Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Numeri 10:1-36

10  E Geova parlava a Mosè, dicendo:  “Fatti due trombe*+ d’argento. Le farai di lavoro battuto, e devono essere al tuo servizio per convocare+ l’assemblea e per levare gli accampamenti.  E devono suonarle tutt’e due, e l’intera assemblea deve osservare il suo appuntamento con te all’ingresso della tenda di adunanza.+  E se ne suonano una sola, i capi principali come capi delle migliaia d’Israele devono anche osservare il loro appuntamento con te.+  “E dovete suonare squilli brevi e ripetuti, e devono partire gli accampamenti di quelli che sono accampati ad oriente.+  E dovete suonare squilli brevi e ripetuti una seconda volta e devono partire gli accampamenti di quelli che sono accampati al meridione.*+ Devono suonare squilli brevi e ripetuti ogni volta che uno d’essi parte.  “Ora quando convocate la congregazione, dovete suonare,+ ma non dovete fare squilli brevi e ripetuti.  E i figli di Aaronne, i sacerdoti, devono suonare le trombe,+ e il loro uso vi deve servire come uno statuto a tempo indefinito durante le vostre generazioni.  “E nel caso che dobbiate entrare in guerra nel vostro paese contro l’oppressore che vi assale,+ allora dovete suonare con le trombe una chiamata di guerra,+ e certamente sarete ricordati dinanzi a Geova vostro Dio e sarete salvati dai vostri nemici.+ 10  “E nel giorno della vostra allegrezza+ e nei vostri periodi festivi+ e agli inizi dei vostri mesi,+ dovete suonare le trombe sui vostri olocausti+ e sui vostri sacrifici di comunione;+ e il loro uso vi deve servire come memoriale* dinanzi al vostro Dio. Io sono Geova vostro Dio”.+ 11  Ora avvenne che nel secondo anno, il secondo mese, il ventesimo giorno del mese,+ la nuvola si alzò di sopra il tabernacolo+ della Testimonianza. 12  E i figli d’Israele partivano nella maniera delle loro partenze+ dal deserto del Sinai, e la nuvola risiedeva nel deserto di Paran.+ 13  E partivano per la prima volta, secondo l’ordine di Geova mediante Mosè.+ 14  La divisione [di tre tribù]* del campo dei figli di Giuda partì dunque prima di tutti nei suoi eserciti,+ e Naasson+ figlio di Amminadab era sul suo esercito. 15  E sull’esercito della tribù dei figli di Issacar c’era Netanel+ figlio di Zuar. 16  E sull’esercito della tribù dei figli di Zabulon c’era Eliab figlio di Helon.+ 17  E il tabernacolo fu smontato,+ e i figli di Gherson+ e i figli di Merari+ partirono come portatori del tabernacolo. 18  E la divisione [di tre tribù] del campo di Ruben+ partì nei suoi eserciti, ed Elizur+ figlio di Sedeur era sul suo esercito. 19  E sull’esercito della tribù dei figli di Simeone+ c’era Selumiel+ figlio di Zurisaddai. 20  E sull’esercito della tribù dei figli di Gad c’era Eliasaf+ figlio di Deuel. 21  E i cheatiti come portatori del santuario+ partirono, poiché avrebbero eretto il tabernacolo entro il tempo del loro arrivo. 22  E la divisione [di tre tribù] del campo dei figli di Efraim+ partì nei suoi eserciti, ed Elisama+ figlio di Ammiud era sul suo esercito. 23  E sull’esercito della tribù dei figli di Manasse+ c’era Gamaliele+ figlio di Pedazur. 24  E sull’esercito della tribù dei figli di Beniamino+ c’era Abidan+ figlio di Ghideoni. 25  E la divisione [di tre tribù] del campo dei figli di Dan+ partì formando la retroguardia+ di tutti i campi nei suoi eserciti, e Ahiezer+ figlio di Ammisaddai era sul suo esercito. 26  E sull’esercito della tribù dei figli di Aser+ c’era Paghiel+ figlio di Ocran. 27  E sull’esercito della tribù dei figli di Neftali+ c’era Aira+ figlio di Enan. 28  In questa maniera avvenivano le partenze dei figli d’Israele nei loro eserciti quando partivano.+ 29  Quindi Mosè disse a Obab figlio di Reuel+ il madianita, suocero di Mosè:* “Noi partiamo per il luogo circa il quale Geova disse: ‘Ve lo darò’.+ Vieni con noi, e certamente ti faremo del bene,+ perché Geova ha proferito il bene riguardo a Israele”.+ 30  Ma egli gli disse: “Non verrò, ma andrò al mio proprio paese+ e ai miei parenti”. 31  A ciò disse: “Ti prego, non ci lasciare, perché, siccome conosci bene dove ci possiamo accampare nel deserto, ci devi servire da occhi. 32  E deve avvenire che nel caso tu venga con noi,+ sì, deve avvenire che con la bontà con cui Geova farà del bene a noi, noi, a nostra volta, faremo del bene a te”. 33  Dal monte di Geova+ marciarono dunque per un viaggio di tre giorni, e l’arca del patto+ di Geova marciava davanti a loro per un viaggio di tre giorni in cerca di un luogo di riposo per loro.+ 34  E la nuvola+ di Geova era su di loro di giorno quando marciavano fuori dell’accampamento. 35  E avveniva che quando l’Arca partiva, Mosè diceva: “Sorgi, o Geova, e siano dispersi i tuoi nemici;+ e fuggano d’innanzi a te quelli che ti odiano intensamente”.+ 36  E quando si posava, diceva: “Torna, o Geova, alle* miriadi di migliaia d’Israele”.*+

Note in calce

O, “trombe diritte”. Ebr. chatsohtseròth; diverso dallo shohfàr, un corno ricurvo di animale usato come strumento di segnalazione.
LXXIt e versione copta aggiungono: “Quando suonerete un terzo segnale, allora partiranno gli accampamenti di quelli che sono accampati a occidente. Quando suonerete un quarto segnale, allora partiranno gli accampamenti di quelli che sono accampati al settentrione”.
O, “come promemoria”.
‘Divisione [di tre tribù] di’: ebr. dèghel.
O, “del quale Mosè era il genero”. LXX, “affine (parente acquisito per matrimonio) di Mosè”; Vg, “suo consanguineo (affine)”.
“Riconduci, o Geova, le”, LXX.
“Alle miriadi e alle migliaia d’Israele”, Sy; Vg, “alla moltitudine dell’esercito d’Israele”.