Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Malachia 1:1-14

1  Dichiarazione solenne: La parola di Geova+ riguardo a Israele per mezzo di Malachia:*  “Vi ho amati”,+ ha detto Geova. E voi avete detto: “In che modo ci hai amati?”+ “Esaù non era il fratello di Giacobbe?”+ è l’espressione di Geova. “Ma io amai Giacobbe,+  e ho odiato Esaù;+ e feci infine dei suoi monti una distesa desolata+ e della sua eredità [qualcosa] per gli sciacalli del deserto”.+  “Poiché Edom* continua a dire: ‘Siamo stati distrutti, ma torneremo ed edificheremo [i] luoghi devastati’, Geova degli eserciti* ha detto questo: ‘Essi, da parte loro, edificheranno; ma io, da parte mia, demolirò.+ E certamente saranno chiamati “il territorio* di malvagità” e “il popolo che Geova ha denunciato+ a tempo indefinito”.  E i vostri propri occhi [lo] vedranno, e voi stessi direte: “Sia magnificato Geova sul territorio d’Israele”’”.+  “‘Il figlio, da parte sua, onora il padre;+ e il servitore, il suo gran padrone.*+ Se sono dunque padre,+ dov’è l’onore che mi spetta?+ E se sono un gran padrone, dov’è il timore+ di me?’ vi ha detto Geova degli eserciti, o sacerdoti che disprezzate il mio nome.+ “‘E voi avete detto: “In che modo abbiamo disprezzato il tuo nome?”’  “‘Presentando sul mio altare pane contaminato’.+ “‘E avete detto: “In che modo ti abbiamo contaminato?”’ “‘Col vostro dire: “La tavola+ di Geova è qualcosa da disprezzare”.+  E quando presentate un [animale] cieco per il sacrificio: “Non è nulla di male”. E quando presentate un [animale] zoppo o uno malato: “Non è nulla di male”’”.+ “Presentalo, suvvia, al tuo governatore. Si compiacerà egli di te, o ti riceverà benignamente?” ha detto Geova degli eserciti.  “E ora, suvvia, placate la faccia+ di Dio,* affinché ci mostri favore.+ Questo è accaduto per mano vostra. Riceverà egli benignamente qualcuno di voi?” ha detto Geova degli eserciti. 10  “Chi è inoltre fra voi che chiuderà le porte?+ E non accenderete il mio altare, per nulla.+ Non ho in voi alcun diletto”, ha detto Geova degli eserciti, “e non mi compiaccio dell’offerta di dono dalla vostra mano”.+ 11  “Poiché da dove si leva il sole fin dove tramonta, il mio nome sarà grande fra le nazioni,+ e in ogni luogo si farà fumo di sacrificio,+ si farà una presentazione al mio nome, sì, un dono puro;+ perché il mio nome sarà grande fra le nazioni”,+ ha detto Geova degli eserciti. 12  “Ma voi mi* profanate+ col vostro dire: ‘La tavola di Geova* è qualcosa di contaminato, e il suo frutto è qualcosa da disprezzare, il suo cibo’.+ 13  E avete detto: ‘Ecco, che fatica!’+ e lo* avete fatto disprezzare”, ha detto Geova degli eserciti. “E avete portato qualcosa di rapito, e lo zoppo, e il malato;+ sì, [lo] avete portato come dono. Posso compiacermi di ciò dalla vostra mano?”+ ha detto Geova. 14  “E maledetto è chi agisce con astuzia quando esiste nel suo branco un animale maschio, e fa un voto e ne sacrifica a Geova* uno rovinato.+ Poiché io sono un gran Re”,+ ha detto Geova degli eserciti, “e il mio nome sarà tremendo fra le nazioni”.+

Note in calce

“Malachia”, MTSyVg; LXX, “il suo messaggero (angelo)”.
Significa “rosso, rossiccio”. Un secondo nome dato a Esaù, secondo Ge 25:30; 36:1.
“Geova degli eserciti”: ebr. Yehwàh tsevaʼòhth. In Mal questa espressione ricorre 24 volte. Vedi App. 1J.
O, “la linea di confine; il confine”.
“Il suo gran padrone”: ebr. ʼadhonàv, pl. di ʼadhòhn, probabilmente per indicare eccellenza.
O, “il Divino”. Ebr. ʼEl; gr. Theoù; lat. Dei; Sy, “Geova”.
“Mi” era la lezione originale. I soferim cambiarono il testo perché leggesse “lo”. TLXXSyVg, “lo”. Vedi App. 2B.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.
“Lo”, come fu corretto dai soferim al posto di “mi”. Uno dei Diciotto Emendamenti dei soferim. Vedi App. 2B.
Vedi nt. al v. 12, “Geova”.