Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Levitico 6:1-30

6*  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo:  “Nel caso che un’anima pecchi in quanto in effetti agisce con infedeltà verso Geova+ e in effetti inganna+ il suo compagno riguardo a qualche cosa affidatale o a un deposito nella sua mano+ o a una rapina o in effetti defrauda un suo compagno,+  o in effetti trova qualche cosa perduta+ e davvero è ingannevole riguardo a essa e in effetti giura falsamente+ su una qualunque di tutte le cose che l’uomo possa fare per peccare mediante esse;  nel caso che essa pecchi e in realtà divenga colpevole,+ allora deve accadere che deve restituire la cosa rubata che ha rubato o la cosa estorta che ha preso con frode o la cosa affidatale che era stata affidata alla sua cura o la cosa perduta che ha trovato,  o qualunque cosa su cui giuri falsamente, e ne deve dare compenso+ per il pieno ammontare, e vi deve aggiungere un quinto d’essa. Lo darà a colui al quale appartiene il giorno che la sua colpa sarà provata.  E dal gregge porterà a Geova come sua offerta per la colpa un montone sano+ secondo il valore stimato, come offerta per la colpa,+ al sacerdote.  E il sacerdote deve fare espiazione+ per lei dinanzi a Geova, e le deve dunque essere perdonato riguardo a qualunque cosa di tutte quelle che possa aver fatto avendone colpa”.  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo:  “Comanda ad Aaronne e ai suoi figli, dicendo: ‘Questa è la legge dell’olocausto:+ L’olocausto sarà sul focolare sopra l’altare durante tutta la notte fino al mattino, e il fuoco dell’altare vi sarà acceso. 10  E il sacerdote si deve vestire con la sua veste ufficiale di lino,+ e indosserà sulla carne le mutande di lino.+ Quindi deve levare le ceneri grasse+ dell’olocausto che il fuoco regolarmente consuma sull’altare, e le deve mettere al lato dell’altare. 11  E si deve spogliare delle sue vesti+ e indossare altre vesti, e deve portare le ceneri grasse in un luogo puro fuori del campo.+ 12  E il fuoco sarà mantenuto acceso sull’altare. Non si deve smorzare. E il sacerdote vi deve bruciare la legna+ di mattina in mattina e disporvi l’olocausto, e deve far fumare sopra di esso i pezzi grassi dei sacrifici di comunione.+ 13  Il fuoco+ sarà mantenuto di continuo acceso sull’altare. Non si deve smorzare. 14  “‘Ora questa è la legge dell’offerta di cereali:+ Voi figli di Aaronne, presentatela dinanzi a Geova di fronte all’altare. 15  E uno di essi deve levare mediante il suo pugno parte del fior di farina dell’offerta di cereali e parte del suo olio e tutto l’olibano che è sull’offerta di cereali, e lo deve far fumare sull’altare come odore riposante in ricordanza+ d’essa a Geova. 16  E ciò che ne resta lo mangeranno Aaronne e i suoi figli.+ Sarà mangiato come pani non fermentati+ in luogo santo. Lo mangeranno nel cortile della tenda di adunanza. 17  Non si deve cuocere con nessuna cosa lievitata.+ L’ho dato come loro parte dalle mie offerte fatte mediante il fuoco.+ È qualcosa di santissimo,+ come l’offerta per il peccato e come l’offerta per la colpa. 18  Lo mangerà ogni maschio+ tra i figli di Aaronne. È una parte assegnata a tempo indefinito+ per tutte le vostre generazioni dalle offerte di Geova fatte mediante il fuoco. Qualunque cosa le tocchi diverrà santa’”. 19  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo: 20  “Questa è l’offerta+ di Aaronne e dei suoi figli che presenteranno a Geova il giorno che sarà unto:+ un decimo di efa+ di fior di farina come offerta di cereali,+ continuamente, metà d’essa la mattina e metà d’essa la sera. 21  Sarà fatta con olio su una teglia.+ La porterai ben mischiata. Presenterai le paste dell’offerta di cereali in pezzi come odore riposante a Geova. 22  E la farà il sacerdote, quello che sarà unto* in luogo di lui di fra i suoi figli.+ È un regolamento a tempo indefinito: Si farà fumare a Geova come offerta intera.+ 23  E ogni offerta di cereali del sacerdote+ dev’essere un’offerta intera. Non dev’essere mangiata”. 24  E Geova parlò ancora a Mosè, dicendo: 25  “Parla ad Aaronne e ai suoi figli, dicendo: ‘Questa è la legge dell’offerta per il peccato:+ Nel luogo+ dove si scanna regolarmente l’olocausto sarà scannata l’offerta per il peccato dinanzi a Geova. È una cosa santissima.+ 26  La mangerà il sacerdote che la offre per il peccato.+ Si mangerà in luogo santo+ nel cortile+ della tenda di adunanza. 27  “‘Qualunque cosa ne tocchi la carne diverrà santa,+ e quando qualcuno ne avrà spruzzato del sangue sulla veste,+ laverai ciò che avrà spruzzato di sangue in luogo santo.+ 28  E il vaso di terracotta+ in cui si cuocia dev’essere spezzato. Ma se è stata cotta in un vaso di rame, allora dev’essere strofinato e sciacquato con acqua. 29  “‘Ogni maschio fra i sacerdoti la mangerà.+ È qualcosa di santissimo.+ 30  Comunque, non si deve mangiare nessuna offerta per il peccato di cui si porterà del sangue+ nella tenda di adunanza per fare espiazione nel luogo santo. Dev’essere bruciata col fuoco.

Note in calce

SyVg fanno cominciare qui il capitolo 6; MLXX continuano per altri sette vv.
“Quello che sarà unto”: ebr. hammashìach; gr. ho christòs.