Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giacomo 3:1-18

3  Non molti di voi divengano maestri,+ fratelli miei, sapendo che riceveremo un più grave giudizio.+  Poiché tutti inciampiamo molte volte.+ Se uno non inciampa in parola,+ questi è un uomo perfetto,+ capace di tenere a freno anche l’intero corpo.  Se mettiamo i freni+ in bocca ai cavalli perché ci ubbidiscano,+ dirigiamo anche il loro intero corpo.  Ecco, perfino le navi, benché siano così grosse e siano spinte da venti impetuosi, sono dirette da un timone piccolissimo+ dove desidera l’inclinazione del timoniere.  Così anche la lingua è un piccolo membro eppure si vanta di grandi cose.+ Ecco, qual piccolo fuoco ci vuole per incendiare una grande foresta!  Ebbene, la lingua è un fuoco.+ La lingua è costituita fra le nostre membra [come] mondo d’ingiustizia, poiché macchia tutto il corpo+ e infiamma la ruota della vita naturale ed è infiammata dalla Geenna.*  Poiché ogni specie di bestie selvagge e di uccelli e di cose striscianti e di creature marine dev’essere domata ed è stata domata dal genere umano.+  Ma la lingua, nessuno del genere umano la può domare. Insubordinata e dannosa, è piena di mortifero veleno.+  Con essa benediciamo Geova,*+ sì, [il] Padre,+ eppure con essa malediciamo+ gli uomini che sono venuti all’esistenza “a somiglianza di Dio”.+ 10  Dalla stessa bocca escono benedizione e maledizione. Non conviene, fratelli miei, che queste cose continuino ad accadere in questo modo.+ 11  Una fonte+ non fa sgorgare dalla stessa apertura il dolce e l’amaro, vero? 12  Fratelli miei, un fico non può produrre olive né una vite fichi, vero?+ Né l’acqua salata può produrre acqua dolce. 13  Chi è saggio e ha intendimento fra voi? Mostri mediante l’eccellente condotta le sue opere+ con la mitezza che appartiene alla sapienza. 14  Ma se avete nel vostro cuore amara gelosia+ e contenzione,+ non vi vantate+ e non mentite contro la verità.+ 15  Questa non è la sapienza che scende dall’alto,+ ma è terrena,+ animale,* demonica.+ 16  Poiché dove sono gelosia+ e contenzione, là sono disordine* e ogni cosa vile.+ 17  Ma la sapienza+ dall’alto è prima di tutto casta,+ quindi pacifica,+ ragionevole,*+ pronta a ubbidire, piena di misericordia e di buoni frutti,+ senza parziali distinzioni,+ senza ipocrisia.+ 18  Inoltre, il frutto+ della giustizia+ si semina in condizioni pacifiche*+ per* quelli che fanno la pace.+

Note in calce

Vedi App. 4C.
“Geova”, J18,23,28; אABC(gr.), ton Krion; VgcSyh, “Dio”. Vedi App. 1D.
Lett. “psichica”. Gr. psychikè; lat. animalis. Vedi ntt. a 1Co 2:14 e 15:44.
Lett. “instabilità”.
Lett. “arrendevole”.
O, “è seminato in pace”.
O, “da”.