Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Marco 12:1-44

12  E cominciò a parlare loro con illustrazioni: “Un uomo piantò una vigna,+ e vi pose intorno una siepe, e scavò una vasca per lo strettoio ed eresse una torre,+ e l’affittò a dei coltivatori+ e fece un viaggio all’estero.+  E nella sua stagione mandò uno schiavo dai coltivatori, per avere dai coltivatori parte dei frutti della vigna.+  Ma essi lo presero, lo batterono e lo mandarono via a mani vuote.+  E di nuovo mandò da loro un altro schiavo; e questo lo colpirono sulla testa e lo disonorarono.+  E mandò un altro, e questo lo uccisero; e molti altri, dei quali alcuni li batterono e altri li uccisero.  Ne aveva ancora uno, un figlio diletto.+ Lo mandò per ultimo da loro, dicendo: ‘Rispetteranno mio figlio’.+  Ma quei coltivatori dissero fra loro: ‘Costui è l’erede.+ Venite, uccidiamolo e l’eredità sarà nostra’.+  E presolo, lo uccisero+ e lo gettarono fuori della vigna.+  Che farà il proprietario della vigna? Egli verrà e distruggerà i coltivatori, e darà la vigna+ ad altri.+ 10  Non avete mai letto questa scrittura: ‘La pietra+ che gli edificatori hanno rigettato, questa è divenuta la principale pietra angolare.+ 11  Questo è stato fatto da Geova,* ed è meraviglioso agli occhi nostri’?”+ 12  Allora cercavano il modo di afferrarlo, ma avevano timore della folla, poiché compresero che aveva detto l’illustrazione pensando a loro. E lasciatolo, se ne andarono.+ 13  Gli mandarono poi alcuni dei farisei e dei seguaci del partito di Erode,*+ per sorprenderlo nelle sue parole.+ 14  Arrivati, questi gli dissero: “Maestro, sappiamo che sei verace e che non ti curi di nessuno, poiché non guardi l’aspetto esteriore degli uomini, ma insegni la via di Dio secondo verità:+ È lecito pagare il tributo a Cesare* o no? 15  Dobbiamo pagare o non dobbiamo pagare?”+ Scorgendo la loro ipocrisia, egli disse loro: “Perché mi mettete alla prova? Portatemi un denaro* perché lo veda”.+ 16  Ne portarono uno. Ed egli disse loro: “Di chi è questa immagine e l’iscrizione?” Gli dissero: “Di Cesare”.+ 17  Quindi Gesù disse: “Rendete a Cesare le cose di Cesare,+ ma a Dio le cose di Dio”.+ E si meravigliavano di lui.+ 18  Ora vennero da lui i sadducei, i quali dicono che non c’è risurrezione, e gli fecero la domanda:+ 19  “Maestro, Mosè ci ha scritto che se il fratello di qualcuno muore e lascia la moglie ma non lascia un figlio, suo fratello+ deve prendere la moglie e suscitare da lei una progenie a suo fratello.+ 20  C’erano sette fratelli; e il primo prese moglie, ma quando morì non lasciò progenie.+ 21  E la prese il secondo, ma morì senza lasciar progenie; e il terzo lo stesso. 22  E i sette non lasciarono progenie. Ultima di tutti, morì anche la donna.+ 23  Nella risurrezione, di quale di loro sarà moglie? Poiché i sette l’ebbero in moglie”.+ 24  Gesù disse loro: “Non sbagliate voi per questo, perché non conoscete né le Scritture né la potenza di Dio?+ 25  Poiché quando sorgono dai morti, gli uomini non si sposano né le donne sono date in matrimonio, ma sono come gli angeli nei cieli.+ 26  Ma riguardo ai morti, che sono destati, non avete letto nel libro di Mosè, nel racconto del roveto, come Dio gli disse: ‘Io sono l’Iddio di Abraamo e l’Iddio di Isacco e l’Iddio di Giacobbe’?+ 27  Egli non è l’Iddio dei morti, ma dei viventi. Voi vi sbagliate di molto”.+ 28  Ora uno degli scribi che si era accostato e li aveva uditi disputare, sapendo che aveva risposto in modo eccellente, gli chiese: “Qual è il primo di tutti i comandamenti?”+ 29  Gesù rispose: “Il primo è: ‘Ascolta, Israele: Geova* nostro Dio è un solo Geova,*+ 30  e tu devi amare Geova* tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima* e con tutta la tua mente e con tutta la tua forza’.+ 31  Il secondo è questo: ‘Devi amare il tuo prossimo come te stesso’.+ Non c’è altro comandamento più grande di questi”. 32  Lo scriba gli disse: “Maestro, hai detto bene secondo verità: ‘Egli è Uno solo, e non c’è altri che Lui’;+ 33  e questo amarlo con tutto il cuore e con tutto l’intendimento e con tutta la forza e questo amare il prossimo come se stessi vale assai più di tutti gli olocausti e i sacrifici”.+ 34  Allora Gesù, discernendo che aveva risposto in modo intelligente, gli disse: “Non sei lontano dal regno di Dio”. Ma nessuno aveva più il coraggio d’interrogarlo.+ 35  Comunque, nel dare risposta, Gesù diceva insegnando nel tempio: “Come mai gli scribi dicono che il Cristo è figlio di Davide?+ 36  Mediante lo spirito santo+ Davide stesso disse: ‘Geova* ha detto al mio Signore: “Siedi alla mia destra finché io ponga i tuoi nemici sotto i tuoi piedi”’.+ 37  Davide stesso lo chiama ‘Signore’, ma com’è che egli è suo figlio?”+ E la grande folla lo ascoltava con piacere.+ 38  E nel suo insegnamento diceva: “Guardatevi dagli scribi+ che desiderano andare in giro in lunghe vesti e desiderano i saluti nei luoghi di mercato* 39  e i primi posti nelle sinagoghe e i luoghi più eminenti ai pasti serali.+ 40  Essi sono quelli che divorano le case+ delle vedove e che per pretesto fanno lunghe preghiere; questi riceveranno un più grave giudizio”.+ 41  E, sedutosi di fronte alle casse del tesoro,+ osservava come la folla gettava denaro* nelle casse del tesoro;* e molti ricchi gettavano molte monete.+ 42  Venne poi una povera vedova e gettò due monetine,* che sono di minimo valore.*+ 43  Allora chiamò a sé i suoi discepoli e disse loro: “Veramente vi dico che questa povera vedova ha gettato più di tutti quelli che hanno gettato denaro nelle casse del tesoro;+ 44  poiché tutti vi hanno gettato del loro avanzo, ma essa, nella sua indigenza, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto il suo sostentamento”.+

Note in calce

Vedi App. 1D.
O, “degli erodiani”.
O, “all’imperatore”. Gr. Kàisari.
Vedi nt. a 6:37.
Vedi App. 1D.
Vedi App. 1D.
Vedi App. 1D.
O, “la tua vita”. Gr. tes psychès sou; J17,18,22(ebr.), nafshekhà.
Vedi App. 1D.
O, “luoghi di assemblea”.
Lett. “[denaro di] rame”.
O, “nel tesoro sacro”.
Lett. “due lepton”. Un lepton era la più piccola moneta ebraica di rame o di bronzo. Vedi App. 8A.
Lett. “che è un quadrante”. Moneta romana di rame o di bronzo del valore di un sessantaquattresimo di denaro. Vedi App. 8A.