Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Matteo 17:1-27

17  Sei giorni dopo Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse sopra un alto monte in disparte.+  E fu trasfigurato davanti a loro, e la sua faccia risplendé come il sole,+ e le sue vesti divennero brillanti come la luce.+  Ed ecco, apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui.+  Presa la parola, Pietro disse a Gesù: “Signore, è bello che stiamo qui. Se lo desideri, erigerò qui tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia”.+  Mentre parlava ancora, ecco, una nube luminosa li coprì con la sua ombra, ed ecco, una voce dalla nube che diceva: “Questo è mio Figlio, il diletto, che io ho approvato;+ ascoltatelo”.+  Udendo ciò, i discepoli caddero sulle loro facce ed ebbero moltissimo timore.+  Quindi Gesù si avvicinò e, toccandoli, disse: “Alzatevi e non abbiate timore”.+  Quando alzarono gli occhi, non videro nessuno fuorché il solo Gesù.+  E mentre scendevano dal monte, Gesù comandò loro, dicendo: “Non narrate la visione a nessuno finché il Figlio dell’uomo non sia destato dai morti”.+ 10  Comunque, i discepoli gli fecero la domanda: “Perché, dunque, gli scribi dicono che prima deve venire Elia?”+ 11  Rispondendo, egli disse: “In realtà Elia viene e ristabilirà ogni cosa.+ 12  Comunque, io vi dico che Elia è già venuto ed essi non l’hanno riconosciuto ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Anche il Figlio dell’uomo è destinato a soffrire in questo modo per mano loro”.+ 13  Allora i discepoli compresero che aveva parlato loro di Giovanni il Battista.+ 14  E venuti verso la folla,+ gli si accostò un uomo, che gli si inginocchiò davanti, dicendo: 15  “Signore, abbi misericordia di mio figlio, perché è epilettico e sta male, poiché cade spesso nel fuoco e spesso nell’acqua;+ 16  e l’ho condotto dai tuoi discepoli, ma non l’hanno potuto guarire”.+ 17  Rispondendo, Gesù disse: “Generazione infedele e storta,+ fino a quando devo stare con voi? Fino a quando vi devo sopportare? Conducetemelo qui”. 18  Quindi Gesù lo rimproverò, e il demonio uscì da lui;+ e da quell’ora il fanciullo fu guarito.+ 19  Allora i discepoli si accostarono privatamente a Gesù e dissero: “Perché noi non l’abbiamo potuto espellere?”+ 20  Egli disse loro: “A causa della vostra poca fede. Poiché veramente vi dico: Se avete fede quanto un granello di senape, direte a questo monte: ‘Trasferisciti di qui a là’, ed esso si trasferirà, e nulla vi sarà impossibile”.+ 21*  — 22  Mentre erano radunati in Galilea, Gesù disse loro: “Il Figlio dell’uomo è destinato ad esser tradito nelle mani degli uomini,+ 23  e lo uccideranno, e il terzo giorno sarà destato”.+ Quindi essi si addolorarono moltissimo.+ 24  Arrivati a Capernaum, gli uomini che riscuotevano le due dramme* [di tassa] si accostarono a Pietro e dissero: “Il vostro maestro non paga le due dramme [di tassa]?”+ 25  Egli disse: “Sì”. Comunque, entrato nella casa, Gesù lo prevenne, dicendo: “Che ne pensi, Simone? Da chi i re della terra ricevono imposte o tributi? Dai loro figli o dagli estranei?” 26  Avendo egli detto: “Dagli estranei”, Gesù gli disse: “Realmente, dunque, i figli sono esenti dalle tasse. 27  Ma per non farli inciampare,+ va al mare, getta un amo, e prendi il primo pesce che viene su e, aprendogli la bocca, troverai una moneta da uno statere.* Prendila e dalla loro per me e per te”.+

Note in calce

א*BSyc,s omettono il v. 21; CDWVgSypArm, “Comunque, questa specie non esce se non con la preghiera e il digiuno”. (Cfr. Mr 9:29).
Lett. “la doppia dramma”. Gr. ta dìdrachma, “il didramma”. Vedi App. 8A.
“Una moneta da uno statere”: probabilmente il tetradramma. Vedi App. 8A.