Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Matteo 21:1-46

21  E quando si avvicinarono a Gerusalemme e arrivarono a Betfage sul monte degli Ulivi, allora Gesù mandò due discepoli,+  dicendo loro: “Andate nel villaggio che vi sta di fronte, e subito troverete un’asina legata, e con essa un puledro; scioglieteli e conduceteli a me.+  E se qualcuno vi dice qualcosa, dovete dire: ‘Il Signore ne ha bisogno’. Allora li manderà immediatamente”.  Questo in realtà avvenne affinché si adempisse ciò che fu dichiarato dal profeta, che disse:  “Dite alla figlia di Sion: ‘Ecco, il tuo Re viene a te,+ d’indole mite,+ e montato sopra un asino, sì, sopra un puledro, figlio di una bestia da soma’”.+  E andati, i discepoli fecero proprio come Gesù aveva loro ordinato.  E condussero l’asina e il suo puledro, e posero su questi i loro mantelli, ed egli vi sedette sopra.+  La maggior parte della folla stese i propri mantelli+ sulla strada, mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla strada.+  In quanto alle folle, quelli che gli andavano davanti e quelli che seguivano gridavano: “Salva, preghiamo,*+ il Figlio di Davide!+ Benedetto colui che viene nel nome di Geova!*+ Salvalo, preghiamo, nei luoghi altissimi!”+ 10  Or quando fu entrato a Gerusalemme,+ l’intera città fu messa in agitazione, dicendo: “Chi è costui?” 11  Le folle dicevano: “Questo è il profeta+ Gesù, da Nazaret di Galilea!” 12  E Gesù entrò nel tempio e scacciò tutti quelli che vendevano e compravano nel tempio, e rovesciò le tavole dei cambiamonete e i sedili di quelli che vendevano colombe.+ 13  E disse loro: “È scritto: ‘La mia casa sarà chiamata casa di preghiera’,+ ma voi ne fate una spelonca di ladroni”.+ 14  E nel tempio gli si accostarono ciechi e zoppi, ed egli li guarì. 15  I capi sacerdoti e gli scribi, viste le cose meravigliose che faceva+ e i fanciulli che gridavano nel tempio, dicendo: “Salva, preghiamo,+ il Figlio di Davide!”+ si indignarono 16  e gli dissero: “Odi ciò che dicono costoro?” Gesù disse loro: “Sì. Non avete mai letto+ questo: ‘Dalla bocca dei bambini e dei lattanti hai tratto lode’?”+ 17  E, lasciatili, uscì fuori della città verso Betania, e vi passò la notte.+ 18  Mentre tornava in città la mattina di buon’ora, ebbe fame.+ 19  E, scorto un fico presso la strada, vi andò, ma non vi trovò+ altro che foglie, e gli disse: “Non nasca più frutto da te in eterno”.+ E all’istante il fico si seccò. 20  Ma quando i discepoli videro questo, si meravigliarono, dicendo: “Come mai il fico si è seccato all’istante?”+ 21  Rispondendo, Gesù disse loro: “Veramente vi dico: Se avete fede e non dubitate,+ non solo farete ciò che io ho fatto al fico, ma se anche direte a questo monte: ‘Sollevati e gettati nel mare’, ciò avverrà.+ 22  E tutte le cose che chiederete nella preghiera, avendo fede, le riceverete”.+ 23  Essendo ora entrato nel tempio, i capi sacerdoti e gli anziani del popolo gli si accostarono mentre insegnava e dissero:+ “Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?”+ 24  Rispondendo, Gesù disse loro: “Anch’io vi chiederò una cosa. Se me la dite, anch’io vi dirò con quale autorità faccio queste cose:+ 25  Il battesimo di Giovanni di dov’era? Dal cielo o dagli uomini?”+ Ma essi ragionavano fra loro, dicendo: “Se diciamo: ‘Dal cielo’, ci dirà: ‘Perché, dunque, non gli avete creduto?’+ 26  Se invece diciamo: ‘Dagli uomini’, c’è da aver timore della folla,+ poiché tutti ritengono Giovanni un profeta”.+ 27  E rispondendo a Gesù dissero: “Non sappiamo”. Egli, a sua volta, disse loro: “Nemmeno io vi dico con quale autorità faccio queste cose.+ 28  “Che ne pensate? Un uomo aveva due figli.+ Avvicinatosi al primo, disse: ‘Figlio, va a lavorare oggi nella vigna’. 29  Rispondendo, questi disse: ‘Vado, signore’,+ ma non vi andò. 30  Accostatosi al secondo, disse la stessa cosa. Rispondendo, questi disse: ‘Non voglio’. Poi si rammaricò+ e vi andò. 31  Quale dei due fece la volontà del padre?”+ Essi dissero: “Il secondo”. Gesù disse loro: “Veramente vi dico che gli esattori di tasse e le meretrici vanno davanti a voi nel regno di Dio. 32  Poiché Giovanni è venuto a voi nella via della giustizia,+ ma non gli avete creduto.+ Comunque, gli esattori di tasse e le meretrici gli hanno creduto,+ e voi, benché abbiate visto [questo], non vi siete poi rammaricati in modo da credergli. 33  “Udite un’altra illustrazione:* C’era un uomo, un padrone di casa,+ che piantò una vigna e vi pose intorno una siepe e vi scavò uno strettoio ed eresse una torre,+ e l’affittò a dei coltivatori e fece un viaggio all’estero.+ 34  Quando venne la stagione dei frutti, inviò i suoi schiavi dai coltivatori per prendere i suoi frutti. 35  Comunque, i coltivatori presero i suoi schiavi, e uno lo batterono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono.+ 36  Di nuovo inviò altri schiavi, più dei primi, ma essi fecero a questi la stessa cosa.+ 37  Infine inviò loro il proprio figlio, dicendo: ‘Rispetteranno mio figlio’. 38  Visto il figlio, i coltivatori dissero fra loro: ‘Costui è l’erede;+ venite, uccidiamolo e prendiamo la sua eredità!’+ 39  E, presolo, lo gettarono fuori della vigna e lo uccisero.+ 40  Perciò, quando verrà il proprietario della vigna, che farà a quei coltivatori?” 41  Gli dissero: “Poiché sono malvagi, li distruggerà+ miseramente e affitterà la vigna ad altri coltivatori, che gliene renderanno i frutti al tempo debito”.+ 42  Gesù disse loro: “Non avete mai letto nelle Scritture: ‘La pietra che gli edificatori hanno rigettato,+ questa è divenuta la principale pietra angolare.+ Questo è stato fatto da Geova,* ed è meraviglioso agli occhi nostri’? 43  Perciò vi dico: Il regno di Dio vi sarà tolto e sarà dato a una nazione che ne produca i frutti.+ 44  E chi cadrà su questa pietra sarà frantumato. In quanto a chiunque sul quale essa cadrà, lo polverizzerà”.+ 45  Or quando i capi sacerdoti e i farisei ebbero udito le sue illustrazioni, compresero che parlava di loro.+ 46  Ma, benché cercassero di afferrarlo, avevano timore delle folle, perché queste lo ritenevano un profeta.+

Note in calce

Lett. “Osanna”. Gr. Hosannà; Vgc(lat.), Hosanna; J1-14,16-18,22(ebr.), Hohshaʽ-nàʼ, “Salva, preghiamo!”
Vedi App. 1D.
O, “parabola”.
Vedi App. 1D.