Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giudici 1:1-36

1  E dopo la morte+ di Giosuè avvenne che i figli d’Israele interrogavano+ Geova, dicendo: “Chi di noi salirà per primo ai cananei per combattere contro di loro?”  A ciò Geova disse: “Salirà Giuda.+ Ecco, certamente gli darò in mano il paese”.  Quindi Giuda disse a Simeone suo fratello: “Sali con me nella parte che mi è toccata in sorte+ e combattiamo contro i cananei, e io stesso andrò a mia volta con te nella parte che ti è toccata in sorte”.+ Pertanto Simeone andò con lui.+  Allora Giuda salì e Geova diede nelle loro mani i cananei e i ferezei,+ così che li sconfissero a Bezec, diecimila uomini.  Quando a Bezec trovarono Adoni-Bezec, combatterono quindi contro di lui e sconfissero i cananei+ e i ferezei.+  Essendosi Adoni-Bezec dato alla fuga, lo inseguivano e lo afferrarono e gli mozzarono i pollici delle mani e gli alluci dei piedi.  A ciò Adoni-Bezec disse: “Ci sono stati settanta re con i pollici delle mani e gli alluci dei piedi mozzati a raccogliere cibo sotto la mia tavola. Come io ho fatto, così Dio mi ha ripagato”.+ Dopo ciò lo portarono a Gerusalemme+ e vi morì.  Inoltre, i figli di Giuda fecero guerra contro Gerusalemme+ e la catturavano, e la colpivano col taglio della spada e consegnarono la città al fuoco.  E in seguito i figli di Giuda scesero a combattere contro i cananei che abitavano nella regione montagnosa e nel Negheb+ e nella Sefela.+ 10  Giuda marciò dunque contro i cananei che dimoravano a Ebron+ (ora il nome di Ebron era prima Chiriat-Arba),+ e abbatteva Sesai e Ahiman e Talmai.+ 11  E di là marciarono contro gli abitanti di Debir.+ (Ora il nome di Debir era prima Chiriat-Sefer).+ 12  Quindi Caleb+ disse: “Chiunque colpirà Chiriat-Sefer e in effetti la catturerà, ebbene, di sicuro gli darò in moglie Acsa+ mia figlia”.+ 13  E Otniel+ figlio di Chenaz,+ fratello minore di Caleb,+ la catturava. Perciò gli diede in moglie Acsa sua figlia.+ 14  E avvenne che mentre essa andava a casa, lo incitava a chiedere a suo padre un campo. Quindi essa batté le mani mentre era sull’asino.*+ A ciò Caleb le disse: “Che vuoi?” 15  Essa dunque gli disse: “Concedimi una benedizione,+ poiché mi hai dato un pezzo di terra meridionale, e mi devi dare Gullot-Maim”.* Pertanto Caleb le diede Gullot Superiore e Gullot Inferiore.*+ 16  E i figli del chenita,+ di cui Mosè era il genero,*+ salirono con i figli di Giuda dalla città delle palme+ al deserto di Giuda, che è a sud di Arad.+ Quindi andarono e presero a dimorare col popolo.+ 17  Ma Giuda marciò oltre con Simeone suo fratello e colpivano i cananei che abitavano a Zefat e la votavano alla distruzione.+ Perciò fu dato alla città il nome di Orma.*+ 18  Dopo ciò Giuda catturò Gaza+ e il suo territorio e Ascalon+ e il suo territorio ed Ecron+ e il suo territorio. 19  E Geova continuò ad essere con Giuda, così che prese possesso della regione montagnosa, ma non poté spodestare gli abitanti del bassopiano, perché avevano carri da guerra+ muniti di falci di ferro.*+ 20  Quando a Caleb diedero Ebron, proprio come Mosè aveva promesso,+ egli cacciò dunque di là i tre figli di Anac.+ 21  E i figli di Beniamino non cacciarono i gebusei che abitavano a Gerusalemme;+ ma i gebusei continuano a dimorare a Gerusalemme con i figli di Beniamino fino a questo giorno.+ 22  Frattanto anche la stessa casa di Giuseppe+ salì contro Betel,+ e Geova fu con loro.+ 23  E la casa di Giuseppe esplorava+ Betel (incidentalmente, il nome della città era prima Luz),+ 24  e quelli che vigilavano videro un uomo che usciva dalla città. Così gli dissero: “Mostraci, ti preghiamo, la via per entrare nella città, e certamente eserciteremo benignità verso di te”.+ 25  Pertanto l’uomo mostrò loro la via per entrare nella città; ed essi colpivano la città col taglio della spada,+ ma lasciarono andare l’uomo e tutta la sua famiglia.+ 26  Dopo ciò, l’uomo andò nel paese degli ittiti+ ed edificò una città e le mise nome Luz. Questo è il suo nome fino a questo giorno. 27  E Manasse+ non prese possesso di Bet-Sean+ e delle sue borgate dipendenti e di Taanac+ e delle sue borgate dipendenti* e degli abitanti di Dor+ e delle sue borgate dipendenti e degli abitanti di Ibleam+ e delle sue borgate dipendenti e degli abitanti di Meghiddo+ e delle sue borgate dipendenti, ma i cananei persistettero nel dimorare in questo paese.+ 28  E avvenne che Israele si fece forte+ e metteva i cananei ai lavori forzati,+ e non li cacciarono del tutto.+ 29  Né Efraim cacciò i cananei che dimoravano a Ghezer, ma i cananei continuarono a dimorare a Ghezer in mezzo a loro.+ 30  Zabulon+ non cacciò gli abitanti di Chitron e gli abitanti di Naalol,+ ma i cananei continuarono a dimorare in mezzo a loro+ e vennero assoggettati ai lavori forzati.+ 31  Aser+ non cacciò gli abitanti di Acco* e gli abitanti di Sidone+ e di Alab e di Aczib+ e di Elba e di Afic+ e di Reob.+ 32  E gli aseriti continuarono a dimorare fra i cananei che abitavano nel paese, perché non li cacciarono.+ 33  Neftali+ non cacciò gli abitanti di Bet-Semes e gli abitanti di Bet-Anat,+ ma continuarono a dimorare fra i cananei che abitavano nel paese;+ e gli abitanti di Bet-Semes e di Bet-Anat divennero loro [sottoposti] per i lavori forzati.+ 34  E gli amorrei continuarono a spingere i figli di Dan+ nella regione montagnosa, poiché non permisero loro di scendere al bassopiano.+ 35  Gli amorrei persistettero dunque nel dimorare sul monte Eres e ad Aialon+ e Saalbim.+ Ma la mano della casa di Giuseppe si fece così pesante che furono costretti a compiere lavori forzati.+ 36  E il territorio degli amorrei andava dall’ascesa di Acrabbim,+ da Sela* in su.

Note in calce

O, “Quindi scivolò giù (smontò) dall’asino”.
Significa “bacini d’acqua”.
O, “il bacino superiore e il bacino inferiore”.
O, “del chenita, suocero di Mosè”.
Significa “un votare alla distruzione”; LXXB, “Anatema”; Vg, “Horma, cioè anatema”.
Lett. “carri da guerra di ferro”.
Lett. “delle sue figlie”.
In seguito chiamata Tolemaide. Vedi At 21:7.
O, “dalla Roccia”. Ebr. mehasSèlaʽ.