Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Lamentazioni 3:1-66

א [ʼÀlef]* 3  Io sono l’uomo robusto che ha visto l’afflizione+ a causa del bastone del suo furore.   Sono io che egli ha condotto e fa camminare nelle tenebre e non nella luce.+   In realtà, contro di me volge ripetutamente la mano tutto il giorno.+ ב [Behth]   Ha fatto consumare la mia carne e la mia pelle.+ Mi ha rotto le ossa.+   Ha edificato contro di me, per circondar[mi]+ con pianta velenosa+ e difficoltà.   Mi ha fatto sedere in luoghi tenebrosi+ come gli uomini morti da lungo tempo.+ ג [Ghìmel]   Mi ha bloccato come con un muro di pietra, affinché io non esca.+ Ha reso pesanti i miei ceppi di rame.+   Inoltre, quando grido aiuto e invoco soccorso, in effetti ostacola la mia preghiera.+   Ha bloccato le mie vie con pietra squadrata.+ Ha torto i miei sentieri.+ ד [Dàleth] 10  È per me come un orso in agguato,+ come un leone nei nascondigli.+ 11  Ha scompigliato le mie vie, e mi fa restare incolto.* Mi ha reso desolato.+ 12  Ha calcato il suo arco,+ e mi erge come bersaglio per la freccia.+ ה [Heʼ] 13  Ha fatto penetrare nei miei reni i figli della sua faretra.+ 14  Son divenuto oggetto di risa+ per tutto il popolo contro di me,* il tema del loro canto tutto il giorno.+ 15  Mi ha saziato di cose amare.+ Mi ha satollato di assenzio.+ ו [Waw] 16  E fa rompere i miei denti con la ghiaia.+ Mi ha fatto accasciare nella cenere.+ 17  Sì, tu respingi così che non c’è pace per la mia anima. Ho perduto la memoria di ciò che è bene.+ 18  E continuo a dire: “Perita è la mia eccellenza, e la mia aspettazione da parte di Geova”.+ ז [Zàyin] 19  Ricorda la mia afflizione e il mio stato di senzatetto,+ l’assenzio e la pianta velenosa.+ 20  Immancabilmente la tua* anima si ricorderà e si chinerà su di me.+ 21  Questo è ciò che richiamerò al mio cuore.+ Perciò sarò in aspettativa.+ ח [Chehth] 22  È per gli atti di amorevole benignità*+ di Geova che non siamo pervenuti alla nostra fine,+ perché le sue misericordie certamente non finiranno.+ 23  Si rinnovano ogni mattina.+ La tua fedeltà è abbondante.+ 24  “Geova è la mia parte”,+ ha detto la mia anima, “perciò sarò in aspettativa di lui”.+ ט [Tehth] 25  Geova è buono verso chi spera in lui,+ verso l’anima che continua a cercarlo.+ 26  È bene aspettare,+ pure in silenzio,+ la salvezza di Geova.+ 27  È bene che l’uomo robusto porti il giogo durante la sua giovinezza.+ י [Yohdh] 28  Sieda solitario e taccia,+ perché egli ha posto [qualcosa] su di lui.+ 29  Metta la bocca nella medesima polvere.+ Forse esiste speranza.+ 30  Porga la guancia al medesimo che lo colpisce.+ Si sazi di biasimo.+ כ [Kaf] 31  Poiché Geova* non continuerà a respingere a tempo indefinito.+ 32  Poiché sebbene abbia causato dolore,+ certamente mostrerà anche misericordia secondo l’abbondanza della sua amorevole benignità.+ 33  Poiché non di suo proprio cuore ha afflitto o addolora i figli degli uomini.*+ ל [Làmedh] 34  Per schiacciare sotto i piedi+ tutti i prigionieri della terra,+ 35  Per respingere il giudizio di un uomo robusto dinanzi alla faccia dell’Altissimo,+ 36  Per fare torto all’uomo* nella sua causa, Geova* stesso non ha avuto sguardo [di approvazione].+ מ [Mem] 37  Chi ha detto, ora, che accada qualcosa [quando] Geova* stesso non ha comandato?+ 38  Dalla bocca dell’Altissimo non escono cose cattive e ciò che è buono.+ 39  Come può un uomo vivente* indulgere nelle lamentele,+ un uomo robusto, a causa del suo peccato?+ נ [Nun] 40  Scrutiamo le nostre vie ed esploriamole,+ e torniamo fino a Geova,+ 41  Innalziamo i nostri cuori insieme alle palme delle [nostre] mani a Dio* nei cieli:+ 42  “Noi stessi abbiamo trasgredito, e ci siamo comportati in maniera ribelle.+ Tu stesso non hai perdonato.+ ס [Sàmekh] 43  Hai ostruito l’accesso con ira,+ e continui a inseguirci.+ Hai ucciso; non hai mostrato compassione.+ 44  Hai ostruito l’accesso presso di te con una massa di nuvole,+ perché la preghiera non passi.+ 45  Ci rendi semplice scarto e rifiuto in mezzo ai popoli”.+ פ [Peʼ]* 46  Contro di noi tutti i nostri nemici hanno aperto la bocca.+ 47  Terrore e cavità stessi son divenuti nostri,+ desolazione e abbattimento.+ 48  Ruscelli d’acqua continua a riversare il mio occhio a causa dell’abbattimento della figlia del mio popolo.+ ע [ʽÀyin] 49  Il mio medesimo occhio è stato versato e non avrà posa, così che non ci sono pause,+ 50  Finché Geova guardi e veda dal cielo.+ 51  Il mio proprio occhio ha trattato con severità la mia anima,+ a causa di tutte le figlie* della mia città.+ צ [Tsadhèh] 52  I miei nemici mi hanno dato positivamente la caccia proprio come a un uccello,+ senza ragione.+ 53  Hanno ridotto la mia vita al silenzio nella stessa fossa,+ e continuarono a lanciarmi pietre. 54  Acque sono scorse sulla mia testa.+ Ho detto: “Sarò certamente reciso!”+ ק [Qohf] 55  Ho invocato il tuo nome, o Geova, da una fossa della più bassa sorta.+ 56  Devi udire la mia voce.+ Non nascondere il tuo orecchio al mio sollievo, alla mia invocazione di soccorso.+ 57  Ti sei avvicinato nel giorno in cui ho continuato a chiamarti.+ Hai detto: “Non aver timore”.+ ר [Rehsh] 58  Hai difeso, o Geova,* le contese della mia anima.+ Hai ricomprato la mia vita.+ 59  Hai visto, o Geova, il torto che mi è stato fatto.+ Oh dirigi il giudizio per me.+ 60  Hai visto tutta la loro vendetta, tutti i loro pensieri contro di me.+ ש [Sin] o [Shin] 61  Hai udito il loro biasimo, o Geova, tutti i loro pensieri contro di me,+ 62  Le labbra di quelli che si levano contro di me+ e il loro sussurro contro di me tutto il giorno.+ 63  Guarda il loro medesimo sedersi, sì, e il loro alzarsi.+ Io sono il soggetto del loro canto.+ ת [Taw] 64  Tu renderai loro un trattamento, o Geova, secondo l’opera delle loro mani.+ 65  Renderai loro l’insolenza di cuore,+ la tua maledizione a loro.+ 66  Li inseguirai nell’ira e li annienterai+ di sotto i cieli di Geova.+

Note in calce

Ciascun verso di ciascuna strofa di questo capitolo comincia con la stessa lettera ebr. in ordine alfabetico; la strofa peʼ (vv. 46-48) precede la strofa ʽàyin (vv. 49-51).
O, “mi fa a brani”.
“Tutto il mio popolo”, MLXXVg; Sy, “tutti i popoli”; T, “tutti quelli che disperdono il mio popolo”.
“Tua”, emendato dai soferim perché leggesse “mia” nel M; uno dei Diciotto Emendamenti. Vedi App. 2B.
O, “amore leale”.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.
“Uomini”: ebr. ʼish, sing. ma in senso collettivo.
O, “uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
Vedi nt. al v. 31.
Vedi nt. al v. 31.
O, “un uomo terreno vivente”. Ebr. ʼadhàm chai.
“Dio”: ebr. ʼEl; Vg, “Signore [Geova]”.
Nell’alfabeto ebr. peʼ segue ʽàyin.
O, “borgate dipendenti”.
Vedi nt. al v. 31.