Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giobbe 40:1-24

40  E Geova rispondeva a Giobbe e diceva:   “Ci dev’essere alcuna contesa* di uno che trova da ridire con l’Onnipotente?+ Risponda a ciò chi riprende Dio* stesso”.+  E Giobbe rispondeva a Geova e diceva:   “Ecco, son divenuto di poco conto.+ Che cosa ti risponderò? Mi son messo la mano sulla bocca.+   Ho parlato una volta, e certamente non risponderò; E due volte, e certamente non aggiungerò nulla”.  E Geova continuò a rispondere a Giobbe dal turbine,+ e diceva:   “Cingiti i lombi, suvvia, come un uomo robusto;+ Io ti interrogherò, e tu informami.+   Realmente, renderai tu nulla la mia giustizia? Mi dichiarerai malvagio affinché tu sia nel giusto?*+   O hai un braccio come quello del [vero] Dio,*+ E con voce simile alla sua puoi far tuonare?+ 10  Adornati, suvvia, di superiorità+ e altezza;+ E rivestiti di dignità+ e splendore.+ 11  Dà sfogo alle tue furiose esplosioni d’ira,+ E vedi ogni superbo e abbassalo. 12  Vedi ogni superbo, umilialo,+ E calpesta i malvagi proprio dove sono. 13  Nascondili insieme nella polvere,+ Benda le loro medesime facce nel luogo nascosto, 14  E io, sì, io ti loderò, Perché la tua destra ti può salvare. 15  Ecco, ora, io ho fatto sia Beemot* che te. Esso mangia+ erba verde proprio come il toro. 16  Ecco, ora, la sua potenza è nei suoi fianchi, E la sua energia dinamica+ nei fasci muscolari del suo ventre. 17  Curva la coda come un cedro; I tendini delle sue cosce sono intessuti. 18  Le sue ossa sono tubi di rame; Le sue forti ossa sono simili a verghe di ferro battuto. 19  È il principio delle vie di Dio;* Il suo Fattore+ può accostare la sua spada. 20  Poiché i monti stessi gli portano il loro prodotto,+ E lì giocano tutte le stesse bestie selvagge del campo.* 21  Giace sotto le spinose piante di loto, Nel nascondiglio delle canne+ e nel pantano.+ 22  Le spinose piante di loto lo coprono con la loro ombra; I pioppi della valle del torrente lo circondano. 23  Se il fiume si fa violento, non corre per il panico. È fiducioso, anche se il Giordano+ irrompesse contro la sua bocca. 24  Davanti ai suoi occhi può qualcuno prenderlo? [Gli] può qualcuno forare con lacci il naso?*

Note in calce

“Ci dev’essere alcuna contesa”: in ebr. questo è un verbo all’infinito assoluto, indefinito in quanto al tempo e impersonale.
“Dio”: ebr. ʼElòhah.
“Immagini che io ti abbia trattato in modo diverso da quello secondo cui appariresti giusto?” LXX.
“Come quello del [vero] Dio”: ebr. kaʼÈl. Vedi nt. a De 33:26, “Dio”.
O, “ippopotamo”. Ebr. vehemòhth, pl. di behemàh (cfr. nt. a Ge 1:24, “domestico”); gr. therìa, “bestie selvagge”; lat.(v. 10), Behemoth.
“Dio”: ebr. ʼEl.
“Ha fatto rallegrare i quadrupedi nell’abisso [gr. en toi tartàroi, “nel tartaro”]”, LXX. Vedi App. 4D.
MLXX fanno continuare questo capitolo per altri otto vv.