Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Levitico 23:1-44

23  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo:  “Parla ai figli d’Israele e devi dire loro: ‘Le feste periodiche+ di Geova che dovete proclamare+ sono santi congressi. Queste sono le mie feste periodiche:  “‘Si può fare lavoro per sei giorni, ma il settimo giorno è un sabato di completo riposo,+ un santo congresso. Non potete fare nessuna sorta di lavoro. È un sabato a Geova in tutti i luoghi dove dimorate.+  “‘Queste sono le feste periodiche+ di Geova, i santi congressi,+ che dovete proclamare ai loro tempi fissati:+  Il primo mese, il quattordicesimo giorno del mese,+ fra le due sere* è la pasqua+ a Geova.  “‘E il quindicesimo giorno di questo mese è la festa dei pani non fermentati a Geova.+ Dovete mangiare pani non fermentati per sette giorni.+  Il primo giorno terrete un santo congresso.+ Non potrete fare nessuna sorta di lavoro faticoso.  Ma per sette giorni dovrete presentare a Geova un’offerta fatta mediante il fuoco. Il settimo giorno vi sarà un santo congresso. Non potrete fare nessuna sorta di lavoro faticoso’”.  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo: 10  “Parla ai figli d’Israele, e devi dire loro: ‘Quando siete infine entrati nel paese che sto per darvi, e avete mietuto la sua messe, allora dovete portare al sacerdote un covone* delle primizie+ della vostra messe. 11  Ed egli deve agitare il covone da una parte all’altra+ dinanzi a Geova per ottenere l’approvazione per voi. Il giorno subito dopo il sabato il sacerdote deve agitarlo da una parte all’altra. 12  E il giorno che fate agitare da una parte all’altra il covone dovete offrire un giovane montone, sano, di un anno, in olocausto a Geova; 13  e come sua offerta di cereali due decimi di efa di fior di farina intrisa con olio, come offerta fatta a Geova mediante il fuoco, odore riposante; e come sua libazione un quarto di hin* di vino. 14  E non dovete mangiare pane né grano arrostito né grano nuovo fino a questo stesso giorno,+ finché portate l’offerta del vostro Dio. È uno statuto a tempo indefinito per le vostre generazioni in tutti i luoghi dove dimorate. 15  “‘E dal giorno dopo il sabato, dal giorno che portate il covone dell’offerta agitata, dovete contare per voi stessi sette sabati.*+ Devono essere completi. 16  Fino al giorno dopo il settimo sabato dovete contare, cinquanta giorni,+ e dovete presentare a Geova una nuova offerta di cereali.+ 17  Dai vostri luoghi di dimora dovete portare due pani+ come offerta agitata. Devono essere di due decimi di efa di fior di farina. Devono essere cotti lievitati,+ come primi frutti maturi a Geova.+ 18  E dovete presentare insieme ai pani sette agnelli,+ sani, ciascuno di un anno, e un giovane toro e due montoni. Devono servire come olocausto a Geova insieme alla loro offerta di cereali e alle loro libazioni come offerta fatta mediante il fuoco, di odore riposante a Geova. 19  E dovete offrire un capretto+ come offerta per il peccato e due agnelli, ciascuno di un anno, come sacrificio di comunione.+ 20  E il sacerdote li deve agitare da una parte all’altra+ insieme ai pani dei primi frutti maturi, come offerta agitata dinanzi a Geova, insieme ai due agnelli. Devono servire come qualche cosa di santo a Geova per il sacerdote.+ 21  E in questo stesso giorno dovete fare una proclamazione;+ ci sarà per voi stessi un santo congresso. Non potete fare nessuna sorta di lavoro faticoso. È uno statuto a tempo indefinito in tutti i vostri luoghi di dimora per le vostre generazioni. 22  “‘E quando mietete la messe del vostro paese, non devi proseguire fino a completare l’orlo del tuo campo quando mieti, e non devi raccogliere la spigolatura della tua messe.+ Devi lasciarli per l’afflitto+ e per il residente forestiero.+ Io sono Geova vostro Dio’”. 23  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo: 24  “Parla ai figli d’Israele, dicendo: ‘Nel settimo mese,+ il primo del mese, ci dev’essere per voi un completo riposo, un memoriale con squillo di tromba,+ un santo congresso.+ 25  Non potete fare nessuna sorta di lavoro faticoso, e dovete presentare a Geova un’offerta fatta mediante il fuoco’”. 26  E Geova parlò ancora a Mosè, dicendo: 27  “Comunque, il decimo [giorno] di questo settimo mese è il giorno dell’espiazione.+ Deve aver luogo per voi un santo congresso, e dovete affliggere le vostre anime+ e presentare a Geova un’offerta+ fatta mediante il fuoco. 28  E in questo stesso giorno non dovete fare nessuna sorta di lavoro, perché è un giorno di espiazione per fare espiazione+ per voi dinanzi a Geova vostro Dio, 29  perché ogni anima che non si sia afflitta in questo stesso giorno dev’essere stroncata dal suo popolo.+ 30  In quanto a ogni anima che farà qualsiasi sorta di lavoro in questo stesso giorno, devo distruggere quell’anima di fra il suo popolo.+ 31  Non dovete fare nessuna sorta di lavoro.+ È uno statuto a tempo indefinito per le vostre generazioni in tutti i luoghi dove dimorate. 32  È un sabato di completo riposo per voi,+ e dovete affliggere+ le vostre anime la sera del nono [giorno] del mese. Da sera a sera dovete osservare il vostro sabato”. 33  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo: 34  “Parla ai figli d’Israele, dicendo: ‘Il quindicesimo giorno di questo settimo mese è per sette giorni la festa delle capanne a Geova.*+ 35  Nel primo giorno c’è un santo congresso. Non potete fare nessuna sorta di lavoro faticoso. 36  Per sette giorni dovete presentare a Geova un’offerta fatta mediante il fuoco. L’ottavo giorno deve avvenire per voi un santo congresso,+ e dovete presentare a Geova un’offerta fatta mediante il fuoco. È un’assemblea solenne.* Non potete fare nessuna sorta di lavoro faticoso. 37  “‘Queste sono le feste periodiche+ di Geova che dovete proclamare come santi congressi,+ per presentare a Geova un’offerta fatta mediante il fuoco:+ l’olocausto+ e l’offerta di cereali+ del sacrificio e libazioni+ secondo il programma giornaliero,* 38  oltre ai sabati di Geova+ e oltre ai vostri doni+ e oltre a tutte le vostre offerte votive+ e oltre a tutte le vostre offerte volontarie,+ che dovete dare a Geova. 39  Comunque, il quindicesimo giorno del settimo mese, quando avete raccolto il prodotto della terra, dovete celebrare la festa+ di Geova per sette giorni.+ Il primo giorno è un completo riposo e l’ottavo giorno è un completo riposo.+ 40  E il primo giorno vi dovete prendere il frutto di alberi splendidi, le foglie di palme+ e i rami di alberi frondosi e pioppi della valle del torrente, e vi dovete rallegrare+ dinanzi a Geova vostro Dio per sette giorni. 41  E la dovete celebrare come festa a Geova per sette giorni l’anno.+ Come statuto a tempo indefinito durante le vostre generazioni, la dovete celebrare nel settimo mese. 42  Dovete dimorare per sette giorni nelle capanne.+ Tutti i nativi d’Israele devono dimorare nelle capanne,+ 43  affinché le vostre generazioni sappiano+ che feci dimorare i figli d’Israele nelle capanne quando li facevo uscire dal paese d’Egitto.+ Io sono Geova vostro Dio’”. 44  Pertanto Mosè parlò ai figli d’Israele delle feste periodiche+ di Geova.

Note in calce

Vedi nt. a Eso 12:6.
O, “un omer”, che era pari a 2,2 l.
Un hin era pari a 3,67 l.
O, “settimane”. Ebr. shabbathòhth. Cfr. Mt 28:1.
“A Geova”: ebr. laYhowàh. Vedi App. 1A.
“Un’assemblea solenne”: ebr. ʽatsèreth; gr. exòdion; cioè un giorno di festa per commemorare l’Esodo dall’Egitto.
“Secondo il programma giornaliero”: lett. “una cosa (opera) di un giorno nel suo giorno”.