Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Matteo 23:1-39

23  Allora Gesù parlò alle folle e ai suoi discepoli,+ dicendo:  “Gli scribi+ e i farisei si sono seduti sul seggio di Mosè.+  Perciò fate e osservate tutte le cose che vi dicono,+ ma non fate secondo le loro opere,+ poiché dicono ma non fanno.  Legano gravi carichi e li mettono sulle spalle degli uomini,+ ma essi stessi non li vogliono muovere neppure col dito.+  Tutte le opere che fanno le fanno per essere visti dagli uomini;+ poiché allargano gli astucci [contenenti le scritture]+ che portano come salvaguardia,* e allungano le frange*+ [delle loro vesti].  A loro piacciono il luogo più eminente+ ai pasti serali e i primi posti nelle sinagoghe,+  e i saluti+ nei luoghi di mercato* e d’essere chiamati Rabbi* dagli uomini.+  Ma voi, non siate chiamati Rabbi, poiché uno solo è il vostro maestro,+ mentre voi siete tutti fratelli.  Inoltre, non chiamate nessuno padre vostro sulla terra, poiché uno solo è il Padre vostro,+ il Celeste. 10  Né siate chiamati ‘condottieri’,+ perché uno solo è il vostro Condottiero,* il Cristo. 11  Ma il più grande fra voi dev’essere vostro ministro.*+ 12  Chi si esalta sarà umiliato,+ e chi si umilia sarà esaltato.+ 13  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti! perché chiudete+ il regno dei cieli davanti agli uomini; poiché voi+ stessi non entrate e non lasciate entrare quelli che stanno per entrare. 14*  — 15  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti!+ perché attraversate mare e terra per fare un proselito,* e quando lo è diventato lo rendete soggetto alla* Geenna* il doppio di voi. 16  “Guai a voi, guide cieche,+ che dite: ‘Se qualcuno giura per il tempio,* non è nulla; ma se qualcuno giura per l’oro del tempio, è obbligato’.+ 17  Stolti e ciechi! Infatti, che cosa è più grande, l’oro o il tempio che ha santificato l’oro?+ 18  E: ‘Se qualcuno giura per l’altare, non è nulla; ma se qualcuno giura per il dono che c’è sopra, è obbligato’. 19  Ciechi! Infatti, che cosa è più grande, il dono o l’altare+ che santifica il dono? 20  Perciò chi giura per l’altare giura per esso e per tutto ciò che c’è sopra; 21  e chi giura per il tempio giura per esso e per colui che vi abita;+ 22  e chi giura per il cielo giura per il trono di Dio+ e per colui che vi siede sopra. 23  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti! perché date la decima+ della menta e dell’aneto e del comino, ma avete trascurato le cose più importanti della Legge, cioè la giustizia+ e la misericordia+ e la fedeltà.*+ Queste cose era doveroso fare, senza trascurare le altre. 24  Guide cieche,+ che scolate il moscerino+ ma inghiottite il cammello!+ 25  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti! perché pulite l’esterno del calice+ e del piatto, ma all’interno sono pieni di rapina+ e smoderatezza. 26  Fariseo cieco,+ pulisci prima l’interno del calice+ e del piatto, affinché anche l’esterno sia pulito. 27  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti!+ perché somigliate a sepolcri imbiancati,+ che in realtà di fuori appaiono belli ma dentro son pieni di ossa di morti e di ogni sorta d’impurità. 28  In tal modo anche voi, di fuori in realtà apparite giusti agli uomini,+ ma dentro siete pieni d’ipocrisia e illegalità. 29  “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti!+ perché edificate i sepolcri dei profeti e adornate le tombe commemorative dei giusti,+ 30  e dite: ‘Se fossimo ai giorni dei nostri antenati, non saremmo partecipi con loro del sangue dei profeti’.+ 31  Perciò date testimonianza contro voi stessi di essere figli di quelli che assassinarono i profeti.+ 32  Ebbene, colmate dunque la misura+ dei vostri antenati.* 33  “Serpenti, progenie di vipere,+ come sfuggirete al giudizio della Geenna?*+ 34  Per questa ragione, ecco, vi mando+ profeti e saggi e pubblici insegnanti.*+ Alcuni li ucciderete+ e metterete al palo,* e alcuni li flagellerete+ nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città; 35  affinché venga su di voi tutto il sangue giusto versato sulla terra,+ dal sangue del giusto+ Abele+ fino al sangue di Zaccaria figlio di Barachia, che voi assassinaste fra il santuario e l’altare.+ 36  Veramente vi dico: Tutte queste cose verranno su questa generazione.+ 37  “Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti+ e lapidi+ quelli che ti sono mandati,+ . . . quante volte ho voluto radunare i tuoi figli, come la gallina raduna i suoi pulcini sotto le ali!+ Ma voi non avete voluto.+ 38  Ecco, la vostra casa+ vi è abbandonata.+ 39  Poiché vi dico: Da ora in poi non mi vedrete più, finché non diciate: ‘Benedetto colui che viene nel nome di Geova!’”*+

Note in calce

O, “allargano le loro filatterie”.
O, “bordi; nappe”.
O, “luoghi di assemblea”.
O, “Mio Grande (Mio Eccellente)”. Gr. Rhabbèi; lat. rabbi; J17(ebr.), RabRabbì.
“Condottiero”: gr. kathegetès; lat. magister.
O, “servitore”. Gr. diàkonos; lat. minister; J17,18(ebr.), limsharèth, “come un servitore”.
אBDVgSysArm omettono; VgcSyc, “Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti, perché divorate le case delle vedove e per pretesto fate lunghe preghiere; per questo motivo riceverete un più abbondante giudizio”. (Cfr. Mr 12:40).
O, “convertito”. Gr. prosèlyton; lat. proselytum.
“Soggetto alla”: lett. “figlio della”.
Vedi App. 4C.
O, “abitazione (dimora) divina”. Gr. naòi, dativo sing.; lat. templum; J17,18,22(ebr.), bahehkhàl, “per il palazzo”. Cfr. nt. a 1Sa 1:9, “tempio”.
O, “la fede”.
O, “raggiungete dunque la piena misura dei vostri antenati”. B*, “colmerete la misura dei vostri antenati”.
Vedi App. 4C.
O, “persone istruite; scribi”.
Vedi App. 5C.
Vedi App. 1D.