Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Isaia 2:1-22

2  La cosa* che Isaia* figlio di Amoz vide in visione riguardo a Giuda e a Gerusalemme:+  E deve avvenire nella parte finale dei giorni+ [che] il monte della casa+ di Geova sarà fermamente stabilito al di sopra della cima dei monti,+ e sarà certamente innalzato al di sopra dei colli;+ e a esso dovranno affluire tutte le nazioni.+  E molti popoli certamente andranno e diranno: “Venite,+ e saliamo al monte di Geova, alla casa dell’Iddio di Giacobbe; ed egli ci istruirà intorno alle sue vie, e noi certamente cammineremo* nei suoi sentieri”.+ Poiché da Sion uscirà [la] legge, e la parola di Geova da Gerusalemme.+  Ed egli certamente renderà giudizio fra le nazioni+ e metterà le cose a posto+ rispetto a molti popoli.+ E dovranno fare delle loro spade vomeri e delle loro lance cesoie per potare.+ Nazione non alzerà la spada contro nazione, né impareranno più la guerra.+  O uomini della casa di Giacobbe,* venite e camminiamo nella luce di Geova.+  Poiché tu hai abbandonato il tuo popolo, la casa di Giacobbe.+ Poiché son divenuti pieni di ciò che è dall’Oriente,+ e sono praticanti di magia+ come i filistei, e abbondano di* figli di stranieri.+  E il loro* paese si riempie d’argento e d’oro, e non c’è limite ai loro tesori.+ E il loro paese si riempie di cavalli, e non c’è limite ai loro carri.+  E il loro paese si riempie di dèi senza valore.+ Si inchinano davanti all’opera delle proprie mani, davanti a ciò che le proprie dita hanno fatto.+  E l’uomo terreno si inchina, e l’uomo si abbassa, e non li puoi proprio perdonare.*+ 10  Entra nella roccia e nasconditi nella polvere a causa del terrore di Geova, e davanti alla sua splendida superiorità.*+ 11  Gli occhi superbi dell’uomo terreno si devono abbassare, e l’alterigia degli uomini* si deve inchinare;+ e Geova solo dev’essere innalzato in quel giorno.+ 12  Poiché è il giorno che appartiene a Geova degli eserciti.+ Esso è su ogni superbo e altero e su ogni innalzato o abbassato;+ 13  e su tutti i cedri del Libano+ che sono alti ed elevati e su tutti i massicci alberi di Basan;+ 14  e su tutti gli alti monti e su tutti i colli che sono elevati;+ 15  e su ogni alta torre e su ogni muro fortificato;+ 16  e su tutte le navi di Tarsis+ e su tutte le barche desiderabili.* 17  E la superbia dell’uomo terreno* si deve inchinare, e l’alterigia degli uomini si deve abbassare;+ e Geova solo dev’essere innalzato in quel giorno.+ 18  E gli stessi dèi senza valore passeranno completamente.+ 19  E la gente entrerà nelle caverne delle rocce e nelle buche della polvere a causa del terrore di Geova e davanti alla sua splendida superiorità,*+ quando egli sorgerà per scrollare la terra.+ 20  In quel giorno l’uomo terreno getterà ai topiragno e ai pipistrelli i suoi inutili dèi d’argento e i suoi dèi d’oro senza valore che avevano fatto perché egli si inchinasse davanti ad essi,+ 21  per entrare nelle buche delle rocce e nelle fenditure delle rupi, a causa del terrore di Geova e davanti alla sua splendida superiorità,*+ quando egli sorgerà per scrollare la terra. 22  Per il vostro proprio bene, tenetevi lontani dall’uomo terreno, il cui alito* è nelle sue narici,+ poiché in base a che cosa deve egli stesso esser preso in considerazione?+

Note in calce

O, “parola”.
Vedi nt. a 1:1, “Isaia”.
O, “andremo”.
Lett. “O casa di Giacobbe”, sing., ma col verbo (“venite”) al pl.
“Abbondano di”: o, “danno la mano a”, cioè hanno stretta associazione.
Lett. “suo”, riferito a “Giacobbe” del v. 6.
O, “e tu non li perdoni”.
Lett. “e dallo splendore della sua superiorità”.
“Uomini”: ebr. ʼanashìm, pl. di ʼish.
O, “tutti i desiderabili articoli da esposizione; tutte le desiderabili opere d’arte”.
‘L’uomo terreno’: ebr. haʼadhàm. Cfr. nt. al v. 11.
Vedi nt. al v. 10.
“D’innanzi al timore del Signore [gr. Kyrìou], e dalla gloria della sua forza”, LXX. Vedi nt. al v. 10. Cfr. 2Ts 1:9.
“Alito”: ebr. neshamàh, la stessa parola usata in Ge 2:7.