Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Michea 2:1-13

2  “Guai a quelli che tramano ciò che è dannoso, e a quelli che praticano ciò che è male, sui loro letti!+ Si mettono a farlo alla luce del mattino,+ perché è nel potere della loro mano.+  E hanno desiderato campi e se [ne] sono impossessati,+ anche case, e [le] hanno prese; e hanno frodato l’uomo robusto* e la sua casa,+ l’uomo* e il suo possedimento ereditario.+  “Perciò Geova ha detto questo: ‘Ecco, penso contro questa famiglia+ una calamità+ da cui non rimuoverete il vostro collo,+ così che non camminerete in maniera orgogliosa;+ perché è un tempo di calamità.+  In quel giorno si eleverà riguardo a voi un’espressione proverbiale+ e certamente si farà una lamentazione, sì, una lamentazione.+ Si dovrà dire: “Siamo stati positivamente spogliati!+ Egli altera la medesima porzione del mio popolo.+ Come [la] rimuove da me! All’infedele ripartisce i nostri propri campi”.  Perciò non avrai nessuno che getti la corda, a sorte,+ nella congregazione* di Geova.  Non fate stillare [parole].+ Essi fanno stillare [parole]. Non faranno stillare [parole] riguardo a queste [cose]. Le umiliazioni non se ne andranno.+  “‘Si dice, o casa di Giacobbe:+ “È divenuto scontento lo spirito di Geova,* o sono queste le sue azioni?”+ Non fanno bene le mie proprie parole+ nel caso di chi cammina rettamente?+  “‘E ieri il mio proprio popolo si levava come un assoluto nemico.+ Dal davanti di una veste voi strappate l’ornamento maestoso, da quelli che passano con fiducia, [come] quelli che tornano dalla guerra.  Voi cacciate le donne del mio popolo dalla casa nella quale la donna* prova squisito diletto. Dai suoi fanciulli togliete il mio splendore,+ a tempo indefinito.+ 10  Levatevi e andate,+ perché questo non è un luogo di riposo.+ Per il fatto che essa è divenuta impura,+ c’è una distruzione, e [l’]opera di distruzione è penosa.+ 11  Se un uomo,* che cammina secondo il vento* e la falsità, ha detto la menzogna:+ “Farò stillare per te [parole] riguardo al vino e riguardo alla bevanda inebriante”, anch’egli diverrà certamente colui che fa stillare [parole] per questo popolo.+ 12  “‘Positivamente ti raccoglierò, Giacobbe, tutto quanto;+ immancabilmente radunerò insieme i rimanenti* d’Israele.+ Li porrò in unità, come un gregge nel recinto,*+ come un branco in mezzo alla sua pastura; saranno rumorosi di uomini’.*+ 13  “Chi irrompe certamente salirà davanti a loro:+ realmente irromperanno. E passeranno per la porta, e ne usciranno.+ E il loro re passerà davanti a loro, con Geova alla loro testa”.+

Note in calce

“Uomo robusto”: ebr. gèver.
Lett. “e un uomo”: ebr. weʼìsh.
“Nella congregazione di”: ebr. biqhàl; gr. ekklesìai. Vedi ntt. a De 4:10.
O, “la forza attiva di Geova”. Ebr. rùach Yehwàh. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
Lett. “essa”.
Ebr. ʼish.
“Vento”: ebr. rùach. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
O, “il rimanente”.
“Nel recinto”, con un cambiamento nella puntazione vocalica in armonia con TVg; M, “[di] Bozra”.
“Di uomini”: ebr. meʼadhàm.