Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giobbe 9:1-35

9  E Giobbe rispondeva e diceva:   “In effetti so davvero che è così.Ma come può l’uomo mortale aver ragione in una causa con Dio?*+   Se prova diletto nel contendere con lui,+Non gli potrà rispondere una sola volta su mille.   Egli è saggio di cuore e forte in potenza.+Chi gli può mostrare caparbietà e uscirne incolume?+   Trasporta i monti,+ così che non se [ne] ha nemmeno conoscenza,Egli che li ha rovesciati nella sua ira.+   Fa scuotere la terra dal suo luogo,Così che le sue medesime colonne+ vacillano.   Dice al sole* che non rifulga,E intorno alle stelle pone un sigillo,+   Distende i cieli da sé+E calca le alte onde* del mare;+   Fa la costellazione di As,* la costellazione di Chesil,*E la costellazione di Chima*+ e le stanze interne del Meridione;* 10  Fa grandi cose imperscrutabili,+E cose meravigliose senza numero.+ 11  Ecco, mi passa accanto e non [lo] vedo,E avanza e non lo discerno.+ 12  Ecco, porta via. Chi gli può resistere?Chi gli dirà: ‘Che fai?’+ 13  Dio* stesso non stornerà la sua ira;+Sotto di lui devono inchinarsi i sostenitori di colui che infuria.*+ 14  Quanto più nel caso che io stesso gli risponda!Sceglierò certamente le mie parole con lui,+ 15  Al quale non risponderei, anche se fossi realmente nel giusto.+Implorerei il favore del mio avversario in giudizio.+ 16  Se lo chiamassi, mi risponderebbe?+Non credo che presterebbe orecchio alla mia voce; 17  Colui che mi schiaccia con una tempestaE certamente rende numerose le mie ferite senza ragione.+ 18  Egli non mi concederà di prendere* una boccata d’aria fresca,+Poiché continua a saziarmi di cose amare. 19  Se qualcuno è forte in potenza, ecco, [egli lo è;]*+E se [qualcuno è forte] in giustizia, oh che io sia citato! 20  Se io fossi nel giusto, la mia propria bocca* mi dichiarerebbe malvagio;Se io fossi irriprovevole, egli mi dichiarerebbe quindi perverso. 21  Se io fossi irriprovevole, non conoscerei la mia anima;Rifiuterei la mia vita. 22  C’è una cosa. Perciò veramente dico:‘Egli pone fine all’irriprovevole, anche al malvagio’.+ 23  Se una repentina inondazione* stessa causasse all’improvviso la morte,Egli si farebbe beffe della medesima disperazione degli innocenti. 24  La terra stessa è stata data in mano al malvagio;+Egli copre la faccia dei suoi giudici.Se no, chi è dunque? 25  Anche i miei propri giorni son divenuti più veloci di un corriere;+Sono fuggiti, certamente non vedranno il bene. 26  Sono passati come barche di canne,Come un’aquila che sfreccia da una parte all’altra per [trovare] qualcosa da mangiare.+ 27  Se ho detto: ‘Voglio dimenticare la mia preoccupazione,+Voglio cambiare il mio viso+ e rasserenarmi’, 28  Ho avuto paura di tutti i miei dolori;+In effetti so che non mi riterrai innocente. 29  Io stesso devo divenire malvagio.Perché mi affatico semplicemente invano?+ 30  Se realmente mi lavassi in acqua di neve,Ed effettivamente mi purificassi le mani* nella potassa,+ 31  Allora mi immergeresti nella fossa,E le mie vesti certamente mi detesterebbero. 32  Poiché egli non è un uomo+ come me [che] io gli risponda,Che veniamo insieme in giudizio. 33  Non esiste nessuna* persona per decidere* fra noi,+Che metta su noi due la sua mano. 34  Mi tolga di dosso la sua verga,+E il suo spavento non mi atterrisca. 35  Lascia che io parli e non abbia timore di lui,Poiché non sono così disposto in me stesso.

Note in calce

“Dio”: ebr. ʼEl; LXX, “Geova”.
“Al sole”: ebr. lachères; gr. helìoi; lat. soli.
Lett. “gli alti luoghi”.
“La costellazione di As”: ebr. ʽAsh. Alcuni ritengono si tratti dell’Orsa Maggiore (Gran Carro).
“La costellazione di Chesil”: ebr. Kesìl. Alcuni ritengono si tratti della costellazione di Orione.
“E la costellazione di Chima”: ebr. weKhimàh. Alcuni ritengono si tratti delle Pleiadi, nella costellazione del Toro.
“Colui che fa le Pleiadi ed Espero e Arturo e i depositi del Meridione”, LXX; Vg, “che fa Arturo e Orione e le Iadi e le stanze interne del Meridione”. Si ritiene che le stanze interne del Meridione siano le costellazioni al di sotto dell’equatore, nell’emisfero meridionale.
“Dio”: ebr. ʼElòhah. Vedi nt. a 3:4.
“Colui che infuria”: ebr. ràhav. Vedi nt. a 26:12.
“Di prendere”: in ebr. questo è un verbo all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo, ed è qui usato come complemento oggetto del verbo “concederà”.
“Lì egli è”, T; M, “ecco!”
“La mia propria bocca”, MLXXSyVg; con una correzione del M, “la sua propria bocca”.
“Flagello”, secondo un’altra derivazione della parola ebr.
O, “palme”.
“Non esiste nessuna”, MVg; LXX, “Se solo ci fosse”.
O, “mediatore”. Gr. mesìtes, come in 1Tm 2:5.