perché fu per sbaglio da parte di tutto il popolo. 27  “‘E se qualche anima pecca per sbaglio,+ deve presentare una capra dell’annata come offerta per il peccato.+ 28  E il sacerdote deve fare espiazione per l’anima che ha fatto lo sbaglio mediante un peccato senza intenzione dinanzi a Geova, in modo da fare espiazione per esso, e le dev’essere perdonato.+ 29  In quanto al nativo tra i figli d’Israele e al residente forestiero che risiede come forestiero in mezzo a loro, ci dev’essere una sola legge per voi rispetto al fare qualcosa senza intenzione.+ 30  “‘Ma l’anima che fa qualcosa deliberatamente,*+ sia nativo che residente forestiero, parlando ingiuriosamente di Geova,+ in tal caso quell’anima dev’essere stroncata di fra il suo popolo.+ 31  Poiché ha disprezzato la parola di Geova+ e ha infranto il suo comandamento,+ quell’anima dev’essere stroncata immancabilmente.+ Il suo proprio errore è su di essa’”.+ 32  Mentre i figli d’Israele erano nel deserto, una volta trovarono un uomo che raccoglieva legna in giorno di sabato.+ 33  Quindi quelli che lo avevano trovato a raccogliere legna lo condussero da Mosè e da Aaronne e dall’intera assemblea. 34  Lo misero dunque sotto custodia,+ perché non era stato esplicitamente dichiarato che cosa gli si dovesse fare. 35  A suo tempo Geova disse a Mosè: “Immancabilmente l’uomo dev’essere messo a morte,+ essendo colpito* con pietre dall’intera assemblea fuori del campo”.+ 36  Pertanto l’intera assemblea lo fece uscire fuori del campo e lo colpì con pietre così che morì, come Geova aveva comandato a Mosè. 37  E Geova proseguì, dicendo questo a Mosè: 38  “Parla ai figli d’Israele, e devi dire loro che si devono fare orli frangiati sui lembi delle loro vesti per tutte le loro generazioni, e devono mettere un cordone turchino al di sopra dell’orlo frangiato del lembo:+ 39  ‘E vi deve servire da orlo frangiato, e dovete vederlo e ricordarvi di tutti i comandamenti+ di Geova e metterli in pratica, e non dovete andare dietro ai vostri cuori e ai vostri occhi,+ che seguite in rapporti immorali.*+ 40  Lo scopo è che vi ricordiate e certamente mettiate in pratica tutti i miei comandamenti e in realtà vi mostriate santi al vostro Dio.+ 41  Io sono Geova vostro Dio, che vi ho fatti uscire dal paese d’Egitto per mostrarmi vostro Dio.+ Io sono Geova vostro Dio’”.+

Note in calce

Lett. “di spontanea volontà”.
“Un decimo di efa”, LXXVg; MSamSy, “un decimo”. Vedi App. 8A.
Lett. “figlio della mandria”.
Lett. “Come voi, come il residente forestiero, deve mostrar d’essere”.
Lett. “con mano alzata”, cioè apertamente, orgogliosamente, di proposito.
“Essendo colpito”: in ebr. questo verbo è all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo.
O, “commettendo fornicazione”. Ebr. zonìm; lat. fornicantes.