Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Geremia 49:1-39

49  Per i figli di Ammon,+ Geova ha detto questo: “Non ha figli Israele o non ha egli erede? Perché Malcam*+ ha preso possesso di Gad,*+ e il suo proprio popolo ha preso a dimorare nelle medesime città [d’Israele]?”*+  “‘Perciò, ecco, vengono i giorni’, è l’espressione di Geova, ‘e certamente farò udire il segnale d’allarme di guerra+ anche contro Rabba+ dei figli di Ammon; ed essa certamente diverrà un cumulo di rovine di una distesa desolata,+ e le sue stesse borgate dipendenti*+ saranno date alle fiamme nel fuoco medesimo’.+ “‘E Israele prenderà realmente possesso di quelli che lo possedevano’,+ ha detto Geova.  “‘Urla,+ o Esbon,+ poiché Ai è stata spogliata! Gridate, o borgate dipendenti di Rabba. Cingetevi di sacco.+ Fate lamento, e vagate fra i recinti di pietra per i greggi, poiché Malcam stesso andrà pure in esilio,+ i suoi sacerdoti e i suoi principi, tutti insieme.+  Perché ti vanti dei bassopiani, del tuo bassopiano dove scorrono [corsi d’acqua],+ o figlia infedele, tu che confidi nei tuoi tesori,+ [dicendo:] “Chi verrà a me?”’”+  “‘Ecco, farò venire su di te* una cosa terribile’,+ è l’espressione del Sovrano+ Signore, Geova degli eserciti, ‘da tutti quelli che ti sono intorno. E certamente sarete dispersi, ciascuno nella sua propria direzione,+ e non ci sarà nessuno a radunare quelli che fuggiranno’”.  “‘Ma poi radunerò i prigionieri dei figli di Ammon’,+ è l’espressione di Geova”.  Per Edom, Geova degli eserciti ha detto questo: “Non c’è più sapienza+ in Teman?+ È perito il consiglio da quelli che avevano intendimento?* La loro sapienza è andata forse in putrefazione?+  Fuggite!+ Cedete! Scendete nel profondo per dimorare,+ o abitanti di Dedan!+ Poiché certamente farò venire su di lui il disastro di Esaù, il tempo in cui gli dovrò rivolgere la mia attenzione.+  Se gli stessi vendemmiatori realmente venissero da te, non lascerebbero rimanere dei racimoli? Se i ladri [entrassero] di notte, certamente causerebbero solo quanta rovina vorrebbero.+ 10  Ma in quanto a me, certamente denuderò Esaù.+ Di sicuro scoprirò i suoi nascondigli,+ e uno non si potrà nascondere.+ La sua progenie e i suoi fratelli e i suoi vicini certamente saranno spogliati,+ ed egli non sarà.+ 11  Lascia i tuoi orfani di padre.+ Io stesso [li] conserverò in vita, e le tue proprie vedove confideranno in me stesso”.+ 12  Poiché Geova ha detto questo: “Ecco, benché non sia loro abitudine bere il calice, berranno immancabilmente.+ E tu stesso, sarai lasciato del tutto impunito? Non sarai lasciato impunito, poiché berrai immancabilmente”.+ 13  “Poiché ho giurato per me stesso”,+ è l’espressione di Geova, “che Bozra+ non diverrà altro che oggetto di stupore,+ biasimo, devastazione e maledizione; e tutte le sue proprie città diverranno luoghi devastati a tempo indefinito”.+ 14  Ho udito da Geova una notizia, e un inviato è mandato fra le nazioni, [dicendo:] “Radunatevi, e venite contro di lei, e levatevi in battaglia”.+ 15  “Poiché, ecco, ti ho fatto in realtà piccolo fra le nazioni, disprezzato fra il genere umano.*+ 16  Il brivido che causasti ti ha ingannato, la presunzione del tuo cuore,+ o tu che risiedi nei recessi della rupe, tenendo l’altura del colle. Benché tu edifichi il tuo nido in alto proprio come l’aquila,+ di là ti tirerò giù”,+ è l’espressione di Geova. 17  “Ed Edom deve divenire oggetto di stupore.+ Chiunque le passerà vicino rimarrà stupito e fischierà a motivo di tutte le sue piaghe.+ 18  Proprio come al rovesciamento di Sodoma e Gomorra e delle sue [città] vicine”,+ ha detto Geova, “nessun uomo vi dimorerà, e nessun figlio del genere umano* risiederà in lei come forestiero.+ 19  “Ecco, qualcuno salirà proprio come un leone+ dai superbi [boschetti] lungo il Giordano al luogo di dimora durevole,+ ma in un momento di certo lo farò fuggire via da lei.+ E costituirò su di lei colui che è scelto. Poiché chi è simile a me,+ e chi mi sfiderà,+ e chi, ora, è il pastore che mi può stare dinanzi?+ 20  Perciò udite il consiglio di Geova che egli ha formulato contro Edom,+ e i suoi pensieri che ha escogitato contro gli abitanti di Teman:+ Sicuramente i piccoli del gregge saranno trascinati. Sicuramente a causa d’essi egli farà divenire desolato il loro luogo di dimora.+ 21  Al suono della loro caduta la terra ha cominciato a tremare.+ C’è un grido!+ Se n’è udito il suono perfino al Mar Rosso.+ 22  Ecco, proprio come l’aquila qualcuno ascenderà e piomberà giù,+ e spiegherà le sue ali su Bozra;+ e il cuore degli uomini potenti di Edom realmente diverrà in quel giorno come il cuore della moglie che ha angustia nel parto”.+ 23  Per Damasco:+ “Amat+ e Arpad+ hanno provato vergogna, poiché hanno udito una cattiva notizia. Si sono dissolte.+ Nel mare c’è ansiosa preoccupazione; non si può restare indisturbati.+ 24  Damasco ha perduto coraggio. Si è voltata per fuggire, e l’ha colta un vero panico.+ Angustia e doglie stesse l’hanno presa, come una donna che partorisce.+ 25  Come mai non è stata abbandonata la città della lode, la città d’esultanza?+ 26  “Perciò in quel giorno i suoi giovani cadranno nelle sue pubbliche piazze, e tutti gli stessi uomini di guerra saranno ridotti al silenzio”,+ è l’espressione di Geova degli eserciti. 27  “E di sicuro accenderò un fuoco sulle mura di Damasco, e certamente divorerà le torri di dimora di Ben-Adad”.+ 28  Per Chedar+ e per i regni di Hazor,+ che Nabucodorosor re di Babilonia abbatté,+ Geova ha detto questo: “Levatevi, salite a Chedar, e spogliate i figli dell’Oriente.+ 29  Saranno prese le loro proprie tende+ e i loro propri greggi,+ i loro teli di tenda+ e tutti i loro oggetti. E i loro propri cammelli+ saranno portati loro via. E certamente grideranno loro: ‘Lo spavento è tutt’intorno!’”+ 30  “Fuggite, correte lontano; scendete nel profondo per dimorare, o abitanti di Hazor”,+ è l’espressione di Geova. “Poiché Nabucodorosor re di Babilonia+ ha formulato un consiglio anche contro di voi e ha escogitato contro di voi* un pensiero”. 31  “Levatevi, salite contro la nazione che è a suo agio,+ che dimora al sicuro”,+ è l’espressione di Geova. “Non ha né porte né sbarra. Risiedono solitari.+ 32  E i loro cammelli+ devono divenire preda, e la moltitudine del loro bestiame spoglie. E certamente li spargerò a ogni vento,+ quelli che hanno i capelli tagliati alle tempie;+ e da tutte le regioni ad essa vicine recherò il loro disastro”, è l’espressione di Geova. 33  “E Hazor+ deve divenire un covo di sciacalli,+ una distesa desolata a tempo indefinito. Non vi dimorerà nessun uomo,* e in lei non risiederà come forestiero nessun figlio del genere umano”.*+ 34  Questo è ciò che fu rivolto come parola di Geova a Geremia il profeta riguardo a Elam+ al principio del regno di Sedechia+ re di Giuda, dicendo: 35  “Geova degli eserciti ha detto questo: ‘Ecco, io rompo l’arco di Elam,+ principio della loro potenza. 36  E di sicuro farò venire su Elam i quattro venti dalle quattro estremità dei cieli.+ E di sicuro li spargerò a tutti questi venti,+ e non ci sarà nazione alla quale non giungano i dispersi+ di Elam’”.* 37  “E certamente frantumerò gli elamiti davanti ai loro nemici e davanti a quelli che cercano la loro anima; e certamente farò venire su di loro la calamità, la mia ira ardente”,+ è l’espressione di Geova. “E certamente manderò dietro a loro la spada finché non li avrò sterminati”.+ 38  “E senz’altro porrò il mio trono in Elam,+ e distruggerò di là il re e i principi”, è l’espressione di Geova. 39  “E nella parte finale dei giorni+ certamente avverrà che radunerò i prigionieri di Elam”,+ è l’espressione di Geova.

Note in calce

“Malcam” (che significa “loro re”), M; LXXSyVg, “Melcom”; LXXא,B, “Melchol”; T, “il loro re”.
“Gad”, MLXXSyVg; T, “il paese di Gad”; LXXא,A,B, “Galaad”.
O, “d’esso”. Lett. “di lui”.
Lett. “le sue figlie”.
“Te”, femm.
“Da quelli che avevano intendimento”, M, in armonia con LXXSy; TVg e con un’altra derivazione del M, “dai figli”.
O, “fra gli uomini”. Ebr. baʼadhàm.
O, “figlio dell’uomo terreno”. Ebr. ben-ʼadhàm.
“Voi”, MmargineTLXXVg e più di 100 mss. ebr.; MSy, “loro”.
“Uomo”: ebr. ʼish.
Vedi nt. al v. 18.
“Di Elam”, MmargineTLXXSyVg e molti mss. ebr.; M, “a (del) tempo indefinito”.