Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Isaia 7:1-25

7  Ora avvenne ai giorni di Acaz+ figlio di Iotam figlio di Uzzia, re di Giuda, che Rezin+ re di Siria e Peca+ figlio di Remalia,* re d’Israele, salirono a Gerusalemme per fare guerra contro di essa, ed egli* non fu in grado di fare guerra contro di essa.+  E fu riferito alla casa di Davide, dicendo: “La Siria si è appoggiata a* Efraim”.+ E il suo cuore e il cuore del suo popolo tremavano, come il tremolio degli alberi della foresta a causa del vento.*+  E Geova diceva a Isaia: “Esci, suvvia, incontro ad Acaz, tu e Sear-Iasub*+ tuo figlio, in fondo alla conduttura+ della piscina superiore presso la strada maestra del campo del lavandaio.+  E gli devi dire: ‘Guarda di startene quieto.+ Non aver timore, e il tuo cuore stesso non si intimidisca+ a causa delle due code di questi ceppi fumanti, a causa dell’ardente ira di Rezin e della Siria e del figlio di Remalia,+  per la ragione che la Siria [con] Efraim e il figlio di Remalia ha consigliato ciò che è male contro di te, dicendo:  “Saliamo contro Giuda e laceriamolo e aprendo delle brecce prendiamocelo; e facciamo regnare dentro di esso un altro re, il figlio di Tabeel”.+  “‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “Non avrà effetto, né accadrà.+  Poiché il capo della Siria è Damasco, e il capo di Damasco è Rezin; e fra soli sessantacinque anni Efraim sarà frantumato in modo da non essere un popolo.+  E il capo di Efraim è Samaria,+ e il capo di Samaria è il figlio di Remalia.+ A meno che voi non abbiate fede, in tal caso non sarete di lunga durata”’”.+ 10  E Geova continuò a parlare ancora ad Acaz, dicendo: 11  “Chiedi per te stesso un segno da Geova tuo Dio,+ rendendolo così profondo come lo Sceol* o rendendolo così alto come le regioni superiori”. 12  Ma Acaz disse: “Non chiederò, né metterò Geova alla prova”. 13  Ed egli diceva: “Ascolta, ti prego, o casa di Davide. È così poca cosa per voi stancare gli uomini, che stanchereste anche il mio Dio?+ 14  Perciò Geova* stesso vi darà un segno: Ecco, la fanciulla*+ stessa effettivamente rimarrà incinta,+ e partorirà un figlio,+ e certamente gli metterà nome Emmanuele.* 15  Egli mangerà burro e miele per il tempo in cui saprà rigettare il male e scegliere il bene.+ 16  Poiché prima che il ragazzo sappia rigettare il male e scegliere il bene,+ il suolo dei due re di cui provi morboso terrore sarà lasciato interamente.+ 17  Geova porterà contro di te+ e contro il tuo popolo e contro la casa di tuo padre giorni come non ne sono venuti dal giorno che Efraim si ritrasse d’accanto a Giuda,+ cioè il re d’Assiria.*+ 18  “E deve accadere in quel giorno che Geova fischierà alle mosche* che sono all’estremità dei canali del Nilo d’Egitto e alle api*+ che sono nel paese d’Assiria,+ 19  e certamente verranno e si poseranno, tutte quante, sulle scoscese valli di torrente e sulle fenditure delle rupi e su tutti i cespugli di spine e su tutti gli abbeveratoi.*+ 20  “In quel giorno, per mezzo di un rasoio preso a nolo nella regione del Fiume,+ sì, per mezzo del re d’Assiria,+ Geova* raderà la testa e il pelo dei piedi,* ed esso* porterà via perfino la barba stessa.+ 21  “E deve avvenire in quel giorno che un individuo* conserverà in vita una giovenca della mandria e due pecore.+ 22  E deve avvenire che, a causa dell’abbondanza della produzione di latte, mangerà burro; perché burro e miele+ sarà ciò che mangerà chiunque sarà stato lasciato rimanere in mezzo al paese.* 23  “E deve accadere in quel giorno che ogni luogo dove c’erano mille viti, del valore di mille pezzi d’argento,+ diverrà, veramente diverrà, per i rovi e per le erbacce.+ 24  Egli* vi giungerà con frecce e arco,+ perché tutto il paese diverrà semplici rovi ed erbacce. 25  E tutti i monti dove si toglievano con la zappa le piante fastidiose, non vi andrai per timore dei rovi e delle erbacce; e certamente diverrà un luogo per lasciarvi sciolti i tori e terreno da calpestare per le pecore”.+

Note in calce

Vedi nt. a 2Re 15:25, “Remalia”.
“Egli”, MT; pl. in 1QIsaLXXSyVg e 2Re 16:5.
“Si è stabilita su; si è riposata su”, secondo un’altra derivazione del verbo ebr.
O, “soffio”. Ebr. rùach. Vedi nt. a Ge 1:2, “forza attiva”.
Significa “un semplice rimanente tornerà (i rimasti torneranno)”.
“Come lo Sceol” (ebr. sheʼòlah, “verso lo Sceol”), con un lieve cambiamento nella puntazione vocalica come suggerito dalle ntt. di BHK e BHS e in armonia con AqSymThVg; M(ebr.), sheʼàlah, “sì, chiedi”. Vedi App. 4B.
Uno dei 134 cambiamenti degli scribi da YHWH in ʼAdhonài. Vedi App. 1B.
“La fanciulla (la giovane)”: ebr. haʽalmàh; LXX(gr. parthènos)Sy(sir. bethulth), “la vergine”; AqSymTh(gr.), neànis, “fanciulla; ragazza”; lat. virgo, “vergine”. Vedi ntt. a Ge 24:16.
“Emmanuele”: ebr. ʽImmànu ʼEl, che significa “con noi è Dio”; gr. Emmanouèl; Vgc(lat.), Emmanuel. Vedi Mt 1:23.
“Assiria”: ebr. ʼAshshùr; LXX, “degli assiri”.
“Alle mosche”: ebr. lazzevùv, sing. ma in senso collettivo.
“E alle api”: ebr. weladdevohràh, sing. ma in senso collettivo.
O, “i pascoli”.
Vedi nt. al v. 14, “Geova”.
Cioè i peli dei genitali, secondo BDB, p. 920.
“Esso”, femm. in ebr., riferito al rasoio.
O, “un uomo”. Ebr. ʼish.
O, “alla terra”.
O, “Uno”.