Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Geremia 20:1-18

20  Ora Pasur figlio di Immer,+ il sacerdote, che era anche il commissario capo nella casa di Geova,+ ascoltava Geremia mentre profetizzava queste parole.  Quindi Pasur colpì Geremia il profeta+ e lo mise nei ceppi+ che erano alla Porta Superiore di Beniamino, che era nella casa di Geova.  Ma il giorno seguente avvenne che Pasur scioglieva Geremia dai ceppi,+ e Geremia ora gli disse: “Geova ti ha messo nome+ non Pasur,* ma Spavento tutt’intorno.*+  Poiché Geova ha detto questo: ‘Ecco, ti rendo uno spavento per te stesso e per tutti quelli che ti amano,* e certamente cadranno mediante la spada dei loro nemici+ mentre i tuoi occhi staranno a guardare;+ e darò tutto Giuda in mano al re di Babilonia, ed egli in effetti li porterà in esilio a Babilonia e li abbatterà con la spada.+  E certamente darò tutte le cose depositate di questa città e tutto il suo prodotto e tutte le sue cose preziose; e tutti i tesori dei re di Giuda li darò in mano ai loro nemici.+ Ed essi certamente li prederanno e li prenderanno e li porteranno a Babilonia.*+  E in quanto a te, o Pasur, e a tutti gli abitanti della tua casa, andrete in schiavitù;+ e giungerai a Babilonia e là morirai e là sarai sepolto tu stesso con tutti quelli che ti amano,+ perché hai profetizzato loro nella falsità’”.+  Mi hai ingannato, o Geova, così che sono stato ingannato. Usasti la tua forza contro di me, così che prevalesti.+ Divenni oggetto di derisione tutto il giorno; si fanno tutti beffe di me.+  Poiché ogni volta che parlo, grido. Grido violenza e spoliazione.+ Poiché la parola di Geova mi divenne causa di biasimo e di burla tutto il giorno.+  E dissi: “Non Lo menzionerò, e non parlerò più nel suo nome”.+ E nel mio cuore ci fu come un fuoco ardente chiuso nelle mie ossa; e mi stancai di contenerlo, e non [lo] potevo [sopportare].*+ 10  Poiché udii la notizia malevola di molti.+ C’era spavento tutt’intorno.* “Denunciatelo, affinché noi lo denunciamo”.+ Ogni uomo mortale che mi dice “Pace!”* guarda se zoppico:+ “Forse si ingannerà,+ così che prevarremo contro di lui e ci vendicheremo su di lui”. 11  Ma Geova era con me+ come un terribile potente.+ Perciò i medesimi che mi perseguitano inciamperanno e non prevarranno.+ Certamente proveranno molta vergogna, perché non avranno prosperato. La [loro] umiliazione di durata indefinita non sarà dimenticata.+ 12  Ma tu, o Geova degli eserciti, esamini il giusto;+ vedi i reni* e il cuore.+ Che io veda la tua vendetta su di loro,+ poiché ti ho rivelato la mia causa.+ 13  Cantate a Geova! Lodate Geova! Poiché egli ha liberato l’anima del povero dalla mano dei malfattori.+ 14  Maledetto sia il giorno in cui nacqui! Il giorno in cui mia madre mi partorì non sia benedetto!+ 15  Maledetto sia l’uomo* che recò a mio padre una buona notizia, dicendo: “Ti è nato un figlio, un maschio!” Lo fece positivamente rallegrare.+ 16  E quel medesimo uomo deve divenire simile alle città che Geova ha rovesciato mentre Egli non ha provato rammarico.+ E deve udire un grido al mattino e un segnale d’allarme all’ora di mezzogiorno.+ 17  Perché non mi mise decisamente a morte dal seno, affinché mia madre mi divenisse un luogo di sepoltura e il suo seno fosse gravido a tempo indefinito?+ 18  Perché sono uscito dal medesimo seno+ per vedere duro lavoro e mestizia+ e affinché i miei giorni pervengano alla loro fine nella semplice vergogna?+

Note in calce

“Pasur”: secondo la derivazione ebraico-aramaica questo nome significa “ciò che rimane tutt’intorno” (ebr. pash, “rimane” e sechòhr, “tutt’intorno”).
“Spavento tutt’intorno”: o, “Magormissabib”. Ebr. Maghòhr missavìv.
O, “tutti i tuoi amici”.
“Babilonia”, LXXVg; MTSy, “Babele”.
“Lo . . . sopportare”, in armonia con LXXVg.
“Spavento tutt’intorno”: ebr. maghòhr missavìv. Cfr. nt. al v. 3, “tutt’intorno”.
Lett. “uomo mortale [ebr. ʼenòhsh] della mia pace”.
Vedi nt. a 11:20.
“L’uomo”: ebr. haʼìsh.