Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giovanni 13:1-38

13  Ora, siccome sapeva prima della festa della pasqua che era venuta la sua ora+ di passare da questo mondo al Padre,+ Gesù, avendo amato i suoi che erano nel mondo,+ li amò sino alla fine.  E durante* il pasto serale, avendo già il Diavolo posto nel cuore di Giuda Iscariota,+ figlio di Simone, di tradirlo,+  egli, sapendo che il Padre aveva dato ogni cosa nelle [sue] mani+ e che era venuto da Dio e a Dio andava,+  si alzò dal pasto serale e depose le sue vesti. E, preso un asciugatoio, se lo cinse.+  Mise poi dell’acqua in un bacino e cominciò a lavare i piedi+ ai discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio del quale si era cinto.  Venne dunque da Simon Pietro. Egli gli disse: “Signore, tu lavi i piedi a me?”+  Rispondendo, Gesù gli disse: “Ciò che sto facendo non lo capisci al presente, ma lo capirai dopo queste cose”.+  Pietro gli disse: “Certamente tu non mi laverai mai i piedi”. Gesù gli rispose: “Se non ti lavo,+ non avrai nessuna parte con me”.  Simon Pietro gli disse: “Signore, non solo i miei piedi, ma anche le mani e la testa”. 10  Gesù gli disse: “Chi ha fatto il bagno+ non ha bisogno di lavarsi che i piedi, ma è interamente puro. E voi siete puri, ma non tutti”. 11  Conosceva, in realtà, l’uomo che lo tradiva.+ Per questo disse: “Non tutti siete puri”. 12  Quando dunque ebbe lavato loro i piedi ed ebbe rimesso le sue vesti, giacendo di nuovo a tavola, disse loro: “Sapete che cosa vi ho fatto? 13  Voi mi chiamate: ‘Maestro’+ e ‘Signore’,+ e parlate giustamente, poiché lo sono.+ 14  Perciò, se io, benché Signore e Maestro, ho lavato i piedi a voi,+ anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri.+ 15  Poiché vi ho dato il modello, affinché come vi ho fatto io, così facciate anche voi.+ 16  Verissimamente vi dico: Lo schiavo non è maggiore del suo signore, né chi è mandato* è maggiore di colui che lo manda.+ 17  Conoscendo queste cose, siete felici se le fate.+ 18  Non parlo di voi tutti; conosco quelli che ho scelto.+ Ma è perché si adempia la Scrittura:+ ‘Colui che si nutriva del mio pane ha alzato il suo calcagno contro di me’.+ 19  Da questo momento ve lo dico prima che avvenga,+ affinché quando sia avvenuto crediate che sono io. 20  Verissimamente vi dico: Chi riceve chiunque io mandi riceve [anche] me.+ A sua volta chi riceve me, riceve [anche] colui che mi ha mandato”.+ 21  Dopo aver detto queste cose, Gesù si turbò nello spirito, e rese testimonianza, dicendo: “Verissimamente vi dico: Uno di voi mi tradirà”.+ 22  I discepoli si guardavano gli uni gli altri, non sapendo di chi parlasse.+ 23  Davanti al seno di Gesù giaceva uno dei suoi discepoli, e Gesù lo amava.*+ 24  Perciò Simon Pietro gli fece cenno e gli disse: “Di’ chi è colui del quale parla”. 25  E questi, appoggiandosi all’indietro sul petto di Gesù, gli disse: “Signore, chi è?”+ 26  Perciò Gesù rispose: “È quello al quale darò il boccone che intingo”.+ E, intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda, figlio di Simone Iscariota. 27  E allora, dopo il boccone, Satana entrò in quest’ultimo.+ Perciò Gesù gli disse: “Quello che fai, fallo più presto”. 28  Comunque, nessuno di quelli che giacevano a tavola sapeva per quale scopo gli avesse detto questo. 29  Alcuni immaginavano infatti che, siccome Giuda teneva la cassa del denaro,+ Gesù dicesse: “Compra le cose che ci occorrono per la festa”, o che desse qualcosa ai poveri.+ 30  Perciò, ricevuto il boccone, egli uscì immediatamente. Ed era notte.+ 31  E quando se ne fu uscito, Gesù disse: “Ora il Figlio dell’uomo è glorificato,+ e Dio è glorificato riguardo a lui.* 32  E Dio stesso lo glorificherà,+ e lo glorificherà immediatamente. 33  Figlioletti,+ sono con voi ancora per poco. Mi cercherete; e come ho detto ai giudei: ‘Dove vado io, voi non potete venire’,+ lo dico al presente anche a voi. 34  Vi do un nuovo comandamento, che vi amiate gli uni gli altri; come vi ho amati io,+ che anche voi vi amiate gli uni gli altri.+ 35  Da questo tutti conosceranno che siete miei discepoli, se avrete amore fra voi”.+ 36  Simon Pietro gli disse: “Signore, dove vai?” Gesù rispose: “Dove vado io, tu non mi puoi seguire ora, ma mi seguirai più tardi”.+ 37  Pietro gli disse: “Signore, perché non ti posso seguire al presente? Cederò la mia anima in tuo favore”.+ 38  Gesù rispose: “Cederai la tua anima* in mio favore? Verissimamente ti dico: Il gallo non canterà affatto finché tu non mi abbia rinnegato tre volte”.+

Note in calce

O, “mentre veniva preparato”.
“Chi è mandato”: o, “un apostolo (un inviato)”. Gr. apòstolos; lat. apostolus.
O, “preferiva”.
O, “per mezzo di lui”.
O, “vita”. Gr. psychèn; lat. animam; J17,18,22(ebr.), nafshekhà (da nèfesh).