Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Marco 13:1-37

13  Mentre usciva dal tempio uno dei suoi discepoli gli disse: “Maestro, vedi, che sorta di pietre e che sorta di edifici!”+  Comunque, Gesù gli disse: “Vedi questi grandi edifici?+ Non sarà affatto lasciata qui pietra sopra pietra+ che non sia diroccata”.+  E mentre sedeva sul monte degli Ulivi di fronte al tempio, Pietro+ e Giacomo e Giovanni e Andrea gli chiedevano privatamente:+  “Dicci: Quando avverranno queste cose, e quale sarà il segno quando tutte queste cose saranno destinate a giungere al termine?”*+  E Gesù cominciò a dire loro: “Badate che nessuno vi svii.+  Molti verranno in base al mio nome, dicendo: ‘Sono io’, e svieranno molti.+  Inoltre, quando udrete di guerre e di notizie di guerre, non ne siate atterriti; [queste cose] devono avvenire, ma non è ancora la fine.*+  “Poiché sorgerà* nazione contro nazione e regno contro regno,+ ci saranno terremoti*+ in un luogo dopo l’altro, ci sarà penuria di viveri.+ Queste cose sono il principio dei dolori di afflizione.+  “In quanto a voi, prestate attenzione a voi stessi; vi consegneranno ai tribunali locali,*+ e sarete battuti nelle sinagoghe+ e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, in testimonianza* a loro.+ 10  E in tutte le nazioni si deve prima predicare* la buona notizia.+ 11  Ma quando vi condurranno per consegnarvi, non siate ansiosi prima del tempo circa quello che direte;+ ma qualunque cosa vi sia data in quell’ora, ditela, poiché non sarete voi a parlare, ma lo spirito santo.+ 12  Inoltre, il fratello consegnerà a morte il fratello, e il padre il figlio,+ e i figli sorgeranno contro i genitori e li faranno morire;+ 13  e voi sarete oggetto di odio da parte di tutti a causa del mio nome.+ Ma chi avrà perseverato sino alla fine*+ sarà salvato.+ 14  “Comunque, quando scorgerete la cosa disgustante+ che causa desolazione+ stabilita dove non deve (il lettore usi discernimento),+ allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti.+ 15  Chi è sulla terrazza non scenda, né entri a prendere qualcosa dalla sua casa;+ 16  e chi è nel campo non torni alle cose [lasciate] dietro per prendere il suo mantello.+ 17  Guai alle donne incinte e a quelle che allattano in quei giorni!+ 18  Continuate a pregare affinché non avvenga d’inverno;+ 19  poiché quei giorni saranno [giorni di] tale tribolazione+ quale non ne è accaduta dal principio della creazione che Dio creò fino a quel tempo,* né accadrà più.+ 20  Infatti, se Geova*+ non avesse abbreviato i giorni, nessuna carne sarebbe salvata. Ma a motivo degli eletti+ che egli ha eletto,+ ha abbreviato i giorni.+ 21  “E allora, se qualcuno vi dice: ‘Ecco, il Cristo è qui’, ‘ecco, è là’,+ non [lo] credete.+ 22  Poiché sorgeranno falsi Cristi e falsi profeti+ e faranno segni e prodigi+ da sviare, se possibile, gli eletti.+ 23  Ma voi, state in guardia;+ vi ho detto ogni cosa in anticipo.+ 24  “Ma in quei giorni, dopo tale tribolazione, il sole sarà oscurato, e la luna non darà la sua luce, 25  e le stelle cadranno dal cielo, e le potenze che sono nei cieli saranno scrollate.+ 26  E allora vedranno il Figlio dell’uomo+ venire* nelle nubi con grande potenza e gloria.+ 27  Ed egli manderà quindi gli angeli e radunerà i suoi eletti+ dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo.+ 28  “Ora imparate dal fico l’illustrazione: Appena il suo ramoscello si fa tenero e mette le foglie, sapete che l’estate è vicina.+ 29  Così anche voi, quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, alle porte.+ 30  Veramente vi dico che questa generazione* non passerà affatto finché tutte queste cose non siano avvenute.+ 31  Il cielo+ e la terra passeranno, ma le mie parole+ non passeranno.+ 32  “In quanto a quel giorno o a quell’ora nessuno sa, né gli angeli del cielo né il Figlio, ma solo il Padre.+ 33  Continuate a stare in guardia, siate svegli,+ poiché non sapete quando è il tempo fissato.+ 34  È come un uomo che, facendo un viaggio all’estero,+ lasciò la sua casa e diede l’autorità ai suoi schiavi, a ciascuno il suo lavoro, e comandò al portiere di vigilare. 35  Perciò siate vigilanti,+ poiché non sapete quando verrà il signore della casa, se sul tardi* o a mezzanotte* o al canto del gallo* o la mattina di buon’ora,*+ 36  affinché, arrivando all’improvviso, non vi trovi addormentati.+ 37  Ma quello che dico a voi lo dico a tutti: Siate vigilanti”.+

Note in calce

O, “conclusione; fine congiunta”. Vedi nt. a Mt 13:39, “termine”.
O, “fine compiuta; fine completa”. Gr. τέλος (tèlos).
O, “sarà sollevata; sarà eccitata”.
“Terremoti”: gr. seismòi.
O, “ai Sinedri inferiori”.
“Testimonianza”: gr. martỳrion; lat. testimonium.
O, “si deve . . . annunciare (proclamare)”. Gr. kerychthènai; lat. praedicari. Cfr. nt. a Da 5:29, “proclamarono”.
Vedi nt. al v. 7.
Lett. “fino al tempo presente”.
Vedi App. 1D.
“Venire”: gr. erchòmenon.
“Generazione”: gr. geneà; diverso da gènos, “razza”, come in 1Pt 2:9.
“Sul tardi”: la prima vigilia secondo la divisione greca e romana della notte, dal tramonto del sole fin verso le 21.
“Mezzanotte”: la seconda vigilia secondo la divisione greca e romana della notte, dalle 21 circa fino a mezzanotte.
“Canto del gallo”: la terza vigilia secondo la divisione greca e romana della notte, da mezzanotte fin verso le 3 del mattino.
“La mattina di buon’ora”: la quarta vigilia secondo la divisione greca e romana della notte, da circa le 3 del mattino fino al sorgere del sole.