Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Isaia 61:1-11

61  Lo spirito del Sovrano Signore Geova è su di me,+ per la ragione che Geova mi ha unto+ per annunciare la buona notizia ai mansueti.+ Mi ha mandato a fasciare quelli che hanno il cuore rotto,+ a proclamare la libertà* a quelli che sono in schiavitù+ e la completa apertura [degli occhi] anche ai prigionieri;+  a proclamare l’anno di buona volontà da parte di Geova+ e il giorno di vendetta da parte del nostro Dio;*+ a confortare tutti quelli che fanno lutto;+  ad assegnare a quelli che fanno lutto su Sion, a dare loro un’acconciatura per il capo invece di cenere,+ olio di esultanza+ invece di lutto, manto di lode invece di spirito abbattuto;+ e devono esser chiamati grossi alberi di giustizia,+ la piantagione di Geova,+ perché [egli] sia abbellito.+  Ed essi devono riedificare i luoghi da lungo tempo devastati;+ erigeranno perfino i luoghi desolati dei tempi precedenti,+ e certamente rinnoveranno le città devastate,+ i luoghi desolati di generazione in generazione.  “Ed estranei effettivamente staranno lì e pascoleranno i vostri greggi,+ e gli stranieri*+ saranno i vostri agricoltori e i vostri vignaioli.+  E in quanto a voi, sarete chiamati sacerdoti di Geova;+ si dirà che siete ministri*+ del nostro Dio.*+ Mangerete le risorse delle nazioni,+ e nella loro gloria parlerete con esultanza di voi stessi.+  Invece della vostra vergogna ci sarà una porzione doppia,+ e invece dell’umiliazione grideranno gioiosamente per la loro parte.+ Perciò nel loro paese prenderanno possesso perfino di una porzione doppia.+ Avranno allegrezza a tempo indefinito.+  Poiché io, Geova, amo la giustizia,+ odio la rapina insieme all’ingiustizia.*+ E certamente darò il loro salario in verità,+ e concluderò verso di loro un patto di durata indefinita.+  E la loro progenie* sarà in effetti conosciuta anche fra le nazioni,+ e i loro discendenti fra i popoli. Tutti quelli che li vedranno li riconosceranno,+ che sono la progenie che Geova ha benedetto”.+ 10  Immancabilmente esulterò in Geova.+ La mia anima gioirà nel mio Dio.+ Poiché mi ha vestito con le vesti della salvezza;+ mi ha avvolto col manto senza maniche della giustizia,+ come lo sposo che, alla maniera sacerdotale, si mette un’acconciatura per il capo,+ e come la sposa che si adorna con i suoi ornamenti.+ 11  Poiché come la terra stessa mette fuori il suo germoglio, e come il giardino stesso fa germogliare+ le cose che vi sono seminate, così il Sovrano Signore Geova* stesso farà germogliare la giustizia+ e la lode di fronte a tutte le nazioni.+

Note in calce

O, “rilascio; manumissione [affrancazione di schiavi]”.
“Da parte del nostro Dio”: ebr. lEʼlohèhnu.
Lett. “figli di (un paese) straniero”.
‘Ministri di’: ebr. meshorthèh; gr. leitourgòi; lat. ministri.
“Nostro Dio”: ebr. ʼElohèhnu.
“Insieme all’ingiustizia”, con un lieve cambiamento nella puntazione vocalica del M in armonia con i LXX e con cinque mss. ebr.; Sy, “e l’ingiustizia”; MVg, “nell’olocausto”.
Lett. “seme”.
“Il Sovrano Signore Geova”: ebr. ʼAdhonài Yehwìh; 1QIsaTSy, “Geova Dio”; Vg, “il Signore [Geova] Dio”; LXX, “Geova”. Vedi App. 1E.