Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Gioele 1:1-20

1  La parola di Geova che fu rivolta+ a Gioele figlio di Petuel:  “Udite questo, anziani,* e prestate orecchio, voi tutti abitanti del paese.*+ È accaduto questo ai vostri giorni, o anche ai giorni dei vostri antenati?+  Fatene il racconto ai vostri propri figli, e i vostri figli ai loro figli, e i loro figli alla generazione seguente.+  Ciò che ha lasciato il bruco, l’ha mangiato la locusta; e ciò che ha lasciato la locusta,+ l’ha mangiato la larva della cavalletta;* e ciò che ha lasciato la larva della cavalletta, l’ha mangiato lo scarafaggio.+  “Svegliatevi, ubriaconi,+ e piangete; e urlate,+ voi tutti bevitori di vino, a causa del vino dolce,+ poiché è stato stroncato dalle vostre bocche.+  Poiché una nazione è salita nel mio paese, potente e senza numero.+ I suoi denti sono i denti di un leone,*+ e ha le mascelle di un leone.*  Ha posto la mia vite come oggetto di stupore,+ e il mio fico come un ceppo.+ L’ha positivamente spogliato e [lo] ha gettato via.+ I suoi ramoscelli son divenuti bianchi.  Fa lamento,* come una vergine cinta di sacco+ sul proprietario* della sua giovinezza.  “Offerta di cereali+ e libazione+ sono state stroncate dalla casa di Geova; i sacerdoti, i ministri+ di Geova, hanno fatto cordoglio.+ 10  [Il] campo è stato spogliato,+ [il] terreno è in lutto;+ poiché [il] grano è stato spogliato, [il] vino nuovo si è seccato,+ l’olio è venuto meno.+ 11  Gli agricoltori han provato vergogna;+ i vignaioli hanno urlato,* a causa del frumento e a causa dell’orzo; poiché la messe del campo è perita.+ 12  La vite stessa si è seccata, e anche il fico è venuto meno. In quanto al melograno, pure alla palma e al melo, tutti gli alberi del campo, si sono seccati;+ poiché l’esultanza se n’è andata con vergogna dai figli del genere umano.*+ 13  “Cingetevi, e battetevi il petto,+ sacerdoti. Urlate, ministri dell’altare.+ Venite, passate la notte in sacco, ministri del mio Dio;* poiché dalla casa del vostro Dio sono state trattenute l’offerta di cereali+ e la libazione.+ 14  Santificate un tempo di digiuno.+ Convocate un’assemblea solenne.+ Raccogliete [gli] anziani, tutti gli abitanti del paese,* presso la casa di Geova vostro Dio,+ e chiedete aiuto a Geova.+ 15  “Ohimè per il giorno;+ perché il giorno di Geova è vicino,+ e verrà come una spoliazione dall’Onnipotente!* 16  Non è stato il cibo stesso stroncato davanti ai nostri medesimi occhi, l’allegrezza e la gioia dalla casa del nostro Dio?+ 17  I fichi secchi* si sono raggrinziti sotto le loro pale. I depositi sono stati resi desolati. I granai* sono stati demoliti, poiché [il] grano si è seccato. 18  Oh come ha sospirato l’animale domestico! [Come] hanno vagato nella confusione i branchi di bovini! Poiché per loro non c’è pascolo.+ Anche ai branchi delle pecore è stata fatta portare la colpa. 19  “Te, o Geova, invocherò;+ poiché il fuoco stesso ha divorato i pascoli del deserto e una medesima fiamma ha consumato tutti gli alberi del campo.+ 20  Anche le bestie del campo continuano ad anelare a te,+ perché i canali d’acqua si sono seccati,+ e il fuoco stesso ha divorato i pascoli del deserto”.

Note in calce

O, “uomini d’età avanzata”. Ebr. hazzeqenìm; gr. presbteroi. Vedi nt. ad At 15:2.
‘Il paese’: o, “la terra”. Ebr. haʼàrets.
“La larva della cavalletta”: ebr. haiyàleq. Vedi nt. a Sl 105:34.
“Leone”: ebr. ʼaryèh, il leone africano.
“Leone”: ebr. lavìʼ, il leone asiatico.
“Fa lamento”, imperativo, femm.
“Proprietario”: ebr. bàʽal; gr. àndra; lat. virum, “marito”.
O, “Provate vergogna, agricoltori; urlate, vignaioli”.
“Genere umano”: o, “uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
“Mio Dio”: ebr. ʼElohài.
‘Il paese’: o, “la terra”. Ebr. haʼàrets.
“Dall’Onnipotente”: ebr. miShaddài. Cfr. nt. a Ge 17:1.
“Fichi secchi”: o, “semi di grano”.
Forse, “serbatoi”.